home » In primo piano » Ecommerce nel settore moda: i risultati 2022 e i trend 2023

Ecommerce nel settore moda: i risultati 2022 e i trend 2023

Stileo.it, importante aggregatore fashion online sul mercato italiano e parte del gruppo Glami, motore di ricerca di moda leader in Europa, ha presentato per la prima volta in Italia il suo annuale report  “Year in Review”, con la quale la piattaforma rivela quali sono i risultati dell’e-commerce di moda che hanno dominato lo scorso anno e individua quali parametri caratterizzeranno il mercato online del settore fashion nel 2023. Stando alla ricerca, condotta per la prima volta a livello locale, nonostante il 2022 sia stato un anno pieno di contraddizioni per i fashion e-commerce, si è concluso con una nota positiva e con aspettative fiduciose per il 2023.

 


Ritorno al consumo

Il 2022 è stato l'anno in cui i fashion retailer si sono riavvicinati alla normalità e sono tornati a poter soddisfare i bisogni dei consumatori, sempre alla ricerca di nuovi capi per diverse occasioni. Tuttavia, nel corso dell’anno, il settore del fashion e-commerce ha dovuto affrontare uno scenario dominato dalle incertezze, causate dalla guerra in Ucraina che ha a sua volta generato una serie di conseguenze, come la crisi energetica in tutta Europa e l'inflazione alle stelle. Non essendo una categoria di prima necessità, i fashion retailer non sapevano cosa aspettarsi dall'alta stagione con il black friday e lo shopping natalizio. Se l'inflazione, le sfide geopolitiche e la crisi energetica del 2022 hanno influenzato il comportamento dei consumatori, il calo del potere d'acquisto non ha tuttavia influito in modo significativo sugli shop di moda online. Come emerge dall'indagine Stileo, oltre il 63% degli e-shop online partner della piattaforma ha registrato infatti una crescita di fatturato. Nel complesso, il 56% degli e-commerce di moda partecipanti al sondaggio ha percepito il 2022 come un anno positivo per quanto riguarda i risultati commerciali ottenuti.

 


Le sfide affrontate

Il mercato della moda ha dovuto affrontare una serie di sfide complesse, tra cui l'aumento dei prezzi pubblicitari, dei costi di trasporto, dei prezzi dell'energia, degli affitti e dei materiali e le interruzioni delle supply chain. Secondo il report annuale di Stileo, la sfida principale per gli e-shop di moda italiani è stata l'aumento dei costi della pubblicità, che ha preoccupato il 63% dei negozi intervistati, seguita dall'inflazione che ha colpito l'intero sistema del fashion e-commerce e che ha rappresentato un ostacolo per il 44% degli e-shop, a pari merito con la diminuzione dei profitti dovuta dalla necessità di proporre sconti più elevati per soddisfare le esigenze dei clienti.

 

 

 

Cosa ci si aspetta nel 2023

L'industria della moda ha registrato una forte ripresa a livello mondiale nel 2021 e in gran parte del 2022. Ma in un mercato incerto come quello attuale, le aspettative di una ripresa continua possono ridimensionarsi rapidamente. Nonostante ciò, i rappresentanti italiani del fashion e-commerce rimangono in gran parte ottimisti per il prossimo anno: stando all’indagine, il 66% prevede che le condizioni del mercato miglioreranno o che almeno rimarranno invariate, mentre solo l'11% si aspetta risultati decisamente negativi. Inoltre, la maggior parte dei negozi partecipanti all'indagine ha dichiarato di volersi concentrare sulla crescita delle vendite nell'anno nuovo.

L'inflazione e l'incertezza economica spingono gli e-shop a concentrarsi sulle sfide da affrontare a breve termine. Di conseguenza, le necessità principali sono l'aggiunta di più canali al marketing mix (67%) e una maggiore concentrazione sulle attività di brand building (63%). Altre priorità che il settore del fashion e-commerce si prefissa consistono nella riduzione dei costi operativi (48%), e in molti vorrebbero espandere l'attività in nuovi paesi (41%).


