Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
home » L'intervista » Parla Giuseppe di Marco, country manager di Soldo

Parla Giuseppe di Marco, country manager di Soldo

Azienda fintech specializzata in gestione e controllo delle spese di trasferta e degli acquisti aziendali, Soldo nasce nel 2015 a Londra, dove ha sede. La società ha uffici a Milano e Dublino e un centro di ricerca e sviluppo a Roma. Ha raccolto finanziamenti da alcuni tra i più importanti venture capital e solamente negli ultimi sei mesi ha triplicato il numero di dipendenti.  Soldo è una piattaforma che integra della carte prepagate Mastercard per la gestione delle spese aziendali. Con Soldo si possono gestire le spese di trasferta, gli acquisti aziendali e le spese per il carburante Di recente ha lanciato, un prodotto dedicato alle piccole aziende Soldo Drive, carta prepagata dedicata al solo acquisto di carburante per scaricare il costo e detrarre l’IVA del carburante in linea con la nuova normativa in vigore dal 1° luglio 2018. Per le medie e grandi imprese c’è la carta Soldo che gestisce anche gli acquisti del carburante. Delle caratteristiche di Soldo abbiamo parlato con il country manager Giuseppe Di Marco. 


 

La vostra carta risponde anche alle esigenze di aziende detentrici di flotte camionistiche?

Di Marco: La carta permette di acquistare nel 100% della rete nazionale dei distributori carburanti quali benzina, gasolio, metano e GPL, non vincolando quindi in nessun modo l’azienda e i suoi dipendenti, i quali possono scegliere liberamente presso chi rifornirsi, tenendo presente il fatto non trascurabile che tra il distributore più caro e quello più economico vi sono differenze di costo che possono arrivare fino al 19%.


 

Chi sono i vostri clienti tipo?

Di Marco: Dal singolo agente di commercio al libero professionista e alle aziende di varie dimensioni con flotte di sole automobili oppure miste o di soli camion. Ai fini operativi quel che più conta è poter identificare con certezza chi acquista carburante e con quale mezzo, così da determinare l’aliquota Iva da scaricare. Con Soldo la gestione di questo aspetto avviene in modo semplificato. Inoltre le aziende con flotte composte di tanti veicoli hanno stazioni di carburante interne con cui approvvigionano il loro parco mezzi; la nostra card risulta essere molto utile nel gestire le eccezioni, ovvero gli extra-rifornimenti tra una sede e l’altra dell’azienda.

 


Come concretamente Soldo assolve alla necessità di monitorare le trasferte?

Di Marco: Da un cruscotto aziendale persona per persona, veicolo per veicolo l’azienda può elaborare una serie di profili con limiti e vincoli, monitorando preventivamente l’uso delle flotte. Inoltre se l’azienda lo richiede, possono essere aggiunte anche altre tipologie di spese necessarie a chi è in viaggio (ristorazione, pernottamenti in hotel, servizi di officina, ecc.). Con la card è possibile vedere tutte le transazioni e le spese in tempo reale, quindi con controllo continuo di quanto viene effettuato. A fine mese non è poi necessario gestire ricevute, schede carburante e fatture varie perché Soldo centralizza tutte le spese emettendo un estratto conto unico, liberando l’amministrazione da problematiche piuttosto inutili e che prendono tempo prezioso. Soldo è l’unico servizio in Europa che fornisce alle aziende la possibilità di aprire un conto aziendale dal quale possono essere creati dei sottoconti in diverse valute, da assegnare a utenti o centri di spesa, corredati da una o più carte prepagate, fisiche o virtuali, Mastercard. In questo modo, l’azienda può gestire i flussi di cassa in modo intelligente, garantendo da un lato autonomia di spesa a tutti i collaboratori e dall’altro mantenendo il completo controllo sugli acquisti, grazie – come detto - alla possibilità di assegnare budget e regole di spesa tramite un semplice pannello di controllo su web.


 

In che misura la vostra soluzione è tecnologicamente avanzata?

Di Marco: Con Soldo i collaboratori possono utilizzare un’app per gestire le proprie carte, con la possibilità di aggiungere al momento dell’acquisto tutte le informazioni, tra cui voce di spesa e foto dello scontrino per automatizzare la preparazione della rendicontazione di fine mese. Soldo, utilizzato in modo indipendente o integrato con i principali sistemi di contabilità e di gestione delle note spese,  consente di avere visibilità completa sui flussi di cassa in tempo reale, grazie a reportistiche dettagliate e flessibili sulle transazioni effettuate da dipendenti e dipartimenti.

 

 

Da gennaio 2019 vi è  l’obbligo di fatturazione elettronica B2B. Come rispondete a questa normativa?

Di Marco: Dal prossimo 1° gennaio il benzinaio, per ogni acquisto di carburante, dovrà emettere fattura elettronica nei confronti dell’azienda o del professionista. L’amministrazione aziendale o il commercialista dovranno riconciliare le fatture elettroniche ricevute con i pagamenti effettuati in modo tracciabile. Con Soldo tutto questo avverrà in modo automatico generando un unico report mensile.


