Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
home » Le notizie di oggi » L'Autorità Portuale di Rotterdam e IBM unite per creare il porto più intelligente del mondo

L'Autorità Portuale di Rotterdam e IBM unite per creare il porto più intelligente del mondo

L'Autorità Portuale di Rotterdam e IBM stanno collaborando su un'iniziativa di digitalizzazione pluriennale per trasformare l'ambiente operativo dello scalo olandese utilizzando le tecnologie Internet of Things (IoT) nel cloud a beneficio del porto e di chi lo utilizza. L'iniziativa preparerà anche l'intero sito di 42 chilometri del porto di Rotterdam per ospitare le navi connesse in futuro. Coinvolti nel progetto anche Cisco e Axian.


Gestione del traffico più sicura ed efficiente
La partnership inizia con lo sviluppo di un'applicazione dashboard centralizzata che raccoglierà ed elaborerà dati in tempo reale, dati meteorologici (meteo) e dati sulle comunicazioni real time, analizzati attraverso la piattaforma IoT di IBM. Ciò consentirà una nuova gestione del traffico più sicura ed efficiente al porto. "Qui a Rotterdam, stiamo prendendo provvedimenti per diventare il porto più intelligente del mondo - afferma Paul Smits, direttore finanziario dell'Autorità Port of Rotterdam - La velocità e l'efficienza sono essenziali per la nostra attività e ci impongono di utilizzare tutti i dati a nostra disposizione. Grazie a informazioni in tempo reale su infrastrutture, acqua, aria, e così via, possiamo migliorare enormemente il servizio che offriamo a tutti coloro che usano il porto e si preparano ad abbracciare il trasporto autonomo e connesso del futuro". 


Avviata la trasformazione digitale di 42 km di terra e mare
Come scalo marittimo più grande d'Europa, il porto di Rotterdam gestisce oltre 461 milioni di tonnellate di merci e più di 140.000 navi all'anno. In precedenza,  la sua operatività si basava su comunicazioni radio e radar tradizionali tra comandanti, piloti, operatori terminalisti, rimorchiatori e altro ancora per prendere decisioni chiave sulle operazioni portuali. Ora che il porto inizia la sua trasformazione digitale, i sensori vengono installati su 42 chilometri di terra e di mare, dalla città di Rotterdam al mare del Nord, lungo le banchine del porto, i posti di ormeggio e le strade. 


Dati fondamentali per rendere lo scalo "intelligente"
Questi sensori raccoglieranno più flussi di dati, inclusi dati relativi all'acqua (idro) e meteo (meteo) su maree e correnti, temperatura, velocità e direzione del vento, livelli dell'acqua, disponibilità e visibilità degli ormeggi. Tali dati saranno analizzati dalle tecnologie IoT basate su cloud di IBM e trasformati in informazioni che il porto di Rotterdam può utilizzare per prendere decisioni che riducono i tempi di attesa, per determinare tempi ottimali per le navi da attraccare, caricare e scaricare e per abilitare più navi nella disponibilità spazio. Ad esempio, il porto di Rotterdam sarà in grado di prevedere il miglior tempo in base al livello dell'acqua, di far arrivare una nave e quando farla ripartire, assicurandosi che la quantità massima di carico venga caricata a bordo.  

13/02/2018, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Polo Mercitalia protagonista a Green Logistics Expo

21/02/2018

La divisione cargo delle nostre ferrovie sarà presente con un proprio stand alla manifestazione in programma presso Padova Fiere dal 7 al 9 marzo.
read more..

Palletways effettua consegne green nella ZTL di Bologna

20/02/2018

Il primo mezzo elettrico del network, un un Nissan NT400 3.5 ton, viene già impiegato all’ombra delle due torri.
read more..

Una mappa del ”riformato” sistema portuale italiano

20/02/2018

La pubblica il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti; illustra la nuova organizzazione della nostra portualità e la sua integrazione con la rete di trasporti europea.
read more..

Raggiunto accordo finanziario tra DB, DB Schenker e Air France-KLM

20/02/2018

Trovata la soluzione della causa contro il gruppo di compagnie aeree per i danni subiti dalle due società tedeschei in un cartello storico di fissazione dei prezzi del trasporto aereo tra dicembre 1999 e febbraio 2006.
read more..
più letti

Inventory Optimization Value Matrix 2017, ToolsGroup al top

08/05/2017

Nell'analisi pubblicata da Nucleus Research la società si conferma tra i leader per il terzo anno consecutivo, grazie alla pianificazione avanzata delle scorte.
read more..

Progetto Campus, formazione secondo Hörmann Italia

28/07/2017

Una vera e propria Hörmann Academy, quella messa in piedi dall’azienda che da oltre 10 anni si rivolge ai propri partner proponendo un formazione continua e specializzante presso la sede di Lavis.
read more..

LPR elimina i chilometri a vuoto grazie a una speciale collaborazione con U Log

24/11/2017

A seguito di una dettagliata analisi dei rispettivi sistemi di trasporto, le due aziende hanno riscontrato che molti dei loro flussi di trasporto erano sovrapposti; li hanno allora messi in comune, togliendo dalla strada 70 camion.
read more..

L'industria 4.0 protagonista al 2° Manufactoring Forum

13/02/2018

L'evento si tiene il 12 e 13 marzo nella sede del Gruppo 24 Ore, a Milano; tanti i temi in discussione per apprendere a come ripensare la catena del valore nell'era digitale.
read more..