home » In primo piano » ”Forza maggiore” e contratti di trasporto, che fare?

”Forza maggiore” e contratti di trasporto, che fare?

Le interruzioni causate dall'epidemia di Covid-19 e le relative restrizioni governative influenzano anche le attività di trasporto, incluso il trasporto internazionale di merci su strada, disciplinato dalla Convenzione relativa al contratto di trasporto internazionale di merci su strada (in breve "CMR").

L’art. 17 della CMR afferma che il vettore è responsabile per eventuali ritardi nella consegna, perdite o danni alla merce che si verificano tra il momento in cui riceve la merce e il momento della riconsegna. Il mittente, in tal caso, deve solo provare a) l'esistenza del contratto di trasporto; b) un danno dovuto alla perdita o al ritardo nella riconsegna.

La definizione di "ritardo" è contenuta nell'art. 19 della CMR e si verifica "quando la merce non è stata riconsegnata entro il termine convenuto o, se non è stato convenuto un termine, quando la durata effettiva del trasporto superi il tempo accordato ragionevolmente a un vettore diligente, tenuto conto delle circostanze e, in particolare nel caso di carico parziale, del tempo richiesto per formare un carico completo in condizioni normali".

L’art. 17 della Convenzione CMR individua anche i casi in cui è esclusa la responsabilità del vettore, distinguibili in “rischi generici” (art. 17.2) e “rischi nominati” (art. 17.4). I rischi nominati non sono rilevanti ai fini della presente disamina. Al contrario, potrà trovare applicazione l'art. 17.2, il quale prevede che "Il vettore è esonerato da tale responsabilità se la perdita, l'avaria o il ritardo sono dovuti […] a circostanze che il vettore non poteva evitare e alle cui conseguenze egli non poteva ovviare ".

Ne deriva che il vettore potrebbe andare esente da responsabilità per i ritardi causati da restrizioni legate all'epidemia di Covid-19, purché l'evento sia inevitabile e le sue conseguenze non possano essere prevenute. Lo standard stabilito dall'art. 17.2 della CMR per l'esonero da responsabilità del vettore non corrisponde esattamente a quello previsto in generale per tutti i contratti dall'art. 1218 del codice civile, il quale richiede che l'evento abbia i distinti caratteri di "straordinarietà" e "imprevedibilità".

Tuttavia, si potrebbe sostenere che, al di là della capacità del vettore di evitare e prevenire l’evento, quest’ultimo dovrà comunque essere straordinario e imprevedibile, dal momento che un evento che è ordinario e prevedibile potrebbe normalmente essere evitato e le sue conseguenze prevenute.

Secondo una diversa linea di ragionamento, si potrebbe sostenere che le restrizioni da Covid-19, anche se non rientrano nell'ambito dell'esonero previsto dall'art. 17.2 della CMR, possono essere considerate come "circostanze" che influenzano la durata del trasporto e pertanto devono essere prese in considerazione al fine di stabilire se vi sia stato o meno un "ritardo" ai sensi dell'art. 19 della CMR.

Un'altra disposizione da tenere in considerazione è quella indicata dall'articolo 14 della CMR, il quale afferma che "Se, per motivo qualunque, l'esecuzione del contratto alle condizioni previste nella lettera di vettura è o diventa impossibile prima dell'arrivo della merce nel luogo previsto per la riconsegna, il vettore deve chiedere istruzioni alla persona cui spetta il diritto di disporre della merce”.

A cura dello Studio Legale Mordiglia

21/04/2020, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Accordo Interporto Pordenone e Cis Nola-Interporto

22/09/2020

Siglata una rilevante collaborazione per l'avvio di una relazione ferroviaria merci sulla tratta Pordenone-Napoli-Nola, al fine di rispondere alle esigenze di un 3PL specializzato nell'ecommerce.
read more..

Settore non food, ecco la fotografia dell'Osservatrio di GS1

21/09/2020

Edizione speciale quella del 2020: oltre a raccontare l’evoluzione del largo consumo non alimentare nel 2019, analizza anche l’effetto del coronavirus sulle intenzioni di spesa degli italiani del 2020 e individua i cambiamenti del 2021.
read more..

Arriva anche in Europa la soluzione Geotab Truck

21/09/2020

Fornendo accesso quasi in tempo reale ai dati sul veicolo e sul conducente, offre una panoramica unica su elementi quali identificazione del conducente, download remoto automatico, stato del tachigrafo in tempo reale e analisi delle infrazioni.
read more..

Formazione e carriera: ecco la proposta del MIP di Milano

21/09/2020

Il 30 settembre si tiene la presentazione ufficiale della nuova edizione del Percorso Executive in Supply Chain Management della Business School del Politecnico di Milano.
read more..
più letti

Traffico merci Tirrenia da record da/per la Sicilia

07/01/2019

La compagnia registra una crescita di oltre il 35%, pari a un incremento di più di 500mila metri lineari nel totale trasportato da e per l'isola.
read more..

Soluzioni Toshiba per rendere smart i processi della logistica

07/01/2019

Edge computing leggero e smart glass proposti dalla Casa nipponica migliorano produttività e qualità del nostro settore.
read more..

Polo Mercitalia dà vita a Mercitalia Maintenance

07/01/2019

La neonata società è specializzata nella manutenzione e revisione di carri ferroviari destinati al traffico merci.
read more..

Successo dei carrelli elevatori elettrici CAT a 48 Volt

07/01/2019

Elevata manovrabilità e design ergonomico sono alcune delle caratteristiche più apprezzate di queste macchine innovative.
read more..