Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
home » L'intervista » Intervista a Paolo Guidi di Kuehne + Nagel

Intervista a Paolo Guidi di Kuehne + Nagel

Con la recente acquisizione di Ferlito Pharma Logistics, società di primaria importanza nella logistica farmaceutica nazionale e presente sul mercato da 80 anni, Kuehne + Nagel Italia rafforza la propria presenza in questo segmento di mercato, ampliando il proprio business nelle aree produttive chiave dell’industria farmaceutica nel nostro Paese, quali Roma e Milano, nonché incrementando l’offerta dei servizi di GXP-GDP, stoccaggio, trasporti e distribuzione locale e GMP (Good Manufacturing Practices). Di questo e altre strategie abbiamo parlato con il Sales & Marketing Director di Kuehne + Nagel Italia, Paolo Guidi.

 


Vogliamo analizzare le differenti motivazioni che stanno dietro all’acquisizione di Ferlito Pharma Logistics da parte di Kuehne + Nagel? 

Guidi: Tutto parte da una Strategia Corporate: fra gli obiettivi del Gruppo di questi ultimi tre anni, vi è quello di aumentare la nostra offerta di servizi di Supply Chain anche su determinate Industry, rafforzando quindi la nostra presenza nel Mercato: il settore farmaceutico è rientrato in una di queste scelte strategiche. Abbiamo quindi effettuato una serie di analisi e valutazioni per sviluppare l’Industry di riferimento sia in modo organico che attraverso processi di acquisizione . In ambito freight forwarding, Kuehne + Nagel aveva già potenziato sul territorio anche italiano, con varie attività sia di sviluppo commerciale che di setup operativo, che avevano permesso negli ultimi anni di essere all’avanguardia per i servizi erogati. Per la parte Contract Logistics (magazzini e distribuzione nazionale) si è avvertita l’esigenza di un’azione differente. E ciò poteva avvenire solo attraverso un’acquisizione, come è avvenuto con Ferlito Pharma.


 

Possiamo quindi parlare di una volontà di completare soprattutto la vostra offerta logistica?

Guidi: In effetti dietro all’acquisizione c’è anche – come già detto -  la volontà di completare maggiormente un’offerta di servizi E2E in ambito supply chain, già comunque di ampia gamma: quanto portato in dote da Ferlito Pharma in Italia ancora ci mancava, sia come competenze professionali (know how - skills), che come copertura geografica sul territorio Italiano (presenza di due magazzini con certificazioni e investimenti dedicati all'industria farmaceutica)

 


In quest’ottica si spiega anche l’altra analoga acquisizione effettuata da Kuehne + Nagel in Turchia?

Guidi:  In Turchia Kuehne + Nagel ha anche stipulato un accordo per l'acquisizione di Zet Farma, leader nazionale nel settore della logistica farmaceutica. Con 400 dipendenti l'azienda, fondata nel 1992, gestisce 4 magazzini pharma nell’area metropolitana di Istanbul, per un totale di 56.000mq. Questa operazione segna l'ingresso di Kuehne + Nagel nel mercato della logistica pharma in Turchia, oggi in rapida crescita. Resta il fatto che le due acquisizioni, quella turca e quella italiana, sottolineano sia la strategia globale di Kuehne + Nagel, volta appunto a crescere continuamente nell'industria farmaceutica, sia l'attenzione del Gruppo per le acquisizioni di aziende di nicchia e specializzate.


 

Non crede che il settore della logistica del farmaco sia ormai saturo nel nostro Paese?

Guidi: Dalle analisi di Market Intelligence condotte emerge che l’Italia è il secondo Paese in Europa come produttore manifatturiero in e il primo in termini di trend di crescita. Questo evidenzia quindi un’attività produttiva molto importante e con una crescita nell’esportazioni europee e internazionali in modo esponenziale, anche da parte di aziende medio-piccole che vanno sempre più a commercializzare in mercati esteri. 

