home » L'intervista » Stefano Ronca, titorale della società Geo Center

Stefano Ronca, titorale della società Geo Center

“Il progetto di una Mappa interattiva del trasporto intermodale in Italia ed Europa prende corpo un paio di anni fa, dopo la realizzazione altri modelli di mappe interattive per il trasporto. L’idea nasce dalla sensazione  che a dispetto dello sviluppo che sta avendo, il trasporto combinato sia ancora una materia per lo più poco conosciuta ai non addetti ai lavori. Da qui l’intenzione di realizzare un prodotto che per la prima volta potesse rappresentare il tema dell’intermodalità in modo abbastanza semplice, chiaro e completo”, esordisce così Stefano Ronca, titorale della società Geo Center.




Stefano Ronca


 

Chi è il realizzatore del progetto?

Ronca: Titolare è Geo Center. Il progetto nasce dalla sintesi di diverse competenze: la collaborazione con un cartografo e un tecnico informatico, unitamente al supporto e la consulenza di esperti del settore intermodale, elaborate da Geo Center, attraverso un esperienza maturata in oltre 40 anni di attività a contatto con il mondo del trasporto.


 

Per chi è espressamente pensata la mappa?

Ronca: La mappa è pensata per tutti gli utilizzatori dell’intermodalità. I nostri clienti acquistano la mappa intermodale per distribuirla ai propri utenti. Per le aziende di trasporto su gomma, gli  MTO, le imprese ferroviarie, tutti  i gestori di servizi intermodali, rappresentare il tema dell’intermodalità significa rappresentare se stessi e i propri servizi contestualizzati all’interno di una visione completa della tematica intermodale. In definitiva riteniamo che la diffusione di una migliore informazione sia funzionale al rapporto operativo quotidiano tra i vari attori, oltreché beninteso, allo sviluppo del settore.


 



Quali i contenuti proposti?

Ronca: La mappa interattiva fornisce informazioni su due diversi livelli. Il primo, quello della cartografia stampata offre una visione d’insieme, l’analisi delle informazioni e i tempi di una riflessione. Le soluzioni cartografiche adottate permettono di leggere con facilità una mappa assai densa di informazioni, con evidenza delle strutture che compongono l’intermodalità quali i terminal intermodali, i porti, le vie di comunicazione (rete stradale, rete ferroviaria, connessioni via mare, corridoi europei  Ten-T) ecc. Al secondo livello delle informazioni si accede attraverso un QRcode posizionato sulla mappa: si entra nella parte interattiva dove vengono approfondite le informazioni relative alle strutture rappresentate in cartografia. Schede tecniche dei porti e dei terminal, connessioni intermodali principali e altro ancora. Il prodotto è customizzabile al fine di rappresentare eventualmente (qualora ve ne fosse l’esigenza) in modo più rigoroso i propri servizi, e tutte le informazioni sono implementabili. L’aggiornamento dei dati contenuti nella app è continuativo e gratuito.

 




La soluzione è free o prevede costi per gli utilizzatori?

Ronca: Il nostro cliente acquista la mappa personalizzata per quantitativo per distribuirla poi gratuitamente alla propria committenza. Il suo costo è determinato dalla parte cartografica (mappa da parete in pvc) e dalla sezione interattiva che funziona on-line. All’utilizzatore finale del prodotto, cui viene indicato come utilizzare il QRcode presente sulla mappa, non resta poi che servirsi di questo strumento. 

 


Che fare esattamente per usufruirne?

Ronca: Per poter usufruire in modo facile ed immediato delle informazioni presenti sulla parte interattiva della mappa (app), l’utilizzatore finale dovrà solamente trasferire con pochi semplici passi il QRcode della mappa sul desktop del suo pc (secondo le istruzioni ricevute). Tra le funzioni della app è prevista la possibilità per l’utilizzatore finale di richiedere informazioni al suo fornitore con un click. Chi acquista

e distribuisce la mappa, potrà a sua volta utilizzarne la app, per consultare le informazioni, per rispondere eventualmente ai quesiti dei suoi utenti e per inserire se interessato, suoi personali contenuti. Non ci sono costi per l’utilizzatore finale del prodotto.


 


Quali i maggiori vantaggi offerti dalla mappa?

Ronca: Riteniamo che una maggiore conoscenza della materia intermodale, attraverso la consultazione ma anche lo scambio e il trasferimento delle informazioni, consenta una migliore comunicazione sul piano operativo  tra i diversi fruitori del servizio intermodale. La mappa diventa così un vero e proprio canale di comunicazione diretto sul tema.


Ornella Giola

04/05/2022, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Partita la collaborazione tra TELT e Rail Baltica

30/06/2022

La partnership tra i promotori delle nuove connessioni ferroviarie europee è stata siglata ai Connecting Europe Days, l’appuntamento della Commissione Ue che da dieci anni si confronta su presente e futuro delle reti TEN-T.
read more..

driveMybox sigla accordo strategico con Go.Trans

30/06/2022

La nuova nata del gruppo Contship Italia che fa leva sulla tecnologia digitale per portare efficienza e trasparenza nella gestione del trasporto container integrerà il business della società fondata da Franco Gobbi.
read more..

Friulia entra nel capitale della softwarehouse Infoera

30/06/2022

La società finanziaria della Regione Friuli-Venezia Giulia ha acquisito una partecipazione pari al 20%. Le restanti quote sono così ripartite: a Circle il 51% e a Catone Investimenti il 29%.
read more..

La figura della Logistica entra nel Codice civile

30/06/2022

Soddisfazione da parte di Assologistica per il compimento di un percorso avviato dall’Associazione sei anni fa. La novità legislativa consentirà uno sviluppo armonico e regolamentato delle attività logistiche nel nostro Paese.
read more..
più letti

Fabrizio Airoldi nuovo amministratore delegato GEODIS Italia

15/03/2021

E' parte dello staff dell'operatore dal 2006 e ora sarà a capo delle attività di Freight Forwarding e Contract Logistics in Italia; succede a Francesco Cazzaniga.
read more..

Contributo ART, chiarimento importante dall'Autorità

02/03/2021

L'obbligo del pagamento sussiste solo per quegli operatori che impiegano mezzi di capacità di carico superiore a 26 mila chilogrammi e fatturato sotto i 3 milioni di euro annui.
read more..

Lufthansa Cargo converte in cargo due Airbus A321

08/07/2021

Gli aerei di medio raggio sono utilizzati come aeromobili solo merci sulle rotte continentali in Europa e saranno operati da Lufthansa CityLine.
read more..

greenchic rinnova il suo centro logistico di Genova

21/06/2021

L’azienda italiana investe nel potenziamento dei processi per la gestione dei capi di moda pre-loved e affida a MHART il rinnovamento del centro logistico aziendale.
read more..