Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
home » Dal mercato » Operatività lean e carrelli intelligenti secondo Toyota

Operatività lean e carrelli intelligenti secondo Toyota

Dall'autunno 2018 tutti i carrelli da magazzino elettrici prodotti dalla società saranno consegnati con i sistemi di interconnessione già integrati, basati sulla tecnologia I_Site che è leader nel proprio settore. “Godiamo di una reputazione mondiale per il nostro Lean Thinking e beneficiamo dei continui miglioramenti dovuti all’adozione di tecnologie all’avanguardia nei nostri processi logistici. Il valore della interconnessione non può essere ignorato nei complessi sistemi logistici odierni come mezzo per eliminare gli sprechi. Toyota vuole dare un contributo serio nel migliorare l’efficienza ed incoraggiare operazioni logistiche più lean in Europa”, afferma Ralph Cox, senior vice president, sales e marketing di Toyota Material Handling Europe.


Dati interconnessi e sempre più condivisi
La scelta dell'interconnessione porta una serie di vantaggi per i clienti Toyota, visto che i dati principali delle attività diventeranno disponibili, e soggetti solo ad un accordo di condivisione dei dati. L’utilizzo del mezzo gioca un ruolo chiave in questa storia. I dati rilevati da sistema I_Site già a disposizione di Toyota, derivanti da circa 60.000 carrelli intelligenti già attivi, mostrano che diverse aziende posso eliminare in modo consistente gli sprechi delle proprie risorse, migliorando il livello di utilizzo dei mezzi, che tipicamente si posiziona attorno al 35%. “Questo probabilmente porterà a una minore richiesta di carrelli da parte dei nostri clienti, perché inizieranno ad utilizzare una migliore pianificazione delle flotte, ma noi sappiamo che questa è la via da percorrere con responsabilità se si vuole essere fornitori di prodotti e partner commerciali”, aggiunge Cox.



Con la tecnologia I_Site Toyota MH è leader nel proprio settore


Fattore "uomo" e fattore "sicurezza"
Un altro elemento chiave è la gestione dell’operatore e della sicurezza. Gli incidenti nella movimentazione delle merci comportano un onere gravoso in termini di danni alle attrezzature, alle scorte e ancora peggio causano lesioni. I dati raccolti dal sistema I_Site mostrano che l’adozione di comportamenti corretti, unita alla capacità di monitorare come vengono utilizzati i carrelli, può sostanzialmente ridurre i costi per riparazioni e danni – fino al 70%. “Questo è un altro esempio di come possiamo aiutare i nostro clienti ad evitare sprechi costosi - spiega ancora Cox - Lavoreremo a stretto contatto con tutti i nostri clienti, per costruire report di dati che rispecchino esattamente le loro richieste, rendendo disponibili ulteriori canali di informazioni. Il nostro obiettivo non è solo di essere il leader di mercato come fornitori di soluzioni e servizi per la movimentazione delle merci - noi vogliamo anche condividere le nostre conoscenze ed esperienze per aggiungere valore ai risultati economici dei nostri clienti.” Questo coincide anche con il lancio dell’ultima piattaforma per le attività di Service introdotta da Toyota, che consente di semplificare gli interventi di assistenza per carrelli interconnessi, con aggiornamenti da remoto e una manutenzione basata sui dati operativi, con un risultato di ridurre i tempi di fermo macchina ed i costi in generale.



Sono circa i 60.000 carrelli intelligenti Toyota MH già attivi

06/06/2018, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Prima locomotiva elettrica TRAXX E494 per Mercitalia Rail

21/03/2019

Ne dovranno arrivare altre 40, tutte realizzate nello stabilimento di Vado Ligure (Savona) da Bombardier Transportation.
read more..

Arriva ANITA&Jobs, servizio a disposizione delle imprese di trasporto e logistica

21/03/2019

Secondo ANITA ha l’obiettivo di intercettare figure professionali meglio rispondenti alle esigenze operative delle imprese del settore, anche attraverso un servizio ad hoc di profilazione dei candidati.
read more..

Charge4Europe, il progetto di e-mobility di innogy e DKV

21/03/2019

In futuro offrirà agli operatori delle flotte commerciali con veicoli elettrici soluzioni complete di rifornimento
read more..

Il Trade Lane Management (TLM) secondo ASSTRA

21/03/2019

Un team di manager del gruppo di società illustra i vantaggi di questo speciale percorso di trasporto.
read more..
più letti

Servizio aftersales promosso dai clienti di OM STILL

02/01/2018

In Italia la Casa ha una rete assistenza di 800 tecnici e un magazzino con oltre 30 mila referenze a stock che può spedire i ricambi in 24 ore.
read more..

Aumenti pedaggi autostradali, scende in campo anche Zingaretti

03/01/2018

Il presidente della Regione Lazio, in un tweet, annuncia l'incontro con Delrio per dirimere la questione relativa al balzo del 12,89% della Strada dei Parchi (sulla A24 Roma-L'Aquila) e che tante proteste sta suscitando tra pendolari e trasportatori.
read more..

Voucher temporary export manager, in arrivo altre risorse

03/01/2018

Su decisione del ministro Calensa aumentano a circa 36 milioni di euro rispetto ai 26 inizialmente previsti; obiettivo: aumentare il numero di aziende italiane stabilmente esportatrici.
read more..

L'istituto di ricerca IKN Italy organizza il terzoi InnovAuto

03/01/2018

L'evento - focalizzato su innovazioni, nuovi modelli di business e bisogni dei consumatori del mondo automotive & feet e dell’Industria 4.0. - si tiene a Milano il 14 febbraio.
read more..