home » Le notizie di oggi » Export lombardo ed effetti covid: ecco cosa emerge dal report di Confindustria Lombardia

Export lombardo ed effetti covid: ecco cosa emerge dal report di Confindustria Lombardia

Dal 2009, Confindustria Lombardia, in collaborazione con le sue Associazioni socie, e avvalendosi delle competenze del Centro Studi di Assolombarda, realizza un’indagine sull’internazionalizzazione delle imprese lombarde.


L'Indagine 2021 dal titolo “Gli effetti della pandemia negli scambi globali delle imprese lombarde” è stata realizzata da Confindustria Lombardia, in collaborazione con Sace, Agenzia ICE e ISPI, con il già citato coordinamento scientifico del Centro Studi di Assolombarda e con il coinvolgimento delle altre Associazioni territoriali socie, ovvero Confindustria Bergamo, Confindustria Brescia, Confindustria Como, Associazione Industriali Cremona, Confindustria Lecco e Sondrio, Confindustria Alto Milanese, Confindustria Mantova, Unione degli Industriali della Provincia di Varese.


Le informazioni contenute nel report sono state raccolto presso 1.256 imprese manifatturiere lombarde internazionalizzate associate al sistema Confindustria e l’indagine include un focus sugli effetti della pandemia da Covid-19.


Mappando la forza e la capacità delle imprese lombarde nel presidiare i mercati esteri, lo studio si propone di essere uno strumento utile alle istituzioni e ai diversi player del territorio per meglio orientare le politiche regionali dedicate a rafforzare la capacità del sistema produttivo lombardo nell’essere competitivo a livello globale. 


Il rapporto 2021 è stato – come era prevedibile - dedicato agli impatti della pandemia Covid-19 sugli scambi commerciali con i Paesi esteri e alle strategie messe in campo dalle imprese lombarde per fronteggiare l’eccezionalità della situazione nella quale si sono trovate e le conseguenti criticità. 


L’analisi mostra un’eredità pesante della pandemia nel 2020 (è di 13,5 miliardi la perdita di export regionale in un anno, l’equivalente di -10,6% nel 2020 rispetto al 2019). Nonostante questo, il sistema produttivo della regione ha dimostrato grande capacità di reazione, anche se la ripartenza è a diverse velocità a seconda di imprese e settori. 


Gli effetti della pandemia si sono certamente evidenziati in termini di fatturato, ma la maggior parte delle imprese dichiara di non aver perso quote di mercato rispetto ai competitor internazionali e ritiene di poter recuperare la quota di fatturato realizzata all’estero pre-Covid nel corso del 2021, a dimostrazione del fatto che il canale estero rappresenta un driver imprescindibile per la crescita. 


Un fattore importante che viene rilevato riguarda lo sforzo attuato dalle imprese di mantenere la propria quota di mercato nel primo paese di vendita, tendenzialmente localizzato in Europa, mostrando quindi una tendenza a ottimizzare le energie e a cercare di accorciare la propria filiera come misura per limitare i rischi legati alla situazione provocata dalla pandemia. 


Si tratta di un processo nuovo sul quale porre attenzione e che mostra come il sistema imprenditoriale lombardo stia cercando nuove strade per riposizionarsi e per rafforzare la propria competitività. 

26/07/2021, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Rhenus Air & Ocean, Orso nuovo CEO per il Sud Europa

26/10/2021

Il nuovo incarico dopo un percorso di oltre 20 anni in Cesped, dove ha ricoperto vari ruoli nell’area sales e operation fino a diventare general manager dell’air & ocean division.
read more..

Un libro bianco di FM Logistic sulla sostenibilità

26/10/2021

"Business as usual is dead. How can the supply chain enable new consumption models?" analizza le idee per una logistica che necessita di reinventarsi per promuovere un business rispettoso della sostenibilità ambientale e sociale.
read more..

Avanzamento di carriera: la formazione è fondamentale

25/10/2021

Lo sa bene il MIP – la Graduate School of Business del Politecnico di Milano, che rilancia a novembre la nuova edizione del Percorso Executive in Supply Chain Management,programma di alta formazione per manager e imprenditori.
read more..

Lombardia, crescono le stime sul PIL per il 2021 (+6,4%) e le nascite di nuove imprese

22/10/2021

La forte ripresa in atto e le attese positive sulla produzione sono tra i maggiori fattori a influenzare il rialzo (+6,4% per il 2021), nonostante crescano criticità sul fronte delle catene di approvvigionamento.
read more..
più letti

ITLM inaugura in Belgio una zona di sdoganamento

13/10/2021

Sorge a Mouscron, nella parte occidentale del Paese; ha lo scopo di permettere ai camion di ovviare a una delle difficoltà imposte dalla Brexit (i protocolli della dogana di Calais).
read more..

Si torna on campus: ecco i prossimi eventi MIP

20/09/2021

Il 28 settembre si tiene la presentazione del Percorso Executive in Supply Chain Management in collaborazione con ADACI e Assologistica presso il campus della business school, nel cuore ingegneristico dell’ateneo milanese.
read more..

Savona, presentato in provincia il progetto della nuova autostrada

26/07/2021

Per certi aspetti è “figlia” della vecchia gronda di ponente, o della bretella, destinata a collegare l’Alessandrino e quindi l’alto tracciato della A26 con la Savona-Ventimiglia integrando Albenga e il terminal container di Vado.
read more..

Presentato il rapporto sul “Ruolo dell’Italia nelle catene globali del valore” voluto da Alsea

06/07/2021

Lo studio è stato effettuato dall’Osservatorio Export Digitale del Politecnico di Milano e presentato in occasione dell'assemblea pubblica dell'Associazione lombarda presieduta da Betty Schiavoni.
read more..