 


Quattro sono i servizi offerti da Kuehne + Nagel anche per il settore del Pharma, ovvero contract logistics, airfreight, seafreight e overland. Vogliamo analizzare i punti di forza  che offrite per ciascuno di esse? Iniziamo dalla contract logistics.

Guidi: Avere magazzini che coprono le esigenze del territorio, essendo collocati uno nell’hinterland di Milano (a Siziano) e uno nella periferia romana (Anagni) è sicuramente un punto di forza. Possiamo contare anche su specializzazioni particolari, come la certificazione GMP, con conseguente realizzazione di attività di confezionamento e manipolazione del farmaco. Da tenere poi presente che all’interno dei due magazzini siamo in grado di gestire prodotti a temperatura negativa (soprattutto plasma).

 


Veniamo ai servizi aerei: quale è la loro incidenza?

Guidi: Il Trasporto Aereo per i traffici internazionali è la modalità di trasporto più utilizzata dal settore farmaceutico: negli ultimi tre anni abbiamo investito molto in infrastrutture e tecnologie aprendo nuove celle frigorifere (+ 2°/+ 8° e + 15°/+25°) e implementando sistemi di monitoraggio per gestire i volumi in transito, sempre più significativi, nei nostri hub di Milano e Roma. 

 


E per la parte marittima e overland che dire?

Guidi: L’incidenza dei servizi Seafreight è in crescita ma ad oggi ancora marginale per il segmento pharma, in primo luogo per la criticità nella manipolazione del farmaco lungo tutta la filiera; quindi sebbene ci siano evoluzioni in atto, i volumi restano ridotti e il trasporto internazionale principe dei prodotti farmaceutici rimane quello aereo. Per quanto riguarda l’Overland, da tre anni stiamo crescendo molto bene: tutte le attività che sul territorio possono fornire sia un trasporto domestico capillare che europeo si stanno sviluppando positivamente e nutriamo importanti aspettative.

 


Al momento dunque potete contare su tre magazzini per il pharma? 

Guidi: Oltre ai siti di Siziano e Anagni di Ferlito Pharma, per cui abbiamo già previsto ampliamenti e ottimizzazione di utilizzo degli spazi esistenti, Kuehne + Nagel ha anche un plant logistico a Stradella (Pavia) dedicato a Roche.  Con queste strutture di fatto copriamo tutta la penisola, contando anche su partner distributivi operativi in tutto il territorio nazionale.

 


Quali invece le prestazioni tecnologiche da voi fornite?

Guidi: Parlando di digitalizzazione nella maniera più ampia, Kuehne + Nagel ha lanciato un’iniziativa a 360 gradi, indipendentemente dai segmenti di specializzazione. Le persone (oggi più di 70 mila) e i sistemi ICT sono tra i punti di maggior forza del nostro Gruppo. Tra le varie soluzioni innovative adottate figurano anche quelle per tracciabilità e controllo delle spedizioni a livello globale e non solo domestico ed europeo, con tecnologie posizionate sulle merci, sui mezzi o addirittura negli aeroporti tramite cui è anche possibile rilevare la temperatura delle merci durante il tragitto fino alla consegna. Tutte le informazioni rilevate vengono collettate e rese poi disponibili al cliente finale attraverso il nostro portale, il tutto in tempo reale. E ciò è applicabile anche al trasporto terrestre. Nei Magazzini Pharma invece Kuehne Nagel a iniziato ad installare dei Robot (Cobot) di facile programmazione che aumentano le performance complessive (Produttività e Qualità).

 


Gestirete traffico farmaceutico anche in import-export?

Guidi: Questa è stata l’attività partita per prima in Kuehne + Nagel Italia, col trasporto aereo di quantitativi sempre maggiori di prodotti farmaceutici già dal 2014 e con la realizzazione di celle a temperatura controllata (+ 2°/+ 8° e + 15°/+25°) nel nostro magazzino di Segrate (Milano). In seguito all’acquisizione di Ferlito Pharma integriamo ora tutti i processi della filiera, fornendo servizi E2E ai nostri Clienti.



