home » Approfondimenti » La Logistica incontra la Scuola: il progetto di orientamento scolastico di Gi Group Divisione Logistics

La Logistica incontra la Scuola: il progetto di orientamento scolastico di Gi Group Divisione Logistics

Gi Group Divisione Logistics ha lanciato, in collaborazione con Assologistica, il Progetto “La Logistica incontra la Scuola”, un ciclo di incontri che vedrà la rete di consulenti di selezione Gi Group tenere sessioni di orientamento presso Istituti Superiori e Università nelle regioni a maggiore vocazione logistica lungo tutto l’anno scolastico 2019/2020.

Questo progetto nasce dalla convinzione che il settore logistico sia oggi troppo poco conosciuto dalla maggior parte di coloro che stanno cercando una opportunità professionale o un indirizzo di studi specifico per poter orientare il proprio percorso lavorativo verso questa direzione.

Dall’esperienza quotidiana delle Recruiter Gi Group impiegate presso le oltre 200 filiali presenti sul territorio nazionale, a contatto con i need specifici delle aziende del settore logistico e con le esperienze dei candidati in cerca di lavoro, emerge come in molte occasioni la percezione da parte dei candidati delle opportunità professionali offerte dal settore logistico non sia allineata alla effettiva realtà. Questo comporta che spesso un candidato, a parità di offerta professionale, sia più propenso ad orientarsi verso altri settori, se non addirittura a rifiutare già in partenza una proposta in ambito logistico, sulla base di una scarsa conoscenza se non addirittura di preconcetti riguardo il comparto nel suo complesso. Allo stesso tempo nelle conversazioni con gli operatori del settore emerge la consapevolezza di questo disallineamento, generato prima di tutto da un’immagine percepita del comparto che non è più attuale e che risulta appannata se paragonata a quella di altri settori. 



L’iniziativa “La Logistica incontra la Scuola” vuole quindi contribuire all’innalzamento del livello di conoscenza del settore e delle opportunità professionali che può offrire, realizzando un’azione di Employer Branding di settore. Quando parliamo di Employer Branding ci riferiamo generalmente alla capacità di una singola azienda di costruire e veicolare verso l’esterno un’immagine allineata ai propri valori fondanti, con la finalità di costruire una reputazione solida e generare capacità di attrarre e trattenere i migliori talenti disponibili sul mercato. E’ evidente come in un mercato del lavoro caratterizzato da skills shortage la capacità di un’azienda, o nel caso del nostro ragionamento di un intero settore, di realizzare una solida azione di Employer Branding diventa un elemento in grado di determinare il mix di skills che si è in grado di attrarre e di trattenere, e di conseguenza la capacità di competere al meglio delle proprie possibilità sul mercato.

Il progetto “La Logistica incontra la Scuola” è inoltre un’operazione che risponde al ruolo che un’azienda come Gi Group deve giocare all’interno del mercato del lavoro, ovvero quello di facilitare il dialogo tra il mondo delle aziende e quello dei candidati: contribuire all’orientamento di studenti di scuole superiori e università significa favorire un miglior matching tra domanda e offerta di lavoro. 

Un’indagine LinkedIn di alcuni anni fa dichiara che una azione strutturata e continuativa di Employer Branding può determinare una riduzione nel costo per le assunzioni fino al 50% e una riduzione del tasso di turnover fino al 28%, e la stessa indagine sottolinea come la dimensione social in cui ci troviamo immersi aumenta il livello di attenzione che ogni azienda dovrebbe avere verso le politiche di gestione della propria reputazione: se un’azienda non parla di sé non solo risulterà meno attrattiva di altre che lo fanno, ma corre anche il rischio che la sua immagine si formi sulla base di opinioni create da altri. Essere in grado di veicolare al meglio verso l’esterno la corretta immagine aziendale, facendo emergere le caratteristiche distintive e qualificanti che rendono unica una determinata opportunità professionale, è quindi di importanza fondamentale. 



Le sessioni di orientamento del progetto di orientamento coinvolgeranno 5 regioni (Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna e Lazio) e circa 100 interventi presso Istituti Superiori e Università, permettendo ai consulenti Gi Group di raccontare agli studenti quale sia l’articolazione del settore, quali siano i principali attori della filiera logistica, quale il loro ruolo e quali le professioni che le aziende si aspettano di ricercare nei prossimi 3-5 anni. Agli studenti verranno raccontati i risultati dell’indagine Gi Group Star Matrix, realizzata all’inizio del 2019 da Gi Group Divisione Logistics in collaborazione con Assologistica e Osservatorio Contract Logistics del Politecnico di Milano, per dare evidenza di quanto il mondo della Logistica sia in forte trasformazione e offra opportunità professionali potenzialmente attrattive per molti candidati: il settore logistico dichiara di avere in particolar modo necessità, nell’immediato futuro, di figure evolute in ambito Engineering, Sales e ICT. Se queste figure saranno maggiormente attratte da altri settori, come sta accadendo oggi, la filiera logistica rischia di perdere attrattività verso i migliori talenti disponibili sul mercato per queste aree professionali, non riuscendo quindi a portare a sé le competenze necessarie a innovare e a competere al meglio.

