Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
home » Le notizie di oggi » Sciopero di 24 ore, venerdì 15 dicembre, nei porti italiani

Sciopero di 24 ore, venerdì 15 dicembre, nei porti italiani

“Sciopero di 24 ore, venerdì 15 dicembre, nei porti italiani”. La protesta è proclamata unitariamente da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti per “il cortocircuito legislativo che intacca i provvedimenti per rilanciare il lavoro portuale, contenuti nel cosiddetto ‘correttivo porti’ che introduce nuove modifiche al decreto legislativo 169/2016 di riforma dei porti”. Il Governo – dicono le tre organizzazioni sindacali – deve risolvere l’ingorgo legislativo e riprendere il buon lavoro sul testo correttivo svolto dalle commissioni di Camera e Senato.


Ecco il testo integrale diramato dai tre sindacati
La portualità italiana a seguito della revisione della L.84/94, intervenuta con l'emanazione del Dlgs. 169/16, necessita di strumenti strutturali flessibili di intervento a sostegno e governo dei processi e delle politiche attive in virtù delle nuove sfide rappresentate dalla penetrazione delle compagnie di shipping nella proprietà dei terminal, dalla concentrazione del mercato e del gigantismo navale, dall'automazione sempre più spinta delle operazioni portuali senza dimenticare che il lavoro portuale presenta caratteristiche usuranti che necessitano di misure di tutela oggi non esistenti.

Per queste ragioni FILT, FIT, UILT, hanno offerto il loro contributo a definire un testo organico di proposte emendative al "correttivo" del Dlgs. 169/16, volto a far fronte alle nuove esigenze della portualità italiana, attraverso la riqualificazione e formazione nonché azioni di sostegno al reddito volte all'accompagno all'esodo dei lavoratori.

Le commissioni competenti di Camera e Senato, nell'esercizio delle loro funzioni, hanno espresso parere favorevole sullo schema di decreto in parola condizionandolo al recepimento di modifiche sostanziali, tra le quali la previsione che le misure sopra richiamate siano dedicate a problematiche che coinvolgono la generalità dei lavoratori.

Uno schema di decreto legislativo frutto del confronto tra il MIT e le Organizzazioni del cluster marittimo sull'insieme delle problematiche legate al lavoro portuale che va a sovrapporsi con il testo della legge di bilancio trasmesso contestualmente dal Senato della Repubblica alla Camera dei Deputati recante, tra l'altro, una modifica dell'art. 17, comma 15-bis della legge 84/94 riguardante le imprese e le agenzie che erogano la fornitura del lavoro nei porti creando un pericoloso "ingorgo" dagli esiti assolutamente incerti per i lavoratori dei porti.

Pertanto le Segreterie Nazionali FILT- CGIL, FIT - CISL e UIL TRASPORTI esprimono fortissime preoccupazioni per l'inevitabile cortocircuito legislativo procurato che intacca i provvedimenti, contenuti nel "Correttivo Porti" volti a rilanciare il lavoro portuale attraverso misure strutturali ed ampie, e chiedono al Governo di risolvere questo ingorgo legislativo e di riprendere il buon lavoro svolto dalle Commissioni di Camera e Senato sul testo correttivo del Dlgs. 169/16.

A sostegno di questa richiesta, di vitale importanza per la portualità italiana, le scriventi proclamano uno sciopero dell'intero settore portuale (lavoratori delle imprese ex. Artt. 16,17, 18 L. 84/94 e dipendenti delle AdSP) di 24 ore da effettuarsi in data 15 dicembre le cui norme tecniche di attuazione verranno di seguito comunicate.

05/12/2017, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Il Tavolo della logistica convince Confetra

19/12/2017

Secondo la Confederazione sembra andare nella giusta direzione il Tavolo presso il ministero dello Sviluppo economico allo scopo di definire misure a favore della legalità negli appalti di magazzini; tutti devono però fare la loro parte.
read more..

I retrattili multi-direzionali Cat in finale al premio della FLTA

18/12/2017

I carrelli di nuova generazione sono tra i finalisti del premio per la sicurezza in relazione all'eccellenza della Fork Lift Truck Association; la cerimonia si tiene il prossimo 28 febbraio.
read more..

A maggio in arrivo il 3° pacchetto mobilità della UE

18/12/2017

Digitalizzazione e sicurezza stradale ispireranno le strategie dell'Unione, come ha comunicato la commissaria europea per i Trasporti, Violeta Bulc, in una recente audizione nel nostro Parlamento.
read more..

SISTRI, (forse) niente sanzioni fino al 31 dicembre 2018

18/12/2017

L'emendamento alla Legge di bilancio (che riguarda anche la sospensione delle sanzioni per mancata iscrizione e omesso pagamento) va in discussione alla Camera questa settimana.
read more..
più letti

Sistri, la piena operatività fatta slittare all'anno 2017

08/01/2016

Il doppio binario con anche i vecchi adempimenti cartacei doveva finire dal 2016, ma il decreto Milleproroghe lo ha prolungato di un anno.
read more..

A Bologna è di scena la logistica che fa innovazione

21/01/2016

Grazie al convegno organizzato il 28 gennaio dall'Osservatorio Contract Logistics (School of Management-Politecnico di Milano) e Assologistica.
read more..

La Cina punta al trasporto ferroviario delle merci

08/01/2016

Nel 2016 la Ferrovia Internazionale Yuxinou realizzerà quasi un treno al giorno dal Paese asiatico per l’Europa.
read more..

TomTom Telematics acquisisce la polacca Finder SA

08/01/2016

La società si rivolge così direttamente al grande mercato della telematica, stabilendo inoltre una posizione di leadership nell’Europa orientale.
read more..