home » Le notizie di oggi » SACE vara piano industriale per accelerare l’evoluzione verso una crescita più sostenibile

SACE vara piano industriale per accelerare l’evoluzione verso una crescita più sostenibile

Il gruppo assicurativo-finanziario italiano direttamente controllato dal ministero dell’Economia e delle Finanze e specializzato nel sostegno alla competitività delle imprese e del tessuto economico nazionale in Italia e all’estero propone Insieme 2025, il piano Industriale che guiderà le scelte strategiche e il modello di business nel triennio 2023-2025 con l’obiettivo di accelerare l’evoluzione di imprese e sistema Paese verso un paradigma di crescita più sostenibile.

 


In uno scenario caratterizzato da una complessità in continuo divenire a seguito dello shock pandemico e delle conseguenze del conflitto russo-ucraino, Insieme 2025 rappresenta un nuovo cammino che SACE costruirà per e con le aziende. Partendo dal loro ascolto, il gruppo risponderà alle loro esigenze di evoluzione con lo sviluppo di soluzioni agili e di un network di relazioni, conoscenze e servizi assicurativo-finanziari in grado di accompagnarle verso un orizzonte sostenibile, contribuendo al tempo stesso al benessere della comunità. In questo modo il gruppo punta ad aprire nuove strade per le imprese e per il Paese, ispirando un’evoluzione basata sulla centralità delle persone, nuovi valori, tecnologie e competenze condivise al suo interno e con le aziende.

 


Il piano prevederà 111 miliardi di euro di investimenti sostenuti, progetti supportati e liquidità garantita, con un incremento annuo atteso del 5%, e un rendimento medio per il Paese sulle risorse allocate nel triennio superiore al 5%. Questi numeri sottolineano l’ampiezza dell’intervento di SACE, che punta a servire 65 mila pmi nell’arco di piano. Il sostegno a export e internazionalizzazione, l’operatività che da ormai quarantacinque anni è il cuore della missione di SACE, sarà rafforzato. I target del piano Industriale puntano a una crescita nel triennio 2023-2025 di oltre il 30% dei volumi di contratti assicurati e investimenti garantiti in questo ambito, pari a circa 49 miliardi di euro.

 


Un aumento che sarà insieme quantitativo e qualitativo, con l’obiettivo di rafforzare la resistenza del tessuto imprenditoriale italiano a impatti esogeni, sempre più frequenti e spesso imprevedibili. In questa direzione, il piano Insieme 2025 prevede un maggior sostegno alle imprese italiane sia nella diversificazione dei mercati di riferimento, sia nella messa in sicurezza della supply chain. Particolare attenzione è data all’accompagnamento in geografie non tradizionali ma ad elevato potenziale per l’export italiano come, ad esempio, Sud-Est Asiatico, America Latina e Africa Sub-Sahariana, e al sostegno a settori innovativi e sostenibili. Altro focus importante è posto nel supporto alle filiere italiane, per migliorare il posizionamento nelle catene di fornitura dei grandi contractor internazionali, anche in una logica di re-shoring e near-shoring.

 




Il supporto alla competitività e alla crescita sostenibile nel mercato domestico, operatività che è stata affidata a SACE negli ultimi anni, sarà consolidato. Insieme 2025 punta, infatti, a oltre 60 miliardi di euro garantiti in questo ambito, sostenendo investimenti in settori ad alto impatto per l’economia italiana e progetti connessi alla transizione green di imprese e Paese, con l’obiettivo di massimizzare i benefici per il sistema Paese. In questa logica, particolare attenzione è rivolta infatti agli investimenti in settori ad alta trazione per lo sviluppo dell’economia e a settori innovativi che consentiranno alle imprese e all’Italia un salto di qualità a livello tecnologico e nell’ammodernamento dei sistemi produttivi.

 


Insieme 2025 trova nelle tecnologie avanzate la chiave abilitante di una diversa modalità di crescita, più sostenibile ed efficiente. Per questo il gruppo SACE si focalizzerà nello sviluppo di soluzioni e applicativi per migliorare la consapevolezza e la fruizione di prodotti e servizi, e rendere più efficienti i processi interni, basandosi anche su tecnologie che comprenderanno blockchain e intelligenza artificiale. Tecnologie e innovazione saranno messe al servizio dell’ascolto delle imprese, che SACE porterà avanti in una logica di partnership e co-design, per intercettare e anticipare le esigenze delle aziende e progettare insieme le soluzioni più idonee per la loro crescita e competitività.

 

 

Come detto, il gruppo si prefigge di raddoppiare a 65 mila il numero di PMI servite in tre anni, coinvolgendole in un nuovo ecosistema digitale. Si tratterà di una open platform, costruita sulla loro user experience e partecipata da tutti gli attori del sistema Paese: consentirà l’accesso non solo a prodotti e servizi, ma anche a tutti gli strumenti di promozione del business offerti dal gruppo che comprendono lo sviluppo di opportunità commerciali con iniziative di business matching, accompagnamento e formazione.

 


 

27/11/2022, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Sindacati e Alsea siglano accordo per il welfare nei settori logistica, trasporto merci e spedizione

08/02/2023

Condivisa la necessità di offrire a lavoratori e imprese la possibilità di trasformare il premio di risultato, già previsto nell’accordo, in misure di welfare (comporta benefici fiscali e contributivi per lavoratori e datori di lavoro).
read more..

BCube nomina Luigi Bonzano AD e Umberto Bonzano consigliere delegato

08/02/2023

La nuova governance ha l’obiettivo di gestire la complessità aziendale tramite la definizione di regole, sistemi, processi, e rapporti societari che contribuiscano a una gestione efficiente dell’impresa.
read more..

Al via il 1° treno intermodale di Lugo Terminal SpA

06/02/2023

Il nuovo collegamento intensifica il traffico dalla Puglia verso Nord, in particolare Lombardia e Piemonte, creando un canale di comunicazione coi gateway di Benelux, Germania, Inghilterra, Grecia e Turchia.
read more..

Due nuovi uffici a Istanbul e Izmir per Gruber Logistics

06/02/2023

Le attività che il 3PL implementerà saranno traffici in import ed export dalla Turchia con un ampio raggio di servizi di trasporto che vanno dai carichi completi, parziali e groupage, ai trasporti eccezionali e air & ocean.
read more..
più letti

RFI pubblica bando per implementare ERTMS

10/01/2022

L' European Rail Transport Management System è un evoluto sistema per il controllo del distanziamento dei treni che Rete Ferroviaria Italiana vuole su 3.400 chilometri di rete entro il 2026.
read more..

Ci ha lasciati l'ingegner Eugenio Muzio

05/05/2022

Il suo nome è indissolubilmente legato a quello del trasporto combinato: per 29 anni è stato a capo di Cemat, uno dei maggiori operatori di questo settore. In Assologistica è stato Consigliere nazionale e Presidente della Commissione Intermodalità.
read more..

Nuovo ruolo per Valentina Tundo in CHEP Europe

16/01/2023

E' stata nominata carrier management director e sarà responsabile dell'attuazione della nuova strategia aziendale di gestione dei trasporti; formulerà pure il programma di decarbonizzazione dei trasporti.
read more..

Un'inedita geografia dei consumi nell’Italia divisa in quattro territori

02/12/2022

A individuare e mappare il rapporto tra quattro inedite aree territoriali e gli stili d’acquisto, ridisegnando la geografia dei consumi in Italia, è il Nuovo Codice Consumi elaborato da GS1 Italy in collaborazione con Ipsos e McKinsey & Company.
read more..