home » Approfondimenti » EU-VIETNAM: dal 1° agosto eliminati i Dazi grazie al nuovo FTA

EU-VIETNAM: dal 1° agosto eliminati i Dazi grazie al nuovo FTA

A seguito della pubblicazione dell’Accordo di libero scambio EVFTA (acronimo di EU-Vietnam Free Trade Agreement) nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, L 186 del 12 giugno 2020 la commissione europea ne ha annunciato formalmente l’entrata in vigore il 1° agosto 2020 tramite la nota di Informazione su GUUE L207 del 30 giugno 2020.

 

Le nuove opportunitΰ tra dazio 0% e rimozione delle barriere.

 

Si tratta di un importante traguardo nella politica commerciale dell’Unione Europea, considerato che l'Accordo di Libero Scambio (FTA - Free Trade Agreement) con il paese del Sudest asiatico prevede complessivamente l'eliminazione del 99% dei dazi doganali tra i due paesi. Per le esportazioni dell'UE in Vietnam viene immediatamente rimosso il 65% dei dazi giΰ a partire dall’entrata in vigore il 1° di Agosto, mentre il resto verrΰ gradualmente eliminato entro un periodo massimo di 10 anni. 

 

Viceversa, per quanto riguarda le importazioni verso l'UE dal Vietnam, il 71% dei dazi scomparirΰ all'entrata in vigore, il resto invece verrΰ gradualmente eliminato nell’arco di un periodo massimo di 7 anni. 

 

Un aspetto fondamentale per i nostri esportatori previsto dall’EVFTA θ l’abbattimento di molte delle attuali barriere non tariffarie e controlli doganali all’importazione al commercio con il Vietnam, e l’apertura del mercato degli appalti pubblici e dei servizi alle societΰ dell'UE.

 

Per ottenere i vantaggi in Export indispensabile il Sistema REX

 

A livello doganale i prodotti originari dell’Unione europea beneficeranno, all’importazione in Vietnam, del trattamento tariffario preferenziale alla presentazione di una apposita attestazione di origine che, secondo quanto scelto dall’Unione Europea, tuttavia potrΰ essere compilata esclusivamente dagli esportatori UE che abbiano ottenuto la qualifica di Esportatore Registrato nel Sistema REX (Registered Exporter System)

 

certificati di origine EUR.1, come stabilito nella Comunicazione UE 2020/C 196/06, non saranno di conseguenza rilasciati o compilati nell’Unione europea e non si potranno utilizzare per beneficiare del trattamento tariffario preferenziale in Vietnam, in aggiunta non si potrΰ neppure utilizzare lo status di esportatore autorizzato. Si conferma quindi la strada tracciata dalla UE, orientata all’autocertificazione da parte degli Esportatori Registrati REX.

 

Unica eccezione prevista alla registrazione REX θ riservata alle sole transazioni di valore ridotto, in quanto sarΰ in ogni caso possibile avvalersi della dichiarazione su fattura per qualsiasi esportatore ma solo per le spedizioni il cui valore totale non superi i 6 000 Euro. 

 

Il sistema di esportatore registrato (sistema REX), in sintesi, consiste in un sistema di certificazione di origine delle merci basato su un principio di autocertificazione. L'origine delle merci θ dichiarata dagli stessi operatori economici mediante le cosiddette dichiarazioni di origine e per essere abilitati a compilare una dichiarazione sull'origine, gli esportatori EU devono essere registrati in una apposita banca dati dalle proprie autoritΰ competenti.

 

Tra Strategia Doganale e compliance per il rilancio dell’Export

 

Va ricordato infine come il Vietnam sia il secondo partner commerciale dell'UE nell'Associazione delle nazioni del Sud-Est asiatico (ASEAN) e che le principali esportazioni dell'UE verso il Vietnam siano legate a prodotti ad alta tecnologia, inclusi macchinari e attrezzature elettrici, aeromobili, veicoli e prodotti farmaceutici, a cui saranno rimossidazi sui prodotti UE sino al 50% per il Vino e al 78% per l’AutomotiveL'EVFTA potrebbe essere l'accordo piω completo che l'UE abbia mai concluso con un paese in via di sviluppo e il secondo con una nazione del sud-est asiatico, dopo l’accordo con Singapore entrato in vigore a novembre dello scorso anno.

 

Nel complesso, l'ASEAN θ il terzo partner commerciale dell'UE al di fuori dell'Europa (dopo Stati Uniti e Cina). Garantire un migliore accesso per gli esportatori dell'UE al dinamico mercato dell'ASEAN θ oramai una prioritΰ per l'UE.

 

Una nuova fondamentale opportunitΰ di rilancio per le imprese esportatrici UE e italiane risiede nell’Accordo EVFTA con il Vietnam, in un momento di profonda incertezza dovuta al COVID-19.  Si tratta infatti di un potenziale volano per coloro che sapranno avvalersi, da un lato, dei benefici previsti strutturando un’apposita Strategia e Pianificazione Doganale e, dall’altro, assicurarsi di agire in modo conforme alle norme doganali in materia di Origine Preferenziale, alla luce anche degli ultimi sistemi informatici doganali tra cui il REX

 

Formazione e Informazione su questi strumenti doganali per le imprese sono ormai un Must Have, per essere competitivi nello scenario globale in cui quest’ultimo Free Trade Agreement si inserisce a pieno titolo.

 

 

di dott. Marco Sella – Customs & Global Trade Advisor 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

08/09/2020, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
a cura di
Marco Sella
E’ un consulente esperto in ambito di Diritto Doganale e di Commercio Internazionale. Ha una maturata esperienza formativa come relatore avendo al suo attivo numerosi corsi di formazione, in ambito aziendale e non solo, sia come docente di master presso l’universitΰ Ca’ Foscari - Challenge School sia per associazioni di categoria come Assologistica Cultura e Formazione e Assindustria. 

Laureato in Consulenza Aziendale e Giuridica presso l’Universitΰ Ca’ Foscari di Venezia, si θ specializzato in materia doganale e di commercio internazionale, conseguendo un master universitario in Commercio, Fiscalitΰ e Arbitrato internazionale presso la Ca’ Foscari Challenge School, frutto di una partnership con l’Agenzia delle Dogane. 

Ha operato per diversi anni come consulente doganale, specializzato in Certificazioni AEO e Regimi Speciali di temporanea importazione, presso una nota Agenzia Doganale a Vicenza e ha collaborato con primarie imprese multinazionali. Trasferitosi a Treviso nel 2017, ha assunto il ruolo di responsabile del dipartimento Consulenza Doganale e Formazione di una delle principali Case di spedizione del Nordest, parte di uno dei piω noti gruppi globali di international forwarding. 

Dopo l’abilitazione come responsabile delle questioni doganali AEO, nel 2019 ha superato l’esame di Doganalista e ad oggi svolge attivitΰ di consulenza e formazione doganale soprattutto per ciς che concerne Norme di origine, Restrizioni internazionali e Dual Use, Strategia doganale e Incoterms, divenendo autore di articoli per riviste economiche e di export.