Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
home » Import / Export » Export italiano su del +7,4% nel 2017, con un volume d'affari di 448 miliardi di euro

Export italiano su del +7,4% nel 2017, con un volume d'affari di 448 miliardi di euro

Nel 2017 l’export italiano è cresciuto del +7,4% raggiungendo un volume di 448 miliardi di euro e un saldo positivo di oltre 47 miliardi di euro. Questo è quanto sostenuto dal Rapporto ICE 2017-2018 “L’Italia nell’economia internazionale” e dall’ Annuario statistico ISTAT-ICE “Commercio estero e attività internazionali delle imprese 2018”, la cui presentazione è avvenuta lo scorso 12 luglio presso il palazzo Mezzanotte di Milano (sede della Borsa italiana). 


Italia nona nella classifica mondiale dei principali Paesi esportatori 
Il nostro Paese si colloca al nono posto nella classifica dei principali esportatori, appena dopo Corea del Sud e Paesi Bassi, sebbene la quota di mercato dell’Italia nell’export mondiale di merci abbia registrato una tiene perdita, scendendo dal 2,95% a 2,92%. Dall’annuario emerge che queste dinamiche hanno determinato una riduzione dell’avanzo commerciale (2,2 miliardi in meno rispetto al 2016) che nel 2017 ha raggiunto i 47,4 miliardi di euro. Tolti i prodotti energetici, l’attivo commerciale è stato pari a 81 miliardi di euro, con un forte aumento rispetto al 2016 (+4,5 miliardi). 


A chi piacciono di più i prodotti del made in Italy
I nostri prodotti vendono bene soprattutto nei mercati extra UE con risultati eccellenti in Cina (22%), Brasile (19%), Russia (19%), Sud Africa (16%) e Stati Uniti (10%). In Europa invece il made in Italy ha avuto molto successo in Irlanda (34%), Slovenia (13%), Portogallo (13%), Polonia (12%), Repubblica Ceca (11%) e Spagna (10%). Va rilevato però che nel 2017 Germania e Francia si sono confermate i principali mercati di sbocco dei nostri prodotti, con quote, rispettivamente, del 12,5% e del 10,3% sul totale delle esportazioni italiane. Gli States occupano saldamente il terzo posto tra i Paesi partner, con una quota del 9%, seguiti da Spagna (5,2%) e Gran Bretagna (5,2%). 


I settori che hanno trainato il nostro export nel 2017
Assai positivi i dati raggiunti da farmaceutica (+16%) seguita dalla metallurgia (+9,9%) e dai prodotti chimici (+9%). Tra i principali settori tradizionali del made in Italy, cresce ancora molto l’alimentare (+7,5%) mentre la moda ha ottenuto risultati più contenuti (tra i settori più performanti quelli di articoli in pelle a +5,9% e di articoli di abbigliamento a +4,7%). 


Gli interventi istituzionali a favore del made in Italy
Con il 2017 si è chiuso il primo triennio del piano straordinario per la promozione del made in Italy. Tra gli interventi pianificati la realizzazione di iniziative promozionali a sostegno di determinati settori; valorizzazione delle principali manifestazioni fieristiche italiane; campagne per rafforzare la presenza dei prodotti italiani nella GDO e per sostenere il loro accesso alle piattaforme di vendite online; azioni di formazione e strumenti (voucher per il temporary export management) per accrescere le competenze delle PMI nel loro progetto di espansione all'estero; campagne di comunicazione per promuovere l’immagine del made in Italy sui mercati esteri. I risultati ottenuti? L’88% delle imprese che hanno partecipato alle attività di formazione e informazione ha avviato nuovi progetti di sviluppo internazionale. Il valore medio in termini di ricavi generati dall’investimento di 1 euro in attività di promozione è pari a circa 3 euro con punte di 14/15 euro nella GDO e di 4/5 euro per i progetti di potenziamento delle fiere. 



16/07/2018, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Con acquisisce le arrività di Auchan nel nostro Paese

15/05/2019

Nel gruppo italiano entra una parte importante dei circa 1.600 punti vendita di Auchan Retail Italia: ipermercati, supermercati, negozi di prossimità con i marchi Auchan e Simply.
read more..

Interporto Bologna: bilancio 2018 in forte espansione

15/05/2019

Registrato un risultato economico pari a 23,1 milioni di euro di ricavi e un utile al netto delle imposte di 853.888,00 euro (+31%).
read more..

Camionisti, una community decisamente “social”

15/05/2019

Il 66% passa sui social network da 1 a 2 ore al giorno; per il 35% rappresentano un modo per alleggerire le dure giornate di lavoro.
read more..

Prime reti di imprese logistiche per imballaggi terziari

14/05/2019

Sicilia e Lombardia sono le prime regioni italiane a dotarsi delle reti Logiteam: entro l'anno ve ne saranno altre 5 in Veneto, Abruzzo, Lazio, Puglia e Calabria con altrettanti centri di servizio dedicati.
read more..
più letti

Servizio aftersales promosso dai clienti di OM STILL

02/01/2018

In Italia la Casa ha una rete assistenza di 800 tecnici e un magazzino con oltre 30 mila referenze a stock che può spedire i ricambi in 24 ore.
read more..

Aumenti pedaggi autostradali, scende in campo anche Zingaretti

03/01/2018

Il presidente della Regione Lazio, in un tweet, annuncia l'incontro con Delrio per dirimere la questione relativa al balzo del 12,89% della Strada dei Parchi (sulla A24 Roma-L'Aquila) e che tante proteste sta suscitando tra pendolari e trasportatori.
read more..

Voucher temporary export manager, in arrivo altre risorse

03/01/2018

Su decisione del ministro Calensa aumentano a circa 36 milioni di euro rispetto ai 26 inizialmente previsti; obiettivo: aumentare il numero di aziende italiane stabilmente esportatrici.
read more..

L'istituto di ricerca IKN Italy organizza il terzoi InnovAuto

03/01/2018

L'evento - focalizzato su innovazioni, nuovi modelli di business e bisogni dei consumatori del mondo automotive & feet e dell’Industria 4.0. - si tiene a Milano il 14 febbraio.
read more..