home » In primo piano » ”Forza maggiore” e contratti di trasporto, che fare?

”Forza maggiore” e contratti di trasporto, che fare?

Le interruzioni causate dall'epidemia di Covid-19 e le relative restrizioni governative influenzano anche le attività di trasporto, incluso il trasporto internazionale di merci su strada, disciplinato dalla Convenzione relativa al contratto di trasporto internazionale di merci su strada (in breve "CMR").

L’art. 17 della CMR afferma che il vettore è responsabile per eventuali ritardi nella consegna, perdite o danni alla merce che si verificano tra il momento in cui riceve la merce e il momento della riconsegna. Il mittente, in tal caso, deve solo provare a) l'esistenza del contratto di trasporto; b) un danno dovuto alla perdita o al ritardo nella riconsegna.

La definizione di "ritardo" è contenuta nell'art. 19 della CMR e si verifica "quando la merce non è stata riconsegnata entro il termine convenuto o, se non è stato convenuto un termine, quando la durata effettiva del trasporto superi il tempo accordato ragionevolmente a un vettore diligente, tenuto conto delle circostanze e, in particolare nel caso di carico parziale, del tempo richiesto per formare un carico completo in condizioni normali".

L’art. 17 della Convenzione CMR individua anche i casi in cui è esclusa la responsabilità del vettore, distinguibili in “rischi generici” (art. 17.2) e “rischi nominati” (art. 17.4). I rischi nominati non sono rilevanti ai fini della presente disamina. Al contrario, potrà trovare applicazione l'art. 17.2, il quale prevede che "Il vettore è esonerato da tale responsabilità se la perdita, l'avaria o il ritardo sono dovuti […] a circostanze che il vettore non poteva evitare e alle cui conseguenze egli non poteva ovviare ".

Ne deriva che il vettore potrebbe andare esente da responsabilità per i ritardi causati da restrizioni legate all'epidemia di Covid-19, purché l'evento sia inevitabile e le sue conseguenze non possano essere prevenute. Lo standard stabilito dall'art. 17.2 della CMR per l'esonero da responsabilità del vettore non corrisponde esattamente a quello previsto in generale per tutti i contratti dall'art. 1218 del codice civile, il quale richiede che l'evento abbia i distinti caratteri di "straordinarietà" e "imprevedibilità".

Tuttavia, si potrebbe sostenere che, al di là della capacità del vettore di evitare e prevenire l’evento, quest’ultimo dovrà comunque essere straordinario e imprevedibile, dal momento che un evento che è ordinario e prevedibile potrebbe normalmente essere evitato e le sue conseguenze prevenute.

Secondo una diversa linea di ragionamento, si potrebbe sostenere che le restrizioni da Covid-19, anche se non rientrano nell'ambito dell'esonero previsto dall'art. 17.2 della CMR, possono essere considerate come "circostanze" che influenzano la durata del trasporto e pertanto devono essere prese in considerazione al fine di stabilire se vi sia stato o meno un "ritardo" ai sensi dell'art. 19 della CMR.

Un'altra disposizione da tenere in considerazione è quella indicata dall'articolo 14 della CMR, il quale afferma che "Se, per motivo qualunque, l'esecuzione del contratto alle condizioni previste nella lettera di vettura è o diventa impossibile prima dell'arrivo della merce nel luogo previsto per la riconsegna, il vettore deve chiedere istruzioni alla persona cui spetta il diritto di disporre della merce”.

A cura dello Studio Legale Mordiglia

21/04/2020, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Russia, l'export industriale sempre più colpito dopo il VII pacchetto di sanzioni

27/07/2022

Ecco quanto previsto dalle nuove restrizioni imposte dalla Ue e e pubblicate in GUUE L 193/2022 e L 194/2022.
read more..

Al via il servizio feeder “Vado Express Service”

19/07/2022

E' gestito da Maersk, collega il container terminal di Vado Gateway con Port Said Est sul Canale di Suez; forte riduzione dei tempi di transito da Asia a Italia del nord e verso i mercati del centro Europa.
read more..

DHL Express trasporta scimpanzé salvati dal commercio illegale

19/07/2022

In occasione della celebrazione della Giornata mondiale degli scimpanzé, la società ha collaborato con Liberia Chimpanzee Rescue & Protection fornendo i propri servizi logistici.
read more..

Indagine Continental sui trend del trasporto pesante

19/07/2022

Le immatricolazioni in Italia sono state 24.168, in crescita rispetto al 2020 del 23,2%. Nel resto d'Europa sono salite del 21,2%, con percentuali alte per Spagna (+12,2%), Germania (+10,4%) e Francia (+5,6%).
read more..
più letti

Quinto Shipping, Forwarding & Logistics meet Industry

04/01/2021

L'edizione 2021 della manisfetazione consisterà in una due giorni di sessioni trasversali e verticali, in programma il 4 e 5 marxo 2021 in versione live streaming.
read more..

La francese Ophtalmic Compagnie sceglie Savoye

04/01/2021

Nell'ottica di migliorare i processi aziendali e la produttività la società distributrice di prodotti ottici ha ha installato la soluzione robotizzata di preparazione Goods-To-Person X-PTS.
read more..

No aumenti tariffari sul 98% delle nostre autostrade

04/01/2021

Il decreto Milleproroghe prevede la sospensione di ogni adeguamento tariffario nei confronti delle società per le quali è in corso l’aggiornamento del rapporto concessorio.
read more..

Mezzi pesanti, ecco gli stop alla circolazione 2021

04/01/2021

E’ disponibile l'annuale decreto del MIT che dispone, per particolari tipi di veicoli e di trasporti stradali, il divieto di circolazione fuori dai centri abitati in determinati giorni e orari.
read more..