 


A proposito di Stileo   

Fondato nel 2014, è un motore di ricerca di moda leader in Italia, che aspira ad essere il primo punto di contatto per ogni cliente che decide di acquistare moda online. La missione di Stileo è quella di raccogliere e organizzare la moda in un unico luogo che chiunque possa scoprire. Con oltre 7 milioni di visite mensili e una vasta gamma di abbigliamento, calzature e accessori, Stileo vuole rendere la shopping experience più semplice e personalizzata per ogni consumatore, indipendentemente dallo stile, dalla taglia o dal budget. Su Stileo si possono scoprire più di 1,9 milioni di prodotti di moda di oltre 8.000 marchi da 220 e-shop partner. Tra questi, alcuni dei più importanti sono Amazon, Farfetch, Escarpe, Luisaviaroma, Mec Shopping e Maxi Sport. Dall'inizio del 2022, Stileo.it fa parte di GLAMI group, il motore di ricerca di moda basato sull'intelligenza artificiale leader in Europa fondato nel 2013, che offre ai suoi visitatori in 14* Paesi oltre 4.300 rivenditori partner con più di 17 milioni di articoli di moda e 30mila brand da tutto il mondo.  

*Repubblica Ceca, Slovacchia, Romania, Ungheria, Grecia, Turchia, Bulgaria, Croazia, Slovenia, Spagna, Lettonia, Lituania, Estonia e Italia (Stileo.it), con l'intenzione di aggiungere presto altri Paesi alla lista.


 

Informazioni sulla Fashion (Re)search

Il report annuale fa parte della Fashion (Re)search, con la quale Stileo si impegna a raccogliere dati e informazioni interessanti sullo stato del mercato dell'e-commerce in Italia. La Fashion (Re)search è un progetto di analisi a lungo termine avviato qualche anno fa da GLAMI group e l'unica indagine in corso dedicata al mercato della moda, che osserva, monitora e registra le tendenze attuali tra i Paesi europei.

26/03/2023, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

DHL introduce 18 camion super-green per la Formula 1

08/06/2023

Verranno utilizzati per tutte le gare disputate in Europa: ogni mezzo potrà ridurre le emissioni di carbonio di almeno il 60%. Funzionano con il carburante drop-in HVO100 (olio vegetale idrotrattato).
read more..

Contratto di lavoro dirigenti delle aziende di logistica: rinnovata la parte economica

07/06/2023

L'accordo, sottoscritto da Assologistica e Manageritalia, prevede un importo “una tantum” di 1.000 euro da corrispondere nel 2023 e un aumento contrattuale di 450 euro lordi mensili entro luglio 2025.
read more..

Interporto Bologna: alcune aziende siglano la Carta per la logistica etica

05/06/2023

Il documento punta su garanzia di un lavoro dignitoso, basato su una cultura aziendale che favorisce inclusività e miglioramento delle performance personali e organizzative, affiancata alla promozione di una filiera corta negli appalti e subappalti.
read more..

GLS acquisisce il 100% del capitale di ProntoPacco

05/06/2023

L’acquisizione porterà in dote oltre 6000 esercizi commerciali in tutta Italia, abilitati al ritiro e alla consegna, consentendo a GLS di efficientare i processi di spedizione dell’ultimo miglio.
read more..
più letti

Per il porto di Trieste ancora dati in crescita nel 2022

25/11/2022

L'aumento complessivo è del +4,33% con 47.479.335 di tonnellate di merce rispetto allo stesso periodo dello scorso anno; forte sprint per le rinfuse solide (+22,85%) e per il settore contenitori (+16,23%).
read more..

Intermodalità strada/mare e strada/ferrovia: in arrivo fondi

25/11/2022

L’articolo 81 della bozza di legge di bilancio varata dal governo, ma in attesa di approvazione parlamentare, prevede misure a favore del settore per complessivi 50 milioni di euro.
read more..

In arrivo nuovi capitali per l'innovativo Babaco Market

25/11/2022

Il servizio di e-grocery impegnato nel dare soluzione allo spreco alimentare, ha chiuso un nuovo round di finanziamento da 6,3 milioni di euro. Ora punta a diventare anche internazionale.
read more..

In aumento a novembre il clima di fiducia di imprese e consumatori italiani

25/11/2022

Secondo ISTAT, dopo 4 mesi consecutivi di flessione l'indice torna ad aumentare trainato dalle aspettative sulla produzione nel comparto manifatturiero, da quelle sugli ordini nei servizi di mercato e dalle attese sulle vendite nel commercio al dettaglio.
read more..