Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
home » Approfondimenti » Gi Group Star Matrix: analisi sull’evoluzione delle professioni nel settore logistico

Gi Group Star Matrix: analisi sull’evoluzione delle professioni nel settore logistico

La divisione Logistics di Gi Group, in collaborazione con Assologistica, ha deciso di promuovere una ricerca volta a individuare l’evoluzione delle professioni del settore Logistico, con focus sui cluster 3PL e distribuzione.

 

La ricerca sarà realizzata da OD&M Consulting, società del Gruppo Gi dedicata a servizi di consulenza organizzativa e direzionale, utilizzando il modello Gi Group Star Matrix: output della ricerca sarà una fotografia dei principali ruoli presenti nelle aziende del settore logistico, con evidenza di quali saranno le professioni in evoluzione, statiche e in declino nel prossimo futuro.

 

Il panel di riferimento sarà composto dai manager dei principali operatori logistici del settore, i risultati dello studio verranno presentati in un evento dedicato il prossimo febbraio 2019, in collaborazione con Assologistica e con l’Osservatorio Contract Logistics “Gino Marchet” del Politecnico di Milano.

 

 

Il modello Star Matrix

 

Gi Group Star Matrix è un modello di indagine proprietario, utilizzato generalmente in ambito aziendale, per l’analisi dei ruoli e delle persone fatta in ottica strategico evolutiva (http://www.gigroupstarmatrix.it/).

 

Output del modello è una classificazione dei ruoli/professioni in funzione del loro posizionamento strategico in azienda, sia oggi sia in ottica evolutiva: viene quindi individuato il livello di importanza strategica della professionalità in relazione agli obiettivi aziendali attuali (Alto / Basso livello di importanza) e il livello di importanza che le professionalità avranno in relazione alle evoluzioni future dell’azienda alla luce delle trasformazioni di contesto. A questa viene poi connessa un’analisi di come le persone all’interno dell’azienda ricoprono quel ruolo e, a seconda che si tratti di ruoli in crescita, stabili o in declino, valutare se posseggono i requisiti personali e professionali per garantire la crescita del ruolo, la continuità di performance o la loro riconversione/riqualificazione verso altri ruoli.

 

Presupposto di questo modello è il fatto che il cambiamento viene ormai ritenuto elemento inevitabile, e non più eccezionale, nella vita quotidiana delle aziende. Che sia programmato o non programmato, evolutivo o rivoluzionario, graduale o improvviso e discontinuo, il cambiamento rappresenta ormai una variabile sistematicamente inclusa in ogni ragionamento strategico messo in atto da parte delle aziende.

 

I fattori che condizionano l’evoluzione delle aziende possono essere esogeni (innovazione tecnologica, evoluzione naturale dei mercati di riferimento) o endogeni (modifica del posizionamento, della strategia o della Value Proposition aziendale): cambiano i mercati, cambiano le aziende e con esse devono necessariamente cambiare anche i ruoli e le competenze ad essi connessi,elementi determinanti per la competitività di ogni organizzazione.

 

Molti dei modelli HR adottati dalle aziende sono basati su una lettura statica dei ruoli e delle professionalità presenti in azienda, e non sono quindi in grado di cogliere la condizione di costante cambiamento del contesto.

I ruoli vengono quindi definiti in relazione alla fotografia del presente, senza considerare che le scelte strategiche aziendali producono cambiamenti continui, e spesso significativi, nelle responsabilità e nelle attività proprie di ciascun ruolo, modificandone il peso specifico all’interno dell’organizzazione, generando spesso l’esigenza di inserire ruoli del tutto nuovi e determinando la scomparsa di alcune professionalità più tradizionali.

 

 

Il modello applicato al Settore Logistico

 

Applicata a un intero settore, la metodologia Gi Group Star Matrix si limita ad analizzare, in ottica strategico-evolutiva, l’evoluzione dei ruoli che caratterizzano il settore.

Il primo step dello studio mira a individuare i fattori che stanno determinando la spinta evolutiva del settore nel suo complesso.

 

Il settore è oggi sottoposto a pressioni evolutive che possono essere raggruppate in 4 macro-aree:

 

1)     Fattori tecnologici: introduzione di componenti di automazione all’interno dei magazzini, integrazione di flussi di informazione sempre più articolati e complessi all’interno dei processi decisionali

2)     Fattori normativi: evoluzione dello scenario normativo in ottica di Flexsecurity

3)     Evoluzioni socio-culturali: evoluzione dei modelli di consumo e spinta verso modelli Customer Centric, con lead time ridotti e ordinativi sempre più frazionati

4)     Evoluzione dei mercati di riferimento: ridefinizione della filiera a seguito dell’ingresso di nuovi player, ampliamento della gamma di servizi offerti da parte degli operatori ai propri clienti (sia B2B che B2C)

 

Successivamente, a seguito di un set di interviste strutturate con i Manager che hanno in capo la guida strategica delle aziende indagate, i principali ruoli presenti all’interno del settore vengono mappati e clusterizzati in funzione della loro strategicità (Alta / Bassa) e messi in relazione allo scenario di riferimento (attuale e futuro).

