Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
home » Le notizie di oggi » Il ministero del Mare non è la risposta alle esigenze dei porti

Il ministero del Mare non è la risposta alle esigenze dei porti

A margine dell’Assemblea annuale della Federazione Nazionale Agenti e Raccomandatari Marittimi (FEDERAGENTI), incentrata sulla nuova attrattività delle aziende italiane di shipping e logistica per gli investitori internazionali, il presidente di Confetra, Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica, Nereo Marcucci è tornato sul tema del recente dibattito apertosi sulla possibile istituzione di un ministero del Mare sottolineando che “non mi pare la risposta adeguata: oggi ai grandi investitori internazionali – siano essi shipping lines, terminalisti o fondi di investimento che operano nel settore infrastrutture - interessa parlare di porti solo se insieme si discute di ferrovia in banchina, di collegamenti di ultimo miglio su ferro e gomma tra infrastrutture di nodo e corridoi TEN-T, di connessioni con retroporti e interporti quali buffer zone per organizzare la vezione delle merci caricate e scaricate in porto o con funzione di magazzinaggio e semi lavorazione delle stesse. Ma anche se si discute di tempi dei controlli doganali o di possibili attivazioni di ZES e punti franchi. In questo senso, a noi appare viceversa auspicabile un rafforzamento dello stesso MIT nella capacità di predisporre una programmazione coerente ed integrata di azioni ed interventi che guardino all’intera filiera logistica del trasporto merci. Altra cosa è la proposta di un miglior coordinamento di alcune funzioni specifiche che riguardano la risorsa mare, e che oggi sono già purtroppo frammentate in capo a diverse amministra-zioni. Su questo aspetto le proposte di Pettorino e Solinas meritano grande at-tenzione"


Aspettando il Documento Pluriennale di Pianificazione (DPP)
Inoltre – sempre secondo Marcucci – il nuovo Governo dovrà approvare quanto prima il Documento Pluriennale di Pianificazione (DPP) al fine di dare al sistema delle imprese logistiche ed agli investitori internazionali un quadro certo circa le priorità infrastrutturali del Paese ed i relativi tempi di realizzazione. Nell’occasione Marcucci ha anche sottolineato i recenti sforzi compiuti dall’Agenzia delle Dogane – attraverso Fast Corridor, pre-clearing, fascicolo elettronico – per semplificare, digitalizzare e velocizzare i controlli e il transito della merce. Una nota dolente in tema di controlli riguarda i ritardi nel rilascio dei nulla osta sanitari all’importazione da parte degli Uffici di Sanità Marittima e di Frontiera. Marcucci ha sottolineato come “questi rallentamenti stanno creando un problema serio, che toglie competitività al Sistema Paese. La Confetra è disponibile a partecipare con le istituzioni a un tavolo di lavoro per valutare ogni possibile azione volta a mantenere la qualità dei controlli e, allo stesso tempo, velocizzarli”.

11/05/2018, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Va al porto di Trieste la certificazione di Parole O_Stili

24/05/2018

Il conferimento dell'attestato come ente attento a una comunicazione responsabile è frutto del progetto di formazione intrapreso di recente.
read more..

ANITA in Cina alla scoperta delle maggiori novità logistiche

24/05/2018

I rappresentanti di oltre 30 aziende socie hanno preso parte alla 7 giorni che ha toccato alcune delle realtà imprenditoriali più innovative nel panorama cinese.
read more..

Furti di TIR: i numeri sono in calo, ma il 50% va nel nulla

24/05/2018

Lo dice una ricerca di Viasat secondo la quale nel 2017 in Italia sono stati rubati 1.617 TIR (134 al mese, 4 al giorno), oltre il 23% in meno del 2016. La Puglia è la regione più a rischio con 266 furti, seguita da Campania (255) e Lombardia (233).
read more..

CLS presenta la partnership con Kivnon a Intralogistica

24/05/2018

L'azienda italiana di noleggio, vendita e assistenza di carrelli elevatori proporrà nel suo stand alla fiera milanese (29 maggio-1° giugno) le nuove soluzioni (innovativi veicoli "AGV" con guida automatica) realizzate dalla Casa spagnola.
read more..
più letti

Codognotto in prima linea nella green logistics

02/01/2017

L'operatore è presente in due iniziative della Commissione Ue quali i progetti LNG blue corridor e OptiTruck.
read more..

Un nuovo presidio Palletways nell'area di Monza Brianza

02/01/2017

E' il concessionario Autotrasporti Giobbio di Lazzate, che gestirà un'area dove l'espansione dei volumi risulta importante e strategica.
read more..

Accordo Linde Material Handling Italia e Volandia

02/01/2017

Con questa partnership il Parco e Museo del Volo potrà utilizzare a titolo gratuito gli innovativi strumenti della Casa tedesca, a partire dai carrelli elevatori.
read more..

AEFI sigla un agreement internazionale con IELA

02/01/2017

L'Associazione Esposizioni e Fiere Italiane collaborerà con l'Associazione mondiale dei professionisti della logistica per il settore fieristico.
read more..