home » Le notizie di oggi » Visintin viene riconfermato, per acclamazione, alla guida dell’Associazione spedizionieri del Porto di Trieste e Friuli Venezia Giulia

Visintin viene riconfermato, per acclamazione, alla guida dell’Associazione spedizionieri del Porto di Trieste e Friuli Venezia Giulia

Visintin sarà affiancato dai due Vicepresidenti Marino Marini (Korman Italia SpA) e Paolo Nassimbeni (Samer & Co. Shipping SpA). Il Consiglio direttivo è composto da Borruso Giacomo (Inter-porto di Trieste SpA), Castelnovo Roberto (Rail Cargo Carrier ItalySrl), D’AcuntoAnto-nio (B.F.B. Snc), Flegar Paolo (Korman Italia SpA), Lorenzoni Gianfranco (Doganalista), Luchesi Franca (Santandrea Srl), Nielsen Jens Peder (Samer Seaports & TerminalsSrl), Parisi Matteo (Francesco Parisi SpA), Zerbini Fabrizio (Trieste Marine Terminal SpA). 


Ecco l’analisi della situazione del sistema logistico regionale F.V.G. e alcune priorità delle linee programmatiche che Visintin ha delineato e sulle quali l’Assemblea degli spedizionieri e terminalisti regionali ha espresso unanime condivisione. Mentre Il presidente D’Agostino sta lavorando per la creazione di piattaforme commerciali per la vendita sull’immenso mercato cinese di prodotti italiani, soprattutto del Nord Est, il sistema produttivo deve guardare oltre la saracinesca del proprio magazzino e consegnare la merce sulla soglia dei clienti di tutto il mondo, creando valore e occupazione dal trasporto dei propri prodotti. 


Gli Spedizionieri vogliono sostenere le imprese del Nord-est nel processo di riappropriazione della propria catena logistica, utilizzando possibilmente le strutture portuali e interportuali del Friuli Venezia Giulia.Tutte le associazioni imprenditoriali, sindacali e gran parte dei rappresentanti politici regionali sono ormai persuasi che il regime di porto franco sia uno dei principali strumenti per la creazione di lavoro e di reddito; due ministri dell’attuale governo hanno sostenuto recentemente la necessità che tutti gli apparati dello Stato prendano atto in maniera inequivocabile dell’extraterritorialità doganale del Porto franco internazionale di Trieste. 


E’ ora che il Governo italiano agisca conseguentemente, comunicando all’Unione Europea che il Porto franco di Trieste non è una zona franca comunitaria al pari di molte altre, ma un territorio extradoganale, così come stabilito da norme di diritto pubblico internazionale. I benefici doganali e fiscali del porto franco non hanno mai smesso di essere utilizzati e, visto l’impossibilità finora riscontrata di avviare lavorazioni industriali in porto franco dopo che il decreto interministeriale del 2017 le aveva previste, dobbiamo ritenere che ASPT-ASTRA F.V.G.dal 1994 a oggi l’esistenza del porto franco sia stata sostanzialmente simulata dallo Stato italiano. 


Ora che tale decreto ne ha chiarito la sua piena sussistenza, assistiamo invece a una dissimulazione del porto franco, che ostacola il pieno sviluppo dell’unica attuale possibilità per l’Italia di creare valore aggiunto con traffici di merci non generati dal suo debole mercato interno. Sta ora all’intelligenza politica di chi rappresenta  le  Istituzioni  saperci  ascoltare    e comprendere il valore per l’intero Paese dell’asset competitivo di cui disponiamo.

09/12/2019, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

BUONE VACANZE, nonostante tutto!

31/07/2020

Il 2020 ci ha riservato tante sorprese e sfide, ma l'estate piena ci invita a "staccare" dai tanti problemi e dalle difficoltà che stiamo affrontando.
read more..

L'assemblea pubblica annuale di Confetra sarà digitale

31/07/2020

Si terrà il 23 settembre e avrà per tema “Connessi o disconnessi? Il commercio globale, la logistica, l’industria, il lavoro: L’Italia e le sfide del mondo post covid”.
read more..

Beni anti covid-19, franchigia prorogata fino al 31 ottobre

31/07/2020

La Determinazione Direttoriale 28 luglio 2020 dell'Agenzia delle Dogane concede la possibilità di importare tali beni in esenzione da dazio ed Iva
read more..

Nuovo sviluppo a Colleferro per Scannell Properties

31/07/2020

A poche settimane dall’annuncio di un polo vicino all’aeroporto di Bologna, la società espande la sua presenza anche nel Centro-Sud con due immobili.
read more..
più letti

CMA CGM ordina 5 navi portacontainer a GNL

04/04/2019

Verranno consegnate alla compagnia francese a partire dal 2021 e impiegate sulle rotte Asia-Mediterraneo.
read more..

ANAMA VALUTA LO STATO DI SALUTE DELLE INFASTRUTTURE DEL CARGO AEREO NAZIONALE

27/05/2019

Lo ha fatto con l'interessante studio “Il trasporto aereo merci in Italia: efficacia ed efficienza rispetto ai principali competitor europei”, realizzato in collaborazione con Ernst & Young, con anche lo scopo di raccogliere dati su Malpensa e Fiumicino.
read more..

A colloquio con Wojciech Wytrykowski di AsstrA

21/02/2019

Nuove regole sulla riduzione delle emissioni di zolfo, tariffe in crescita e una lotta attiva sull'arena politica mondiale: ecco cosa il manager di AsstrA-Associated Traffic ci racconta su ciò che attende gli operatori logistici del trasporto marittimo.
read more..

CEVA Italia premiata per l'innovazione nella formazione

11/11/2019

Il premio "Il logistico dell'Anno 2019" riconosce al 3PL l'aver certificato i suoi warehouse manager e platform manager secondo gli standard fissati dalla European Logistics Association.
read more..