Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
home » Import / Export » SACE SIMEST e Confindustria Russia: primo accordo per le imprese italiane nel mercato russo

SACE SIMEST e Confindustria Russia: primo accordo per le imprese italiane nel mercato russo

Missioni di sistema e facilitazione delle relazioni con partner strategici in Russia per le imprese italiane. Sono solo alcune delle attività previste nel primo accordo tra SACE SIMEST, polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP, e Confindustria Russia che è stato firmato recentemente presso la sede di SACE a Roma. Obiettivo: rafforzare la cooperazione strategica per sostenere la capacità di esportazione e penetrazione delle imprese italiane nel mercato russo, oltre a rafforzare la competitività di quelle che già vi operano.

 

 

COSA PREVEDE L’ACCORDO

In base all’accordo, SACE SIMEST e Confindustria Russia uniranno il proprio know-how, per pianificare missioni e iniziative, in Italia e in Russia, destinate a promuovere le relazioni tra imprese italiane e potenziali partner russi – sia pubblici che privati – con l’obiettivo di favorire investimenti e insediamenti produttivi italiani, azioni commerciali e la partecipazione di aziende italiane, anche in forma aggregata, a bandi, fiere ed eventi di carattere internazionale.

 

 

PAROLA AI PROTAGONISTI

“L’accordo di apre grandi opportunità alle imprese italiane, che solo nell’ultimo anno hanno realizzato oltre 7 miliardi di euro di export in Russia. - ha detto Alessandro Decio, amministratore delegato di SACE - In un contesto che si profila sempre più complesso, possiamo davvero giocare un ruolo fondamentale nel sostenere il business delle aziende italiane con servizi assicurativo-finanziari dedicati e iniziative di sistema. Siamo pronti a dare il massimo in questa direzione, agendo sempre in conformità con il quadro normativo internazionale, al fianco di un partner come Confindustria Russia”. “La rete di collaborazione esistente tra Confindustria Russia, le associazioni di categoria russe e le regioni permetterà di portare il sostegno di SACE SIMEST alle imprese italiane presenti in tutta la Federazione Russa, facilitando un sempre maggior numero di iniziative e di domanda di competenze e tecnologie", gli ha fatto eco Ernesto Ferlenghi, presidente di Confindustria Russia.

 

 

RUOLO DI SACE SIMEST NELLA FEDERAZIONE RUSSA

Con un portafoglio di transazioni di export assicurate e investimenti garantiti superiore ai 3 miliardi di euro, la Russia è uno dei mercati più rilevanti per SACE SIMEST. Anche grazie alla presenza di un Ufficio a Mosca dal 2006, il polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP ha sostenuto la crescita del made in Italy in Russia al fianco dei principali stakeholder economico-finanziari russi, sia realtà assicurativo-finanziarie come VEB-Vnesheconombank, Exiar, Sberbank, VTB Bank, sia grandi corporate come Gazprom, Yamal LNG ed EuroChem.

 

 

IMPORTANZA DELLA RUSSIA NELL'EXPORT ITALIANO

Nonostante la crescente complessità che caratterizza questo mercato, la Russia si conferma una delle destinazioni più importanti per l’Italia con 748 imprese connazionali attive nel Paese e oltre 7 miliardi di euro di esportazioni nel 2018, pronte a crescere a un tasso medio annuo del 4,4% nel triennio 2019-2021, secondo le previsioni di SACE. Tra i principali settori di opportunità per il made in Italy vi sono in particolare: i beni d’investimento e le tecnologie industriali, da sempre top performer dell’export italiano, che potranno beneficiare della ripartenza degli investimenti pubblici e privati, favorita dal recupero dei prezzi del petrolio; l’agroalimentare in cui il know-how italiano è particolarmente apprezzato per la modernizzazione delle linee produttive; il settore energetico, che continua a rappresentare un settore-chiave di sviluppo dell’economia del Paese, e il settore delle costruzioni, in cui sono in corso diversi investimenti volti a colmare il gap infrastrutturale e se ne attendono altri tesi a valorizzare le regioni periferiche; infine, i beni di consumo rimangono una vetrina del made in Italy particolarmente richiesta e che sempre più richiede investimenti e aperture di spazi in loco, in particolare nel comparto moda.

 

28/01/2019, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Inedita piattaforma logistica di grado A per il gruppo GSE

22/11/2019

Il complesso immobiliare - realizzato prr conto di Carlyle Real Estate - è situato in una posizione ideale, nel comune di Mesero (Lombardia) a ovest di Milano, occupando un'area di 48.200 mq.
read more..

Parla Andra Gentile, presidente di Assologistica

22/11/2019

Il capo dell'Associazione nazionale degli operatori di logistica in conto terzi si esprime su quanto attendersi dal Governo in carica, in considerazione del fatto che mentre gli altri Paesi Ue corrono, l'Italia della logistica continua solo a camminare.
read more..

CONTRACT LOGISTICS: LA CRESCITA CONTINUA, LIEVE, MA CONTINUA

21/11/2019

Nel '18 il fatturato è di 84 miliardi di euro (+0,7%) consolidando il trend positivo degli ultimi 5 anni; le previsioni '19 rivelano un lieve aumento in termini assoluti del turnover (84,5% mld). Lo rileva la Ricerca 2019 dell'Osservatorio G. Marchet.
read more..

Professioni logistiche 4.0 e legalità nei contratti di appalto secondo Andrea Gentile

21/11/2019

Ecco il testo integrale dell’intervento del presidente di Assologistica intervenuto a Milano alla presentazione dei risultati della Ricerca 2019 dell’Osservatorio promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano.
read more..
più letti

Servizio aftersales promosso dai clienti di OM STILL

02/01/2018

In Italia la Casa ha una rete assistenza di 800 tecnici e un magazzino con oltre 30 mila referenze a stock che può spedire i ricambi in 24 ore.
read more..

Aumenti pedaggi autostradali, scende in campo anche Zingaretti

03/01/2018

Il presidente della Regione Lazio, in un tweet, annuncia l'incontro con Delrio per dirimere la questione relativa al balzo del 12,89% della Strada dei Parchi (sulla A24 Roma-L'Aquila) e che tante proteste sta suscitando tra pendolari e trasportatori.
read more..

Voucher temporary export manager, in arrivo altre risorse

03/01/2018

Su decisione del ministro Calensa aumentano a circa 36 milioni di euro rispetto ai 26 inizialmente previsti; obiettivo: aumentare il numero di aziende italiane stabilmente esportatrici.
read more..

L'istituto di ricerca IKN Italy organizza il terzoi InnovAuto

03/01/2018

L'evento - focalizzato su innovazioni, nuovi modelli di business e bisogni dei consumatori del mondo automotive & feet e dell’Industria 4.0. - si tiene a Milano il 14 febbraio.
read more..