home » Le notizie di oggi » Albo autotrasportatori, tutte le sofferenze del settore nei numeri del 2020

Albo autotrasportatori, tutte le sofferenze del settore nei numeri del 2020

Secondo l'Albo degli Autotrasportatori al 31.12.2020 risultano iscritte 98.070 imprese. Di queste ben 16.887 (pari al 17%) non hanno nemmeno un veicolo, solo 832 imprese hanno oltre 100 veicoli, mentre quelle con un solo mezzo sono 22.099 (il 27,22%) e quelle con un parco mezzi da due a cinque veicoli sono 32.825. Dati dai quali emerge che il 67% delle imprese attive, pari a 54.924 aziende, hanno meno di cinque mezzi. "Da notare infine che il disavanzo tra nuove imprese e cessate è negativo per 1.033 unità (4.887 quelle cessate e 3.854 le neo iscritte), un calo che si inserisce nel drastico trend di chiusure degli ultimi anni. Sono questi i numeri che tratteggiano la crisi che da tempo ha investito uno dei settori più importanti dell'economia italiana". 


A parlare è Cinzia Franchini, portavoce di Ruote Libere, raggruppamento di imprenditori dell' autotrasporto. "I dati dimostrano come, a distanza di tanti anni, nulla sia stato fatto, oltre i proclami, per eliminare la piaga delle imprese iscritte all'Albo pur non avendo veicoli - continua Franchini - Un malcostume che non solo contravviene a quello che la stessa normativa dispone, ma che nasconde (al netto di alcune ditte oggettivamente inattive) la funzione censurabile di intermediazione volta a trasferire viaggi su altre aziende, trattenendosi una parte del compenso, ricoperta da alcune di queste realtà. L'autotrasporto italiano conferma parallelamente di essere un mosaico fatto prevalentemente di tante piccole imprese artigiane nelle quali il titolare è spesso anche l'autista del mezzo. Aziende per loro natura 'deboli', come dimostra il calo drastico delle attività negli ultimi quattro anni dove si è passati da 123.121 imprese iscritte nel febbraio 2017 ai numeri odierni. A questo di somma una illegalità diffusa e la piaga delle infiltrazioni mafiose da sempre vero cancro del settore".



"A poco sono serviti i miliardi di euro di risorse pubbliche pompate a pioggia sul settore - continua Franchini -  I risultati sono deludenti perché si è accuratamente evitato di mettere mano ai nodi centrali normativi che rendono ingessato, debole e scarsamente appetibile per le nuove generazioni il settore. E' per questo che auspichiamo che il nuovo ministro, chiunque venga indicato, pensi all'autotrasporto come a una grande opportunità per il Paese e abbia il coraggio e la lungimiranza, anche in virtù della non immediata esigenza di approcci elettoralistici, di immaginare quella riforma strutturale attesa da tempo. Una riforma che metta al centro le esigenze della categoria a costo di deludere gli interessi di parte, dalle associazioni di categoria perse tra rimborsi pedaggi e formazione, e delle lobby che incidono in modo determinante".

08/02/2021, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Partita la collaborazione tra TELT e Rail Baltica

30/06/2022

La partnership tra i promotori delle nuove connessioni ferroviarie europee è stata siglata ai Connecting Europe Days, l’appuntamento della Commissione Ue che da dieci anni si confronta su presente e futuro delle reti TEN-T.
read more..

driveMybox sigla accordo strategico con Go.Trans

30/06/2022

La nuova nata del gruppo Contship Italia che fa leva sulla tecnologia digitale per portare efficienza e trasparenza nella gestione del trasporto container integrerà il business della società fondata da Franco Gobbi.
read more..

Friulia entra nel capitale della softwarehouse Infoera

30/06/2022

La società finanziaria della Regione Friuli-Venezia Giulia ha acquisito una partecipazione pari al 20%. Le restanti quote sono così ripartite: a Circle il 51% e a Catone Investimenti il 29%.
read more..

La figura della Logistica entra nel Codice civile

30/06/2022

Soddisfazione da parte di Assologistica per il compimento di un percorso avviato dall’Associazione sei anni fa. La novità legislativa consentirà uno sviluppo armonico e regolamentato delle attività logistiche nel nostro Paese.
read more..
più letti

Progetto Bomi Group per armonizzare processi di qualità

06/12/2021

Consente ai dipendenti di consultare procedure operative e documentazione e di partecipare a corsi di formazione, con benefici in termini di automazione, controllo, armonizzazione e impatto positivo sull’ambiente.
read more..

Autotrasporto, contributo ART sospeso per l'anno 2021

06/05/2021

La Commissione Bilancio e Finanze del Senato, che sta discutendo il Decreto Sostegni, ha approvato un emendamento al testo del decreto, che esonera le imprese del settore dalla contribuzione, causa gli effetti della pandemia.
read more..

Il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti incontra il presidente di Assologistica Umberto Ruggerone

02/11/2021

La riunione è stata dedicata alla situazione della filiera logistica e al significativo contributo che gli operatori del settore possono apportare in una fase di ripartenza per l'intero sistema Paese.
read more..

Report di Zalando sulla sostenibilità nella moda

20/04/2021

Tema caro ai consumatori della Generazione Z (18-24 anni), con si evince dall'analisi "It Takes Two" elaborata dalla piattaforma online di moda e lifestyle leader in Europa.
read more..