home » Le notizie di oggi » Pedaggi autostradali, stop agli aumenti delle tariffe 2020

Pedaggi autostradali, stop agli aumenti delle tariffe 2020

Differiti dal decreto milleproroghe gli incrementi tariffari previsti dal prossimo 1° gennaio 2020 per la quasi totalità della rete autostradale. La norma, infatti, per le Concessionarie per le quali il periodo regolatorio è pervenuto a scadenza (RAV, SAT, Strada dei Parchi, Satap -A4, Milano Serravalle, Brescia Padova, Autostrade per l’Italia, Asti-Cuneo, SALT Autocamionale della Cisa, Autostrada dei fiori - Tronco A10, Autostrada dei Fiori - Tronco A6), SALT - Tronco Ligure Toscano, SAV, SITAF, Tangenziale di Napoli, CAS) stabilisce che il termine per l’adeguamento delle tariffe autostradali relative all’anno 2020 è differito sino alla definizione del procedimento di aggiornamento dei Piani economici finanziari predisposti in conformità alle delibere adottate dall’Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART).

Per le società concessionarie per le quali il contratto di concessione risulta scaduto, ovvero ATIVA, Autostrada del Brennero, Autostrade Meridionali, Autovie Venete, Satap (A21), non è stato concesso alcun incremento tariffario.

Si conferma l’ulteriore congelamento degli incrementi tariffari relativi agli anni precedenti per le società concessionarie:
Strada dei Parchi (sospesi 12,89% per l’anno 2018 e 5,59% per l’anno 2019),
Autostrade per l’Italia (sospeso 0,81% per l’anno 2019),
Milano Serravalle (sospeso 2,62% per l’anno 2019)

Pertanto sul 95% della rete autostradale in concessione non sono previsti incrementi tariffari per l’anno 2020.

Relativamente alla Concessionaria Strada dei Parchi, l’incremento tariffario è ulteriormente sospeso fino al 31 ottobre 2021 ai sensi della la legge 12 dicembre 2019, n. 156 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24 ottobre 2019, n. 123, recante disposizioni urgenti per l’accelerazione e il completamento delle ricostruzioni in corso nei territori colpiti da eventi sismici”. Sulle autostrade A24 e A25 continueranno ad applicarsi le tariffe di pedaggio vigenti alla data del 31 dicembre 2017.  

E’ stato invece autorizzato l’incremento tariffario per le seguenti società: CAV 1,20%, Autovia Padana 4,88%, Bre.Be.Mi. 3,79%, Pedemontana Lombarda 0,80%.

02/01/2020, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Rhenus Air & Ocean, Orso nuovo CEO per il Sud Europa

26/10/2021

Il nuovo incarico dopo un percorso di oltre 20 anni in Cesped, dove ha ricoperto vari ruoli nell’area sales e operation fino a diventare general manager dell’air & ocean division.
read more..

Un libro bianco di FM Logistic sulla sostenibilità

26/10/2021

"Business as usual is dead. How can the supply chain enable new consumption models?" analizza le idee per una logistica che necessita di reinventarsi per promuovere un business rispettoso della sostenibilità ambientale e sociale.
read more..

Avanzamento di carriera: la formazione è fondamentale

25/10/2021

Lo sa bene il MIP – la Graduate School of Business del Politecnico di Milano, che rilancia a novembre la nuova edizione del Percorso Executive in Supply Chain Management,programma di alta formazione per manager e imprenditori.
read more..

Lombardia, crescono le stime sul PIL per il 2021 (+6,4%) e le nascite di nuove imprese

22/10/2021

La forte ripresa in atto e le attese positive sulla produzione sono tra i maggiori fattori a influenzare il rialzo (+6,4% per il 2021), nonostante crescano criticità sul fronte delle catene di approvvigionamento.
read more..
più letti

CGIA DI MESTRE E I COSTI, INSOSTENIBILI, DELLA BUROCRAZIA NOSTRANA

23/04/2020

L'Associazione Artigiani e Piccole Imprese ricorda come l'inefficienza della Pubblica Amministrazione gravi sulle aziende italiane per oltre 57 miliardi di euro l'anno e indica alcune praticabili soluzioni per abbattere questo primato negativo.
read more..

Martedì 7 luglio si tengono gli Stati Generali della moda

30/06/2020

Oltre 1.500 aziende e più di 50 speaker autorevoli si sono dati appuntamento per rilanciare l’intero settore in un momento di profondo cambiamento.
read more..

Più frequenze per il treno intermodale Verona-Giovinazzo

07/06/2020

Dal 10 giugno i convogli gestiti in partenshp da Isc Intermodal e Lugo Terminal toccheranno quota otto servizi a/r a settimana.
read more..

Supply chain management, che fare nel dopo covid?

13/05/2020

Ne hanno discusso ANRA e il RISE dell'Università di Brescia, secondo i quali occorrerà - fra l'alto - investire su filiera corta per garantire continuità e trasparenza, puntando poi su servitization per essere più resilienti.
read more..