Agli studenti verrà raccontato come i ruoli in ambito Solution Design si caratterizzino per un alto tasso di contenuto consulenziale, di come i ruoli in ambito Sales offrano grandi potenziali di crescita, vista la fase espansiva del settore, ma anche di come ruoli in ambito Operations e Distribuzione si stiano fortemente ridefinendo grazie a una generale riqualificazione grazie al miglioramento degli standard di qualità del lavoro, alla crescita dell’ecommerce e all’introduzione di soluzioni tecnologiche avanzate, offrendo oltretutto opportunità di lavoro sia full time che part time, utili per coniugare impegni di lavoro e personali, e offrendo sia impieghi stabili sia contratti temporanei durante i picchi stagionali.



In aggiunta a questo verrà trasmesso come gli elementi del Total Reward che il settore può offrire, inteso come la totalità di elementi che vengono riconosciuti quale compenso per il lavoro svolto (retribuzione, benefits, equilibrio casa-lavoro, performance e riconoscimento, sviluppo professionale): gli studenti possano potranno quindi avere un’idea generale di quali possano essere le aspettative verso il settore sotto questo profilo. In alcune occasioni Gi Group avrà inoltre la possibilità di ospitare in aula testimonial aziendali, ex studenti che hanno intrapreso da alcuni anni un percorso in questo ambito e che potranno raccontare agli studenti l’esperienza diretta di un percorso professionale all’interno del settore.

Da ultimo Gi Group avrà un’occasione unica per avere un confronto diretto con gli studenti, raccogliendo spunti e sollecitazioni utili per facilitare il dialogo con il mercato dei datori di lavoro della filiera logistica, e per riportare a questi ultimi una fotografia quanto più possibile aggiornata di quali siano aspettative e aspirazioni di tanti giovani che faranno in pochi anni il loro primo passo nel mondo del lavoro.


di Michele Savani – Division Manager Logistics Sector Gi Group


12/11/2019, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Partita la collaborazione tra TELT e Rail Baltica

30/06/2022

La partnership tra i promotori delle nuove connessioni ferroviarie europee è stata siglata ai Connecting Europe Days, l’appuntamento della Commissione Ue che da dieci anni si confronta su presente e futuro delle reti TEN-T.
read more..

driveMybox sigla accordo strategico con Go.Trans

30/06/2022

La nuova nata del gruppo Contship Italia che fa leva sulla tecnologia digitale per portare efficienza e trasparenza nella gestione del trasporto container integrerà il business della società fondata da Franco Gobbi.
read more..

Friulia entra nel capitale della softwarehouse Infoera

30/06/2022

La società finanziaria della Regione Friuli-Venezia Giulia ha acquisito una partecipazione pari al 20%. Le restanti quote sono così ripartite: a Circle il 51% e a Catone Investimenti il 29%.
read more..

La figura della Logistica entra nel Codice civile

30/06/2022

Soddisfazione da parte di Assologistica per il compimento di un percorso avviato dall’Associazione sei anni fa. La novità legislativa consentirà uno sviluppo armonico e regolamentato delle attività logistiche nel nostro Paese.
read more..
più letti

Progetto Bomi Group per armonizzare processi di qualità

06/12/2021

Consente ai dipendenti di consultare procedure operative e documentazione e di partecipare a corsi di formazione, con benefici in termini di automazione, controllo, armonizzazione e impatto positivo sull’ambiente.
read more..

Autotrasporto, contributo ART sospeso per l'anno 2021

06/05/2021

La Commissione Bilancio e Finanze del Senato, che sta discutendo il Decreto Sostegni, ha approvato un emendamento al testo del decreto, che esonera le imprese del settore dalla contribuzione, causa gli effetti della pandemia.
read more..

Il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti incontra il presidente di Assologistica Umberto Ruggerone

02/11/2021

La riunione è stata dedicata alla situazione della filiera logistica e al significativo contributo che gli operatori del settore possono apportare in una fase di ripartenza per l'intero sistema Paese.
read more..

Report di Zalando sulla sostenibilità nella moda

20/04/2021

Tema caro ai consumatori della Generazione Z (18-24 anni), con si evince dall'analisi "It Takes Two" elaborata dalla piattaforma online di moda e lifestyle leader in Europa.
read more..