Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
home » L'intervista » Parla Riccardo Rinaldi, project manager di Fresh Ways

Parla Riccardo Rinaldi, project manager di Fresh Ways

"Fresh Ways è un operatore specializzato nella logistica per prodotti a temperatura controllata; offre un servizio completo per il trasporto door to door di prodotti a temperatura controllata, è in grado di gestire ritiri su tutto il territorio nazionale e consegne in tutta Europa dal singolo collo al carico completo, sia per il prodotto refrigerato a +4°che a quello congelato a -20°C", esordisce il project manager dell'operatore Riccardo Rinaldi.


 

Siete operativi anche a livello internazionale? Se sì in quali Paesi operate maggiormente?

Rinaldi: Il nostro core business, come detto,  è il trasporto groupage a temperatura controllata destinato ai paesi di tutta Europa con la sola esclusione di Svizzera e Norvegia. Il principale mercato servito è il Regno Unito, ma l’export per tutta l’area Benelux, la Francia e la Penisola Iberica sta aumentando considerevolmente negli ultimi anni.

 


Una delle vostre aree geografiche di specializzazione è il Nord Europa: quali le caratteristiche di questo mercato? Quali i suoi plus e quali invece le criticità?

Rinaldi: Per poter essere competitivi e offrire un servizio di eccellenza a tutti i nostri clienti, è necessario sviluppare una conoscenza approfondita e precisa delle caratteristiche e delle esigenze logistiche di tutti i Paesi dove andiamo a consegnare. Il Nord Europa ha regole particolarmente stringenti per quanto riguarda le norme del codice stradale, e la maggior parte dei destinatari necessita la prenotazione per lo scarico, attività che siamo in grado di gestire direttamente, nonostante il gran numero di chilometri che i nostri mezzi devono percorrere prima di raggiungere puntuali la destinazione. Per essere in grado di raggiungere in modo capillare e rapido ogni singola destinazione, anche la più remota, ci affidiamo ad una rete di partner domestici in ogni Paese servito. Si tratta di aziende con le quali collaboriamo da moltissimo tempo e che ci garantiscono un servizio di altissimo livello.


 

Di quanti depositi disponete e dove solo collocati?

Rinaldi: Fresh Ways non dispone di depositi diretti, è una scelta che ci permette la massima flessibilità per adattare il nostro network alle esigenze del mercato in continua evoluzione. 



 


Quali sono i segmenti di mercato di vostra specializzazione?

Rinaldi: Ci rivolgiamo a tutte quelle aziende che necessitano trasporti a temperatura controllata, in particolar modo a quelle realtà che producono eccellenze agroalimentari che necessitano la massima cura e il rigido rispetto della catena del freddo per raggiungere le tavole di tutta Europa nelle migliori condizioni e nel minor tempo possibile. 

 


Quali gli obiettivi di sviluppo di Fresh Ways nel breve e medio termine? 

Rinaldi: Obiettivi sia dal punto di vista organizzativo che di fatturato. Per il primo la squadra Fresh Ways sicuramente avrà nuovi innesti manageriali di livello per permettere quell’ulteriore step di crescita necessario per un’azienda che ormai è un player importante e riconosciuto nel settore del trasporto refrigerato internazionale. Per il secondo cercheremo di mantenere il trend di crescita in termini di fatturato in doppia cifra (anno su anno) degli ultimi tre anni; per questo ci stiamo impegnando e stiamo investendo anche in progetti di web marketing e social media con l’obiettivo di aumentare il più possibile il bacino di potenziali clienti e rendere il nome Fresh Ways sempre più conosciuto e accessibile.   

 


Avete da poco una nuova sede: ne vogliamo parlare? 

Rinaldi: La nuova sede a Burago di Molgora (Monza Brianza) rappresenta FRESH WAYS, CHI SIAMO. il primo passo per l’ulteriore step di crescita che Fresh vuole effettuare. Vogliamo crescere dal punto di vista organizzativo (personale e processi definiti), d’immagine e di consapevolezza di quello che ormai obiettivamente siamo diventati e cioè un punto di riferimento per i nostri clienti. Una sede moderna e confortevole per tutti coloro che ci lavorano. Investire sul benessere del personale (e il luogo di lavoro è indispensabile per il benessere) è una delle armi che ha permesso fino ad ora a Fresh Ways di aumentare costantemente il proprio mercato e raggiungere obiettivi sempre più sfidanti.  



 

La nuova sede a a Burago di Molgora (Monza Brianza) del 3PL



Uno dei temi “caldi” per chi opera nella frozen e fresh logistics è quello relativo all’incidenza dei costi fissi (in primis quelli dell’energia). Come ovviate a queste problematiche? La tecnologia vi viene in aiuto? 

Rinaldi: Non siamo proprietari delle celle di stoccaggio e cross docking, ma operiamo presso terzi per cui il costo in senso stretto in questo caso non pesa su di noi. Per la nuova palazzina invece ci siamo impegnati per avere un ambiente che punti ad avere tutte le caratteristiche necessarie per un importante risparmio energetico. Abbiamo installato un impianto energetico fotovoltaico che ci permetterà di gestire quasi l’intero fabbisogno energetico dell’azienda in autonomia. Inoltre abbiamo puntato a una importante componente verde intorno alla nuova sede. Cerchiamo di mantenere sempre uno sguardo alla componente green.



A cura di Ornella Giola

  

03/05/2019, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Al via la Conferenza nazionale-porti, navigazione e logistica

21/05/2019

La riunione (11-12 giugno) è promossa dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con il coinvolgimento della comunità dei settori coinvolti.
read more..

Kopron rinnova il centro sportivo GB Fabbri della SPAL

21/05/2019

La sinergia tra le divisioni Kopron Sport e Kopron Engineering ha portato alla realizzazione di una struttura sportiva in telo pvc di circa 1.000 mq, costruita al posto di un precedente campo d’allenamento sintetico.
read more..

FS Italiane a fianco delle startup del settore tecnologico

21/05/2019

Nel Piano industriale 2019-2023 delle nostre Ferrovie sono previsti investimenti per 6 miliardi di euro in tecnologie per garantire servizi sempre più di qualità.
read more..

Fatturato 2018 di FERCAM superiore agli 800 milioni

21/05/2019

L'operatore ha concluso l'anno con turnover consolidato di 811 milioni di euro, registrando un aumento del 7,1% rispetto all'anno precedente.
read more..
più letti

Servizio aftersales promosso dai clienti di OM STILL

02/01/2018

In Italia la Casa ha una rete assistenza di 800 tecnici e un magazzino con oltre 30 mila referenze a stock che può spedire i ricambi in 24 ore.
read more..

Aumenti pedaggi autostradali, scende in campo anche Zingaretti

03/01/2018

Il presidente della Regione Lazio, in un tweet, annuncia l'incontro con Delrio per dirimere la questione relativa al balzo del 12,89% della Strada dei Parchi (sulla A24 Roma-L'Aquila) e che tante proteste sta suscitando tra pendolari e trasportatori.
read more..

Voucher temporary export manager, in arrivo altre risorse

03/01/2018

Su decisione del ministro Calensa aumentano a circa 36 milioni di euro rispetto ai 26 inizialmente previsti; obiettivo: aumentare il numero di aziende italiane stabilmente esportatrici.
read more..

L'istituto di ricerca IKN Italy organizza il terzoi InnovAuto

03/01/2018

L'evento - focalizzato su innovazioni, nuovi modelli di business e bisogni dei consumatori del mondo automotive & feet e dell’Industria 4.0. - si tiene a Milano il 14 febbraio.
read more..