Logistica sanitaria: che interesse avete per questa attività?

Guidi: Stiamo analizzando questo segmento con molta attenzione, anche con il supporto di Assologistica, nostra Associazione di riferimento in ambito logistico. E’ un’area che vogliamo quindi esplorare, massimizzando l’esperienza dell’operatore acquisito.



Siete stati recentemente presenti a due eventi "Pharma" a dimostrazione della strategia di crescita di KN Italia nel settore farmaceutico. Ne vogliamo parlare?

Guidi: Negli ultimi due mesi Kuehne + Nagel Italia ha partecipato a due importanti eventi di settore: il convegno “Drug Supply Chain”, che si è svolto a metà maggio a Milano e che ha riguardato principalmente le tematiche della produzione, del confezionamento e della distribuzione nel settore farmaceutico. Si tratta del primo evento dedicato al mondo del pharma a cui Kuehne + Nagel Italia ha partecipato attivamente dopo l'acquisizione di Ferlito Pharma. Mentre a Roma, il 21 e 22 giugno scorsi, siamo stati presenti al “2nd annual Meeting Temperatuz 2017 End-To-End GDP Pharma Logistics” non solo con uno stand, ma anche con un intervento in cui ho presentato KN PharmaChain e i nostri servizi dedicati al settore farmaceutico. Questo evento - che ha visto la partecipazione di rappresentanti e manager logistici di molte tra le più importanti aziende farmaceutiche, partner logistici e spedizionieri - è stato caratterizzato da una fitta agenda di interventi e case study, intervallati da momenti di incontro, networking, workshop e tavole rotonde, che hanno permesso di creare valore e interscambio di opinioni, esperienze e accrescere la conoscenza del mondo della logistica farmaceutica.


Ornella Giola

10/07/2017, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Il Gruppo STEF lancia il proprio brand nel Paesi Bassi

20/11/2017

Il lancio è avvenuto in occasione dell’inaugurazione dei nuovi 8.000 mq all’interno della piattaforma logistica di Bodegraven.
read more..

Tutto sul packaging del futuro a IPACK-Mat di Fiera Milano

20/11/2017

La area espositiva di IPACK-IMA sarà dedicata a proposte innovative in fatto di materie prime, componenti e imballaggi ad alto valore aggiunto, con soluzioni per l’anti-contraffazione, la tracciabilità e un focus sugli imballaggi per l’e-commerce.
read more..

Anna Zanchi nuova marketing & communication manager JLL

20/11/2017

Guiderà la nuova strategia di marketing, comunicazione e branding sul territorio nazionale della Fortune 500 company quotata al NYSE.
read more..

Industria 4.0: nuove frontiere per logistica e supply chain

20/11/2017

Il tema è al centro di un convegno che si tiene il 22 novembre presso l'Associazione degli Industriali di Novara; si tratta del secondo appuntamento promosso da ISCA International Supply Chain Academy e Confindustria Piemonte.
read more..
più letti

Sistri, la piena operatività fatta slittare all'anno 2017

08/01/2016

Il doppio binario con anche i vecchi adempimenti cartacei doveva finire dal 2016, ma il decreto Milleproroghe lo ha prolungato di un anno.
read more..

A Bologna è di scena la logistica che fa innovazione

21/01/2016

Grazie al convegno organizzato il 28 gennaio dall'Osservatorio Contract Logistics (School of Management-Politecnico di Milano) e Assologistica.
read more..

La Cina punta al trasporto ferroviario delle merci

08/01/2016

Nel 2016 la Ferrovia Internazionale Yuxinou realizzerà quasi un treno al giorno dal Paese asiatico per l’Europa.
read more..

TomTom Telematics acquisisce la polacca Finder SA

08/01/2016

La società si rivolge così direttamente al grande mercato della telematica, stabilendo inoltre una posizione di leadership nell’Europa orientale.
read more..