home » Le notizie di oggi » Fedespedi analizza lo stato di salute dei terminal container

Fedespedi analizza lo stato di salute dei terminal container

E' stata pubblicato lo studio “I Terminal container in Italia: un’analisi economico-finanziaria”, elaborato (per il terzo anno consecutivo) dal Centro Studi Fedespedi con lo scopo di analizzare le performance economico-finanziarie delle società di gestione dei principali terminal italiani, settore che ha un ruolo sempre più cruciale nel sistema portuale italiano e internazionale, quale punto di snodo tra la fase “mare” e quella “terrestre” lungo le filiere trasportistiche del container e, negli ultimi anni, oggetto di grande interesse da parte delle compagnie marittime, che puntano a una integrazione verticale della filiera logistica.

In sintesi, i dati più significativi emersi sono:


1)  i 10 terminal analizzati*, nel 2018, hanno realizzato nel complesso un fatturato di 642 milioni di euro, con un valore aggiunto di 354 milioni di euro e un risultato finale di 81 milioni di euro, pari al 12,6% del fatturato, in linea con quanto realizzato nel 2017 (12,9%);


2) hanno movimentato complessivamente 7,893 milioni di teu - il 74,4% del totale italiano (10,606 milioni di teu) - su una superficie totale di 4,987 milioni di metri quadrati e avvalendosi di 88 gru da banchina;


3) rispetto al 2017, nel 2018 hanno registrato una flessione complessiva del 3,3% in termini di teu movimentate, conseguente alla crisi di del porto di Cagliari e al calo nei porti di Gioia Tauro, Ancona, Livorno, Ravenna e Genova. Buoni, invece, risultati di Trieste, Salerno e Venezia;


4) infine, nel 2018 sul 2017, si riscontra un aumento del fatturato del 2,8%.



*Ancona (Adriatic Container Terminal), La Spezia (La Spezia Container Terminal), Gioia Tauro (Medcenter Container Terminal), Cagliari (Cagliari International Container Terminal), Salerno (Salerno Container Terminal), Ravenna (Terminal Container Ravenna), Genova (Southern European Container Hub e Voltri Terminal Europa), Livorno (Terminal Darsena Toscana), Trieste (Trieste marine Terminal) e Venezia (Venezia Container Terminal)

15/11/2019, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Accordo Interporto Pordenone e Cis Nola-Interporto

22/09/2020

Siglata una rilevante collaborazione per l'avvio di una relazione ferroviaria merci sulla tratta Pordenone-Napoli-Nola, al fine di rispondere alle esigenze di un 3PL specializzato nell'ecommerce.
read more..

Settore non food, ecco la fotografia dell'Osservatrio di GS1

21/09/2020

Edizione speciale quella del 2020: oltre a raccontare l’evoluzione del largo consumo non alimentare nel 2019, analizza anche l’effetto del coronavirus sulle intenzioni di spesa degli italiani del 2020 e individua i cambiamenti del 2021.
read more..

Arriva anche in Europa la soluzione Geotab Truck

21/09/2020

Fornendo accesso quasi in tempo reale ai dati sul veicolo e sul conducente, offre una panoramica unica su elementi quali identificazione del conducente, download remoto automatico, stato del tachigrafo in tempo reale e analisi delle infrazioni.
read more..

Formazione e carriera: ecco la proposta del MIP di Milano

21/09/2020

Il 30 settembre si tiene la presentazione ufficiale della nuova edizione del Percorso Executive in Supply Chain Management della Business School del Politecnico di Milano.
read more..
più letti

Vladislav Lagun, trade lane manager di AsstrA

10/04/2019

Il dirigente ci spiega come - nonostante le cosiddette "guerre commerciali" tra gli Stati Uniti, l'Europa e la Russia - il provider di servizi di trasporto e logistica riesca ad accrescere il volume di spedizioni merci transatlantiche anno dopo anno.
read more..

Nuove soluzioni Hyster per carrelli più facili da condurre

18/01/2019

La società - specializzata nella produzione di macchine per la movimentazione dei materiali distribuite in Italia da CLS - prevede speciali accorgimenti per favorire la guida dei carrelli elevatori e la precisione di manovra da parte degli operatori.
read more..

Certificazione, ecco quanto è importante per AssrtA

09/05/2019

I certificati GOST, ISO, DIN, EN e altri documenti normativi sono un vantaggio competitivo e spesso un requisito necessario per le grandi multinazionali. A qualità, ambiente e sicurezza il gruppo dedica un dipartimento ad hoc.
read more..

Brambles utilizza solo legname da fonti sostenibili certificate

11/09/2020

La società multinazionale specializzata in soluzioni per la supply chain col marchio Chep ha raggiunto l'obiettivo (previsto per il 2020) di deforestazione zero.
read more..