 

Quanto costa Soldo per il solo acquisto del carburante?

Di Marco: L’apertura di una card Soldo per il solo acquisto del carburante, ha il costo una tantum di 5 euro, dopo di che il sevizio che ogni card offre costa 2 euro al mese. Potendo scegliere liberamente dove rifornirsi, se si risparmia anche il 10% su 1000 euro di pieno, il costo della card è più che ammortizzato.

 


A  quale circuito di accettazione aderisce Soldo card?

Di Marco: Dietro la nostra carta c’è il circuito Mastercard; copriamo il 100% sia della rete fisica di accettazione che quella online. 

 


Cosa deve fare un’azienda per entrare in possesso delle carte Soldo?

Di Marco: L’azienda apre un proprio conto online: non facendo credito, non effettuiamo alcuna verifica sull’affidabilità finanziaria dell’azienda e non chiediamo quindi bilanci o altra documentazione. L’azienda poi attiva da sé le carte, gestendo il tutto in autonomia con cruscotto web. Gli usi non previsti della card vengono subito segnalati e la carta può essere bloccata immediatamente.


 

Che copertura ha il vostro servizio?

Di Marco: Le nostre card sono distribuite nella cosiddetta European extended area (includendo nell’area europea anche Paesi Baltici e Turchia) e possono essere utilizzate in tutto il mondo. Le carte Soldo consentono inoltre di pagare nella valuta locale, togliendo la problematica di dover avere contanti; segnalo che applichiamo un tasso di cambio molto contenuto.



 

 

I PUNTI DI FORZA DI SOLDO PER L’ACQUISTO DEL CARBURANTE

 

Soldo si prefigge di semplificare la vita di professionisti e imprese, vediamo come.

È uno strumento facile, perché attivabile on line in pochi minuti senza dover fornire garanzie o eccessiva documentazione;

è universale: garantisce la possibilità di essere utilizzato nelle stazioni di servizio di qualsiasi compagnia petrolifera comprese le pompe bianche, consentendo di rifornirsi presso il benzinaio più comodo o con i prezzi più vantaggiosi;

è personalizzabile, perché consente di creare facilmente carte dedicate per ciascun veicolo direttamente dalla web console;

ha costi contenuti: per 2 euro al mese e a carta garantisce ricariche a costo zero, una visibilità in tempo reale di ogni pagamento, via web o app, e fornisce un estratto conto completo e in diversi formati, di tutti i rifornimenti effettuati, consentendo di essere in regola con la nuova normativa fiscale;

è un mezzo sicuro: grazie a pagamenti autorizzati con PIN, l’eventuale disabilitazione della carta in tempo reale in caso di furto o smarrimento e gestione dei massimali di spesa per ciascuna carta (mese, settimana, giorno o singola operazione).

 


DI ORNELLA GIOLA

 

 

 

12/11/2018, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Nuova nomina P3 Logistic Parks per l'Europa Occidentale

16/01/2019

Lo sviluppatore internazionale affida la direzione delle costruzioni per questa area all'ing. Andrea Amoretti.
read more..

Il 21-24 febbraio torna a Verona Transpotec Logitec

14/01/2019

La fiera dell’autotrasporto, organizzata da Fiera Milano, farà scoprire le novità di mezzi, prodotti e servizi del settore.
read more..

THE Alliance conferma per il 2019 le toccate su Genova

14/01/2019

Il consorzio armatoriale ha deciso un minor numero di soste nei porti italiani, ma lo scalo ligure, assieme a La Spezia, resta incluso nel network.
read more..
più letti

Servizio aftersales promosso dai clienti di OM STILL

02/01/2018

In Italia la Casa ha una rete assistenza di 800 tecnici e un magazzino con oltre 30 mila referenze a stock che può spedire i ricambi in 24 ore.
read more..

Aumenti pedaggi autostradali, scende in campo anche Zingaretti

03/01/2018

Il presidente della Regione Lazio, in un tweet, annuncia l'incontro con Delrio per dirimere la questione relativa al balzo del 12,89% della Strada dei Parchi (sulla A24 Roma-L'Aquila) e che tante proteste sta suscitando tra pendolari e trasportatori.
read more..

Voucher temporary export manager, in arrivo altre risorse

03/01/2018

Su decisione del ministro Calensa aumentano a circa 36 milioni di euro rispetto ai 26 inizialmente previsti; obiettivo: aumentare il numero di aziende italiane stabilmente esportatrici.
read more..

L'istituto di ricerca IKN Italy organizza il terzoi InnovAuto

03/01/2018

L'evento - focalizzato su innovazioni, nuovi modelli di business e bisogni dei consumatori del mondo automotive & feet e dell’Industria 4.0. - si tiene a Milano il 14 febbraio.
read more..