Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
home » Dal mercato » Operatività lean e carrelli intelligenti secondo Toyota

Operatività lean e carrelli intelligenti secondo Toyota

Dall'autunno 2018 tutti i carrelli da magazzino elettrici prodotti dalla società saranno consegnati con i sistemi di interconnessione già integrati, basati sulla tecnologia I_Site che è leader nel proprio settore. “Godiamo di una reputazione mondiale per il nostro Lean Thinking e beneficiamo dei continui miglioramenti dovuti all’adozione di tecnologie all’avanguardia nei nostri processi logistici. Il valore della interconnessione non può essere ignorato nei complessi sistemi logistici odierni come mezzo per eliminare gli sprechi. Toyota vuole dare un contributo serio nel migliorare l’efficienza ed incoraggiare operazioni logistiche più lean in Europa”, afferma Ralph Cox, senior vice president, sales e marketing di Toyota Material Handling Europe.


Dati interconnessi e sempre più condivisi
La scelta dell'interconnessione porta una serie di vantaggi per i clienti Toyota, visto che i dati principali delle attività diventeranno disponibili, e soggetti solo ad un accordo di condivisione dei dati. L’utilizzo del mezzo gioca un ruolo chiave in questa storia. I dati rilevati da sistema I_Site già a disposizione di Toyota, derivanti da circa 60.000 carrelli intelligenti già attivi, mostrano che diverse aziende posso eliminare in modo consistente gli sprechi delle proprie risorse, migliorando il livello di utilizzo dei mezzi, che tipicamente si posiziona attorno al 35%. “Questo probabilmente porterà a una minore richiesta di carrelli da parte dei nostri clienti, perché inizieranno ad utilizzare una migliore pianificazione delle flotte, ma noi sappiamo che questa è la via da percorrere con responsabilità se si vuole essere fornitori di prodotti e partner commerciali”, aggiunge Cox.



Con la tecnologia I_Site Toyota MH è leader nel proprio settore


Fattore "uomo" e fattore "sicurezza"
Un altro elemento chiave è la gestione dell’operatore e della sicurezza. Gli incidenti nella movimentazione delle merci comportano un onere gravoso in termini di danni alle attrezzature, alle scorte e ancora peggio causano lesioni. I dati raccolti dal sistema I_Site mostrano che l’adozione di comportamenti corretti, unita alla capacità di monitorare come vengono utilizzati i carrelli, può sostanzialmente ridurre i costi per riparazioni e danni – fino al 70%. “Questo è un altro esempio di come possiamo aiutare i nostro clienti ad evitare sprechi costosi - spiega ancora Cox - Lavoreremo a stretto contatto con tutti i nostri clienti, per costruire report di dati che rispecchino esattamente le loro richieste, rendendo disponibili ulteriori canali di informazioni. Il nostro obiettivo non è solo di essere il leader di mercato come fornitori di soluzioni e servizi per la movimentazione delle merci - noi vogliamo anche condividere le nostre conoscenze ed esperienze per aggiungere valore ai risultati economici dei nostri clienti.” Questo coincide anche con il lancio dell’ultima piattaforma per le attività di Service introdotta da Toyota, che consente di semplificare gli interventi di assistenza per carrelli interconnessi, con aggiornamenti da remoto e una manutenzione basata sui dati operativi, con un risultato di ridurre i tempi di fermo macchina ed i costi in generale.



Sono circa i 60.000 carrelli intelligenti Toyota MH già attivi

06/06/2018, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Confetra Nord Est, alt al blocco dei TIR al Brennero

22/06/2018

L'associazione esprime grande preoccupazione per il perdurare delle misure (illegittime) imposte unilateralmente dall’Austria e che danneggiano la nostra economia.
read more..

Insediato il Coordinamento Confetra Mezzogiorno

22/06/2018

Ha lo scopo di coinvolgere tutte le organizzazioni confederali presenti ed operanti al Sud al fine di costruire una visione comune e affrontare i tanti dossier aperti nell'area.
read more..

Porto di Venezia; deciso il via libera alle navi fino a 335 mt

20/06/2018

L’ordinanza 36/2018 emanata dalla capitaneria di porto prevede l’accesso al porto di tali unità attraverso il canale Malamocco Marghera.
read more..

Federchimica fa il punto su sostenibilità e innovazione

20/06/2018

I due temi applicati alla logistica sono al centro della 15a Chemistry & Logistics Conference in programma a Milano il prossimo 3 luglio.
read more..
più letti

Codognotto in prima linea nella green logistics

02/01/2017

L'operatore è presente in due iniziative della Commissione Ue quali i progetti LNG blue corridor e OptiTruck.
read more..

Un nuovo presidio Palletways nell'area di Monza Brianza

02/01/2017

E' il concessionario Autotrasporti Giobbio di Lazzate, che gestirà un'area dove l'espansione dei volumi risulta importante e strategica.
read more..

Accordo Linde Material Handling Italia e Volandia

02/01/2017

Con questa partnership il Parco e Museo del Volo potrà utilizzare a titolo gratuito gli innovativi strumenti della Casa tedesca, a partire dai carrelli elevatori.
read more..

AEFI sigla un agreement internazionale con IELA

02/01/2017

L'Associazione Esposizioni e Fiere Italiane collaborerà con l'Associazione mondiale dei professionisti della logistica per il settore fieristico.
read more..