Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
home » Le notizie di oggi » L'Autorità Portuale di Rotterdam e IBM unite per creare il porto più intelligente del mondo

L'Autorità Portuale di Rotterdam e IBM unite per creare il porto più intelligente del mondo

L'Autorità Portuale di Rotterdam e IBM stanno collaborando su un'iniziativa di digitalizzazione pluriennale per trasformare l'ambiente operativo dello scalo olandese utilizzando le tecnologie Internet of Things (IoT) nel cloud a beneficio del porto e di chi lo utilizza. L'iniziativa preparerà anche l'intero sito di 42 chilometri del porto di Rotterdam per ospitare le navi connesse in futuro. Coinvolti nel progetto anche Cisco e Axian.


Gestione del traffico più sicura ed efficiente
La partnership inizia con lo sviluppo di un'applicazione dashboard centralizzata che raccoglierà ed elaborerà dati in tempo reale, dati meteorologici (meteo) e dati sulle comunicazioni real time, analizzati attraverso la piattaforma IoT di IBM. Ciò consentirà una nuova gestione del traffico più sicura ed efficiente al porto. "Qui a Rotterdam, stiamo prendendo provvedimenti per diventare il porto più intelligente del mondo - afferma Paul Smits, direttore finanziario dell'Autorità Port of Rotterdam - La velocità e l'efficienza sono essenziali per la nostra attività e ci impongono di utilizzare tutti i dati a nostra disposizione. Grazie a informazioni in tempo reale su infrastrutture, acqua, aria, e così via, possiamo migliorare enormemente il servizio che offriamo a tutti coloro che usano il porto e si preparano ad abbracciare il trasporto autonomo e connesso del futuro". 


Avviata la trasformazione digitale di 42 km di terra e mare
Come scalo marittimo più grande d'Europa, il porto di Rotterdam gestisce oltre 461 milioni di tonnellate di merci e più di 140.000 navi all'anno. In precedenza,  la sua operatività si basava su comunicazioni radio e radar tradizionali tra comandanti, piloti, operatori terminalisti, rimorchiatori e altro ancora per prendere decisioni chiave sulle operazioni portuali. Ora che il porto inizia la sua trasformazione digitale, i sensori vengono installati su 42 chilometri di terra e di mare, dalla città di Rotterdam al mare del Nord, lungo le banchine del porto, i posti di ormeggio e le strade. 


Dati fondamentali per rendere lo scalo "intelligente"
Questi sensori raccoglieranno più flussi di dati, inclusi dati relativi all'acqua (idro) e meteo (meteo) su maree e correnti, temperatura, velocità e direzione del vento, livelli dell'acqua, disponibilità e visibilità degli ormeggi. Tali dati saranno analizzati dalle tecnologie IoT basate su cloud di IBM e trasformati in informazioni che il porto di Rotterdam può utilizzare per prendere decisioni che riducono i tempi di attesa, per determinare tempi ottimali per le navi da attraccare, caricare e scaricare e per abilitare più navi nella disponibilità spazio. Ad esempio, il porto di Rotterdam sarà in grado di prevedere il miglior tempo in base al livello dell'acqua, di far arrivare una nave e quando farla ripartire, assicurandosi che la quantità massima di carico venga caricata a bordo.  

13/02/2018, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

A “Il Sud #InRete con l'Europa” per conoscere i fondi per la coesione

16/11/2018

L'evento è organizzato a Palermo dal Programma Operativo Nazionale Infrastrutture e reti 2014-2020 del MIT al festival "Porte aperte all’innovazione".
read more..

Il food online in Italia cresce del 34%, per un valore complessivo di 1,1 miliardi di euro

15/11/2018

Le imprese, anche di logistica, devono cavalcare questa rivoluzione per creare nuove modalità di relazione con il consumatore ed essere competitive sui mercati esteri.
read more..

Il porto di Trieste va in missione a Monaco di Baviera

15/11/2018

Triste si conferma scalo di riferimento per i traffici della Baviera destinati a Mediterraneo e Far East
read more..

In arrivo il nuovo transpallet EP 12 WS firmato BAOLI

15/11/2018

Ha una struttura robusta, motore da 650 W e batterie agli ioni di litio esenti da manutenzione; prevede un buon rapporto prezzo-qualità.
read more..
più letti

Codognotto in prima linea nella green logistics

02/01/2017

L'operatore è presente in due iniziative della Commissione Ue quali i progetti LNG blue corridor e OptiTruck.
read more..

Un nuovo presidio Palletways nell'area di Monza Brianza

02/01/2017

E' il concessionario Autotrasporti Giobbio di Lazzate, che gestirà un'area dove l'espansione dei volumi risulta importante e strategica.
read more..

Accordo Linde Material Handling Italia e Volandia

02/01/2017

Con questa partnership il Parco e Museo del Volo potrà utilizzare a titolo gratuito gli innovativi strumenti della Casa tedesca, a partire dai carrelli elevatori.
read more..

AEFI sigla un agreement internazionale con IELA

02/01/2017

L'Associazione Esposizioni e Fiere Italiane collaborerà con l'Associazione mondiale dei professionisti della logistica per il settore fieristico.
read more..