 

La strategicità del ruolo viene determinata dall’impatto che il ruolo ha sulle performance aziendali, e il loro posizionamento in ottica futura viene tracciato tenendo conto delle caratteristiche del mercato dando luogo a tre categorie, ovvero profili in Crescita, Stabili e in Declino.

 

 

Le tipologie di professionalità individuate dalla Star Matrix

 

L’incrocio delle dimensioni evidenziate sopra permette di generare una matrice in grado di individuare 6 tipologie di profili: nella parte bassa della schematizzazione verranno individuati i ruoli a Bassa importanza strategica, mentre nella parte alta verranno individuati i ruoli ad alta importanza strategica.

 

Tra i profili considerati a basso impatto sui risultati aziendali individueremo i seguenti ruoli:

 

1) Ruoli Emergenti: professioni con basso impatto sui risultati aziendali attuali ma che l’azienda considera in crescita, in quanto assumeranno un peso crescente in futuro

2)    Ruoli di supporto: professioni con basso impatto sui risultati aziendali e che non saranno interessati da cambiamenti significativi

3)    Ruoli in fase di scomparsa: professioni con basso impatto sulle performance complessive e che si prevede avranno ancor meno peso specifico in futuro

 

Tra i profili considerati ad alto impatto sui risultati aziendali individueremo invece i seguenti ruoli:

 

1)    Ruoli Strategici: professioni con alto impatto sui risultati aziendali che si prevede avranno un peso specifico crescente

2)    Ruoli core (o centrali): professioni con alto impatto sui risultati aziendali che continueranno ad avere la stessa rilevanza in futuro

3)    Ruoli in declino: professioni riconosciute ad alto impatto ma che, in uno scenario evolutivo, perderanno la propria capacità di incidere sul risultato aziendale

 

 

Perché applicare la Star Matrix al settore Logistico

 

 

Il modello Star Matrix permette di sistematizzare le informazioni all’interno di uno schema coerente, in grado di fornire indicazioni utili per disegnare, per ognuno dei profili mappati, un set di politiche HR coerenti e in grado di guidarne l’evoluzione e il posizionamento in azienda.

 

La matrice diventa quindi uno strumento per aiutare le aziende del settore ad avviare una valutazione relativa al percorso di evoluzione relativamente alla propria popolazione aziendale, pianificando  attività e interventi di sviluppo. Gli interventi dovranno essere necessariamente calibrati sulla propria popolazione aziendale, per la quale sarà necessaria una mappatura puntuale, ma una volta individuato un quadro di riferimento coerente relativo al trend di evoluzione dell’intero settore sarà possibile avere uno strumento per progettare lo sviluppo delle proprie risorse in funzione delle esigenze evolutive.

 

Nota: per un approfondimento relativo alla metodologia Star Matrix si rimanda al seguente testo,

La gestione delle persone nei contesti in cambiamento: una proposta metodologica, Cap. X, a cura di Simonetta Cavasin, Marco Guerci, Veronica Crippa Raccolte ESTE libri, ESTE, OD&M e Gi Group (2018)



A cura di Michele Savani

Division Manager Logistics Gi Group


 

24/10/2018, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Nuova nomina P3 Logistic Parks per l'Europa Occidentale

16/01/2019

Lo sviluppatore internazionale affida la direzione delle costruzioni per questa area all'ing. Andrea Amoretti.
read more..

Il 21-24 febbraio torna a Verona Transpotec Logitec

14/01/2019

La fiera dell’autotrasporto, organizzata da Fiera Milano, farà scoprire le novità di mezzi, prodotti e servizi del settore.
read more..

THE Alliance conferma per il 2019 le toccate su Genova

14/01/2019

Il consorzio armatoriale ha deciso un minor numero di soste nei porti italiani, ma lo scalo ligure, assieme a La Spezia, resta incluso nel network.
read more..

Conclusa la 6a edizione di ForMare di Moby e Tirrenia

14/01/2019

Ai due studenti che hanno ottenuto il punteggio più alto viene offerto un contratto a tempo determinato.
read more..
più letti

Servizio aftersales promosso dai clienti di OM STILL

02/01/2018

In Italia la Casa ha una rete assistenza di 800 tecnici e un magazzino con oltre 30 mila referenze a stock che può spedire i ricambi in 24 ore.
read more..

Aumenti pedaggi autostradali, scende in campo anche Zingaretti

03/01/2018

Il presidente della Regione Lazio, in un tweet, annuncia l'incontro con Delrio per dirimere la questione relativa al balzo del 12,89% della Strada dei Parchi (sulla A24 Roma-L'Aquila) e che tante proteste sta suscitando tra pendolari e trasportatori.
read more..

Voucher temporary export manager, in arrivo altre risorse

03/01/2018

Su decisione del ministro Calensa aumentano a circa 36 milioni di euro rispetto ai 26 inizialmente previsti; obiettivo: aumentare il numero di aziende italiane stabilmente esportatrici.
read more..

L'istituto di ricerca IKN Italy organizza il terzoi InnovAuto

03/01/2018

L'evento - focalizzato su innovazioni, nuovi modelli di business e bisogni dei consumatori del mondo automotive & feet e dell’Industria 4.0. - si tiene a Milano il 14 febbraio.
read more..