home » Approfondimenti » IL TRASPORTO COMBINATO SUBISCE UN PERICOLOSO RIDIMENSIONAMENTO

IL TRASPORTO COMBINATO SUBISCE UN PERICOLOSO RIDIMENSIONAMENTO

L'andamento economico sfavorevole che ha caratterizzato il terzo trimestre del 2019 è stato esacerbato ulteriormente dagli scioperi dei ferrovieri  francesi, dalle conseguenze delle avverse condizioni atmosferiche e dai lavori sull' infrastruttura ferroviaria. Questi effetti si sono riflessi nel CT Performance Gauge trimestrale che a livello europeo  mostra un declino su base annua  per il secondo trimestre consecutivo.

 

La dichiarazione di emergenza climatica del Parlamento europeo seguita dal Green Deal europeo della Commissione ha offerto la speranza di nuovo slancio, purtroppo peraltro  gravemente  raffreddato dalle notizie sul Pacchetto Mobilità annunciato nel contesto del Trilogo. Malgrado l' apparente ritiro  degli emendamenti alla Direttiva  Trasporto Combinato, quanto sopra evidenziato ha comportato che l'atteggiamento  degli addetti ai lavori del CT per il futuro sia successivamente peggiorato trasformandosi in "leggermente negativo". La presidenza finlandese insieme alla nuova commissaria per i trasporti Adina-Ioana Valean e i relatori del Parlamento europeo hanno sorpreso il mondo dei trasporti quando hanno annunciato l'accordo di compromesso sul Trilogo raggiunto nel dicembre 2019.

Il compromesso contiene due nuove  componenti appena inventate:
*) la possibilità per gli Stati membri di sospendere l'applicazione dell'articolo 4 della direttiva CT 92/106 e *) il  regolare ritorno obbligatorio dei veicoli nei loro paesi di origine e ivi rimanere lì per un "periodo di riflessione".

L'equivalenza giuridica tra un'operazione di autotrasporto transfrontaliero e quella della catena del CT internazionale che corrisponde a quanto sopra indicato - come contenuta nell'articolo 4 della direttiva 92/106 - è stata un pilastro del trasporto combinato europeo da quando l'UE ha adottato la sua prima legislazione CT nel 1975. Questa "innovazione" brusca - se attuata in legge - non solo metterebbe gravemente in pericolo le catene di CT esistenti, ma andrebbe contro le priorità formulate nella  recente comunicazione della Commissione denominata "Iniziativa europea sul Green Deal". 

 

L'UIRR fa conto  sulla valutazione d'impatto supplementare che la Commissione sta svolgendo e auspica che questo studio evidenzierà le necessarie modifiche al accordo di Trilogo nel corso della seconda lettura del Pacchetto sulla Mobilità.

Gli effetti distruttivi delle cinque settimane di scioperi ferroviari francesi, che sono iniziati all'inizio di dicembre 2019 , devono  essere adeguatamente menzionati. La circolazione dei treni merci è stata gravemente interrotta - con l'effetto a catena di minare la fiducia degli spedizionieri nel trasporto ferroviario di merci. In Norvegia sono state annunciate misure compensative temporanee, mentre in Svizzera è stato deliberato il mantenimento degli aiuti  di sostegno fino al 2026. Queste misure sono progettate, tra l'atro, per colmare gli svantaggi subiti  dai modi di trasporto non stradali, in termini regolamentari e tenendo conto del divario esistente con i sussidi per i combustibili fossili, erogati all'autotrasporto. La direttiva CT modificata dovrebbe fornire una base solida per misure compensative temporanee.


Il 2020 è un anno celebrativo per l'UIRR poiché l'associazione è stata fondata 50 anni fa, nel 1970.La speranza è che la ricorrenza possa rappresentare un punto importante di riferimento del trasporto combinato anche se a livello europeo il 2020 non sembra partire con il piede giusto per il settore intermodale. Comunque l'auspicio è che alla fine si concluda con una nota ottimista.


Ralf-Charley Schultze 
Presidente UIRR

02/03/2020, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Petizione a Conte: credito a tasso zero a tutte le PMI

03/04/2020

Ls propone Mino Giachino per la difesa delle nostre piccole medie impresa nazionali, comprese quelle dei trasporti e della logistica. Ecco il link per la sottoscrizione.
read more..

Smart working, nel gruppo AsstrA è una realtà dal 2008

02/04/2020

Durante l'attuale emergenza i primi a utilizzare l’home office sono stati i dipendenti dell'ufficio di Shanghai, seguiti a febbraio da quelli di Bergamo, Varsavia, Vilnius e Praga.
read more..

Interporto Pordenone è pienamento operativo

02/04/2020

La struttura registra una crescita per il terminal ferroviario, vista la crisi derivante dalla chiusura delle frontiere, in particolare Austria e Slovenia.
read more..

DOPO CORONAVIRUS, CHE FARE? ENGEL & VÖLKERS COMMERCIAL LO HA CHIESTO A 7MILA OPERATORI

02/04/2020

Nonostante le innegabili difficoltà del momento, tutti concordano sulla necessità di attrezzarsi per ripensare i processi e trovare nuove soluzioni per fronteggiare la situazione; tra i più ottimisti gli appartenenti al settore della logistica.
read more..
più letti

”Italian Port Days” tra i buoni esempi dell’Agenda 2030 AIVP

15/11/2019

L’iniziativa, promossa da Assoporti e portata avanti da quasi tutte le realtà portuali italiane, è considerata un buon modello di promozione della cultura portuale a livello internazionale.
read more..

Hypermotion, tutto sul futuro della mobilità alla Fiera di Francoforte (26-28 novembre 2019)

15/11/2019

La manifestazione riunisce fornitori e utenti che stabiliscono nuovi standard per la mobilità e la logistica di domani; nel corso della tre giorni è previsto anche un ricco e accattivante programma di conferenze e incontri di approfondimento.
read more..

Torino, Future Mobility Expoforum scalda i motori

15/11/2019

Scopo dell'evento, in programma il 18 e 19 novembre al Lingotto, è raccontare la mobilità del futuro e mettere in contatto tutti gli operatori della filiera.
read more..

La Logistica incontra la Scuola: il progetto di orientamento scolastico di Gi Group Divisione Logistics

12/11/2019

Previsto un ciclo di incontri che vedrà la rete di consulenti di selezione Gi Group tenere sessioni di orientamento presso Istituti Superiori e Università nelle regioni a maggiore vocazione logistica lungo tutto l’anno scolastico 2019/2020.
read more..