Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
home » Le notizie di oggi » Sciopero di 24 ore, venerdì 15 dicembre, nei porti italiani

Sciopero di 24 ore, venerdì 15 dicembre, nei porti italiani

“Sciopero di 24 ore, venerdì 15 dicembre, nei porti italiani”. La protesta è proclamata unitariamente da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti per “il cortocircuito legislativo che intacca i provvedimenti per rilanciare il lavoro portuale, contenuti nel cosiddetto ‘correttivo porti’ che introduce nuove modifiche al decreto legislativo 169/2016 di riforma dei porti”. Il Governo – dicono le tre organizzazioni sindacali – deve risolvere l’ingorgo legislativo e riprendere il buon lavoro sul testo correttivo svolto dalle commissioni di Camera e Senato.


Ecco il testo integrale diramato dai tre sindacati
La portualità italiana a seguito della revisione della L.84/94, intervenuta con l'emanazione del Dlgs. 169/16, necessita di strumenti strutturali flessibili di intervento a sostegno e governo dei processi e delle politiche attive in virtù delle nuove sfide rappresentate dalla penetrazione delle compagnie di shipping nella proprietà dei terminal, dalla concentrazione del mercato e del gigantismo navale, dall'automazione sempre più spinta delle operazioni portuali senza dimenticare che il lavoro portuale presenta caratteristiche usuranti che necessitano di misure di tutela oggi non esistenti.

Per queste ragioni FILT, FIT, UILT, hanno offerto il loro contributo a definire un testo organico di proposte emendative al "correttivo" del Dlgs. 169/16, volto a far fronte alle nuove esigenze della portualità italiana, attraverso la riqualificazione e formazione nonché azioni di sostegno al reddito volte all'accompagno all'esodo dei lavoratori.

Le commissioni competenti di Camera e Senato, nell'esercizio delle loro funzioni, hanno espresso parere favorevole sullo schema di decreto in parola condizionandolo al recepimento di modifiche sostanziali, tra le quali la previsione che le misure sopra richiamate siano dedicate a problematiche che coinvolgono la generalità dei lavoratori.

Uno schema di decreto legislativo frutto del confronto tra il MIT e le Organizzazioni del cluster marittimo sull'insieme delle problematiche legate al lavoro portuale che va a sovrapporsi con il testo della legge di bilancio trasmesso contestualmente dal Senato della Repubblica alla Camera dei Deputati recante, tra l'altro, una modifica dell'art. 17, comma 15-bis della legge 84/94 riguardante le imprese e le agenzie che erogano la fornitura del lavoro nei porti creando un pericoloso "ingorgo" dagli esiti assolutamente incerti per i lavoratori dei porti.

Pertanto le Segreterie Nazionali FILT- CGIL, FIT - CISL e UIL TRASPORTI esprimono fortissime preoccupazioni per l'inevitabile cortocircuito legislativo procurato che intacca i provvedimenti, contenuti nel "Correttivo Porti" volti a rilanciare il lavoro portuale attraverso misure strutturali ed ampie, e chiedono al Governo di risolvere questo ingorgo legislativo e di riprendere il buon lavoro svolto dalle Commissioni di Camera e Senato sul testo correttivo del Dlgs. 169/16.

A sostegno di questa richiesta, di vitale importanza per la portualità italiana, le scriventi proclamano uno sciopero dell'intero settore portuale (lavoratori delle imprese ex. Artt. 16,17, 18 L. 84/94 e dipendenti delle AdSP) di 24 ore da effettuarsi in data 15 dicembre le cui norme tecniche di attuazione verranno di seguito comunicate.

05/12/2017, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Successo della 13a China International Logistics and Transportation Fair

22/10/2018

L'edizione 2018 della manifestazione si è conclusa lo scorso 13 ottobre e anche quest'anno Shenzhen si è dimostrata essere di fatto la capitale della logistica, non solamente cinese. Servizio di ANDREA BATTERCO
read more..

Opel/Vauxhall confermano partnership con GEFCO

19/10/2018

I due brand hanno rinnovato il contratto 4PL per le aree di Europa e Turchia per altri quattro anni, da gennaio 2019.
read more..

Speciale operazione di export per Donelli Group a Trieste

18/10/2018

Lo spedizioniere doganale ha curato le operazioni doganali per l'esportazione di uno yacht Ferretti 670 con destinazione finale a Hong Kong.
read more..

Conto alla rovescia per il ”Il Logistico dell'anno 2018”

18/10/2018

Assologistica e il suo ramo formativo Assologistica Cultura e Formazione, assieme al magazine Euromerci, organizzano il 26 ottobre a Milano la 14a edizione dell’evento che premia manager e aziende che hanno innovato nel nostro settore.
read more..
più letti

Codognotto in prima linea nella green logistics

02/01/2017

L'operatore è presente in due iniziative della Commissione Ue quali i progetti LNG blue corridor e OptiTruck.
read more..

Un nuovo presidio Palletways nell'area di Monza Brianza

02/01/2017

E' il concessionario Autotrasporti Giobbio di Lazzate, che gestirà un'area dove l'espansione dei volumi risulta importante e strategica.
read more..

Accordo Linde Material Handling Italia e Volandia

02/01/2017

Con questa partnership il Parco e Museo del Volo potrà utilizzare a titolo gratuito gli innovativi strumenti della Casa tedesca, a partire dai carrelli elevatori.
read more..

AEFI sigla un agreement internazionale con IELA

02/01/2017

L'Associazione Esposizioni e Fiere Italiane collaborerà con l'Associazione mondiale dei professionisti della logistica per il settore fieristico.
read more..