home » L'intervista » A colloquio con Stefano Tuccio, AD di Hörmann Italia

A colloquio con Stefano Tuccio, AD di Hörmann Italia

Da oltre 80 anni specializzato nel settore delle chiusure a livello globale, il gruppo Hörmann è uno dei più importanti player anche nello specifico comparto delle chiusure antincendio. La società presenta ben cinque stabilimenti designati alla produzione di porte e portoni antincendio espressamente per il mercato europeo, dei quali quattro sono situati in Germania e uno in Austria.

 


Anni addietro attiva nella proposta di soluzioni resistenti al fuoco anche sul mercato della penisola, Hörmann Italia – filiale dell’omonimo Gruppo – torna oggi a commercializzare nel Bel Paese una gamma di chiusure antincendio. Ne parliamo con Stefano Tuccio, AD della filiale italiana, chiedendogli come mai, proprio in questo momento, dopo alcuni anni di assenza, Hörmann Italia abbia scelto di rientrare in tale comparto.


 

“Da novembre 2019 – spiega Tuccio – è entrato in vigore l’obbligo di marcatura CE per portoni scorrevoli antincendio e girevoli, oltre che per le porte posizionate sul perimetro esterno dell’edificio. La marcatura CE supera le diverse omologhe nazionali finora valide nei diversi Paesi Europei, pertanto abbiamo ritenuto questo fosse il momento giusto per tonare a proporre in Italia la nostra gamma prodotti: questa volta potremo finalmente confrontarci anche sul mercato nazionale con le chiusure della concorrenza che, gioco forza, d’ora in poi, dovranno essere tutte realizzate rispettando i medesimi parametri.”


 


Stefano Tuccio



Ing. Tuccio, quali tipologie di soluzioni antincendio verranno proposte dall’azienda sul mercato nazionale? Inizieremo con la gamma dei portoni scorrevoli antincendio e con le tende antincendio. Per quanto riguarda i primi, la nostra offerta comprende un ampio programma di prodotti certificati EI2 da 30 a 120 minuti, disponibili a seconda delle versioni a uno o due battenti, telescopici e con portina pedonale inserita, con o senza soglia.  Le tende antincendio, realizzate con un manto in fibra di vetro e rinforzi con filamenti in acciaio, il tutto rivestito da uno strato di PU, vengono invece proposte nelle versioni con resistenza al fuoco certificata da E30 a E120.

 

 

Quali sono i plus delle soluzioni antincendio Hörmann commercializzate in Italia? L’elenco completo è lungo e comprende molti dettagli tecnici che, nel loro insieme, contribuiscono a conferire un carattere esclusivo ai nostri prodotti. Cominciamo col dire che i portoni vantano una serie di soluzioni brevettate che testimoniano l’impegno progettuale profuso in questo settore. Parlando per esempio degli scorrevoli antincendio, possiamo così riassumere i principali plus offerti da Hörmann 1) facilità di installazione ed imballo essenziale: teniamo sempre conto delle esigenze operative in cantiere per offrire un prodotto agevole nella gestione da parte dei tecnici incaricati, così come non trascuriamo mai l’impatto ambientale dovuto anche agli imballi utilizzati, che sono nel nostro caso ottimizzati per offrire la necessaria protezione col minimo impegno di materiali; 2) estetica del portone raffinata ed esecuzione precisa del manto: pur trattandosi di un portone destinato per lo più ad ambienti industriali e commerciali, non trascuriamo i dettagli estetici (superfici, finiture, giunzioni), per i quali la nostra chiusura vuole rappresentare un punto di riferimento; 3) svariate soluzioni architettoniche e di motorizzazione di alto livello: la possibilità di motorizzare (con un attuatore marca Hörmann), piuttosto che le numerose varianti architettoniche previste nel programma, come la possibilità di fare scorrere il portone in nicchie dotate di portelli a scomparsa e con meccanismi occultati di apertura, rappresentano un altro elemento di unicità della nostra proposta sul mercato.


