home » In primo piano » Le dogane che verranno nel 6° convegno di Fedespedi

Le dogane che verranno nel 6° convegno di Fedespedi

Si è tenuto presso la sede della Camera di Commercio di Milano l’appuntamento annuale del convegno doganale di Fedespedi, giunto alla sua VI edizione. L’evento, dal titoloil futuro dell’Unione Doganale: la proposta di riforma del Codice e la digitalizzazione dei processi” è stata l’occasione per mettere a fuoco i prossimi passi che gli operatori sono chiamati a compiere in sinergia con l’Agenzia delle Dogane - rappresentata al tavolo relatori da Antonella Bianchi, Laura Castellani e Sebastiano Ferrara – per arrivare alla completa digitalizzazione del sistema doganale AIDA e guardare al futuro e in particolare al processo di revisione del Codice Doganale dell’Unione avviato dalla Commissione Europea. Tutto questo – ha evidenziato il prof. Enrico Perticone – in un quadro internazionale segnato sempre di più da cambi di paradigma, contrapposizioni asimmetriche, dinamicità dei mercati in cui gli operatori AEO sono chiamati ad esercitare capacità di adattamento e flessibilità come mai prima d’ora per gestire i meccanismi dello scenario.


 

Proprio i cambiamenti in atto a livello internazionale hanno portato la Commissione europea a convocare un comitato dei saggi che ha prodotto dieci raccomandazioni sulla base delle quali avvierà il processo di riforma del Codice. “Il Codice Doganale dell’Unione, cuore normativo dell’attività doganale degli Stati membri ed entrato in vigore “solo” nel 2016, dovrà fare un salto di qualità che consenta all’Europa di rispondere ai cambiamenti e alle sfide che negli ultimi 5 anni hanno subito un’accelerazione straordinaria – incremento degli scambi commerciali, boom dell’e-commerce, crisi geopolitiche – e che rafforzano sempre di più il ruolo delle autorità doganali a garanzia della difesa dei diritti dei cittadini in termini di salute, sostenibilità, sicurezza, diritti umani – ha ricordato la Bianchi. Allo stesso modo la riforma del Codice andrà a lavorare sulla mancanza di uniformità nell’applicazione delle regole doganali da parte degli Stati membri: differenti metodologie di controllo, differenti sanzioni, differente gestione della “non compliance doganale”.



Il convegno doganale di Fedespedi è giunto alla sua sesta edizione



Un focus sull’attuazione delle previsioni del Codice Doganale dell’Unione in ambito IT è stato presentato, invece, da Castellani e Ferrara: proprio nella giornata di ieri l’Agenzia delle Dogane ha disposto il passaggio al nuovo sistema di importazione, frutto del lavoro sinergico condotto con gli operatori e che si inserisce in quadro ben più ampio che prevede la reingegnerizzazione di tutto il sistema AIDA – con il rilascio dei nuovi sistemi per l’export e il transito a marzo 2023 – e l’adeguamento agli standard di sicurezza dell’Unione a partire dall’introduzione nel 2023 della fase 2 del nuovo Import Control System per il settore aereo.

 


Padrone di casa il vicepresidente Fedespedi con delega a Customs e rapporti con ADM, Domenico de Crescenzo, che ha aperto i lavori - insieme agli interventi di Maria Preiti (Direzione Regionale Lombardia ADM) e del presidente del Consiglio nazionale degli spedizionieri doganali, Paolo Pasqui – ricordando il valore che la competenza doganale gioca per la competitività delle imprese di spedizioni internazionali, il cui 20% è certificato AEO e che costituisce una ‘comunità doganale’ chiamata ogni giorno con il proprio lavoro a coltivare e potenziare in dialogo con l’Agenzia delle Dogane l’importanza strategica che il commercio internazionale gioca per il nostro Paese.


02/12/2022, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

BCube nomina Luigi Bonzano AD e Umberto Bonzano consigliere delegato

08/02/2023

La nuova governance ha l’obiettivo di gestire la complessità aziendale tramite la definizione di regole, sistemi, processi, e rapporti societari che contribuiscano a una gestione efficiente dell’impresa.
read more..

Al via il 1° treno intermodale di Lugo Terminal SpA

06/02/2023

Il nuovo collegamento intensifica il traffico dalla Puglia verso Nord, in particolare Lombardia e Piemonte, creando un canale di comunicazione coi gateway di Benelux, Germania, Inghilterra, Grecia e Turchia.
read more..

Due nuovi uffici a Istanbul e Izmir per Gruber Logistics

06/02/2023

Le attività che il 3PL implementerà saranno traffici in import ed export dalla Turchia con un ampio raggio di servizi di trasporto che vanno dai carichi completi, parziali e groupage, ai trasporti eccezionali e air & ocean.
read more..

Il gruppo Columbus primo 3PL carbon neutral in Italia

06/02/2023

L'obiettivo della carbon neutrality è stato raggiunto grazie a una straordinaria attenzione alla riduzione dell’impatto ambientale generato da tutti processi e al ritiro di crediti di carbonio da progetti di compensazione certificati Verra.
read more..
più letti

Interporto Gorizia e terminal Marghera entrano in UIR

25/01/2022

Con più di 32 milioni di mq di aree per logistica e 5 milioni di mq di magazzini, 50mila treni e oltre 65 milioni di tonnellate di merci annui, il sistema interportuale è uno dei protagonisti della nostra logistica.
read more..

Appuntamenti nel segno dell'eticità e sostenibilità per Interporto Bologna

01/12/2022

L'infrastruttura è stata protagonista di diversi eventi relativi a welfare, sostenibilità e salute e sicurezza nei luoghi di lavoro nelle ultime settimane, tra cui anche l'adesione alla firma da parte della coop NCV della "carta metropolitana per la logis
read more..

Zeno D’Agostino a capo dei porti di tutta Europa

09/11/2022

L'assemblea generale di ESPO - European Sea Ports Organisation lo ha nominato suo presidente all'unanimità; sarà affiancato dai vice presidenti Daan Schalck (North Sea Port) e Ansis Zeltiņš, a capo del porto di Riga.
read more..

Siemens Mobility amplia il rail service center di Novara

12/10/2022

La struttura punta ora a essere uno dei tredici centri d’eccellenza mondiali gestiti dalla società per la manutenzione di rotabili e il secondo in Europa per la manutenzione di locomotive dopo quello di Allach in Germania.
read more..