 



Quanto alle normative, per quali categorie di prodotto Hörmann dispone già della marcatura CE? Scorrevoli antincendio e tende antincendio sono marcate CE; altri prodotti stanno per essere certificati. Attendiamo inoltre con impazienza la pubblicazione in gazzetta europea della norma 13451-2 (porte per interni) per sviluppare in modo ancora più intensivo la nostra attività in questo settore. Per il gruppo Hörmann è un impegno imprescindibile puntare sempre all’eccellenza non solo in termini di qualità, ma anche di conformità totale agli impianti normativi.

 

 

Proporrete alla vostra rete vendita una formazione ad hoc per poter dialogare in modo mirato con la committenza del mercato antincendio? Certamente. Fin da inizio anno abbiamo presentato alla nostra forza vendita questa nuova gamma con un’ampia documentazione di supporto alla stessa. Successivamente, abbiamo sfruttato le settimane di lock-down per un intenso programma di webinar, diversi dei quai incentrati sul tema antincendio. I seminari formativi stanno proseguendo mettendo a fuoco specifici argomenti relativi al settore antincendio, per perseguire l’obiettivo di diffondere la cultura di prodotto: la nostra vocazione commerciale non può prescindere dalla declinazione consulenziale della nostra attività, soprattutto per prodotti ad elevata specificità come quelli destinati a questo comparto.


 

Quali sono gli obiettivi di Hörmann Italia, in relazione a questa mirata categoria di prodotto? Le soluzioni fin qui presentate hanno trovato immediata accoglienza sul nostro mercato e stanno crescendo rapidamente. In questa fase non vogliamo porci limiti: contiamo di acquisire una quota di mercato iniziale, che in futuro siamo sicuri di poter espandere in modo importante.



 


 

15/07/2020, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Sul portare INPS i servizi per far fronte al covid-19

23/10/2020

L'Istituto ha predisposto una speciale sezione in ottemperanza delle disposizioni governative, per fronteggiare i risvolti economici e sociali derivanti dall'attuale situazione sanitaria.
read more..

«Green Logistics Intermodal Forum» sarà del tutto digitale

22/10/2020

Il 12 e 13 novembre l’appuntamento fieristico, che farà il punto sul futuro della logistica nel post-Covid, con i leader del settore, conferma il suo programma.
read more..

UIR favorevole alla poposta di legge Rotelli sugli interporti

22/10/2020

Il presidente Gasparato in audizione alla Commissione trasporti della Camera dei deputati chiede a gran voce che sia definito un regime gestorio di tipo privatistico per poter essere competitivi sul mercato.
read more..

The Logistic Challenge: realizzato il contest finale in modalità digitale del progetto formativo di Adecco e Assologistica Cultura e Formazione

22/10/2020

La 2° edizione dell’iniziativa è stata vinta dalla classe I dell’ITS di Piacenza con il progetto “Magazzini Senza Frontiere”. I partner Ceva Logistics e Logistica Uno hanno accompagnato gli studenti nel percorso di sviluppo dei project work.
read more..
più letti

Traffico merci Tirrenia da record da/per la Sicilia

07/01/2019

La compagnia registra una crescita di oltre il 35%, pari a un incremento di più di 500mila metri lineari nel totale trasportato da e per l'isola.
read more..

Soluzioni Toshiba per rendere smart i processi della logistica

07/01/2019

Edge computing leggero e smart glass proposti dalla Casa nipponica migliorano produttività e qualità del nostro settore.
read more..

Polo Mercitalia dà vita a Mercitalia Maintenance

07/01/2019

La neonata società è specializzata nella manutenzione e revisione di carri ferroviari destinati al traffico merci.
read more..

Successo dei carrelli elevatori elettrici CAT a 48 Volt

07/01/2019

Elevata manovrabilità e design ergonomico sono alcune delle caratteristiche più apprezzate di queste macchine innovative.
read more..