home » Le notizie di oggi » TRACCIABILITA’ DEI RIFIUTI, CHE FARE DOPO L’ABOLIZIONE DEL SISTRI?

TRACCIABILITA’ DEI RIFIUTI, CHE FARE DOPO L’ABOLIZIONE DEL SISTRI?

Il 14 dicembre 2018 è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il cosiddetto Decreto Semplificazioni (D.L. n.135 del 14 dicembre 2018) che tra le altre cose, in materia ambientale, ha stabilito che dal 1° gennaio 2019 è soppresso il Sistema di Controllo della Tracciabilità dei Rifiuti (SISTRI). 


Per gli operatori del nostro settore significa innanzi tutto che i soggetti (precedentemente) obbligati SISTRI non devono più pagare questo contributo (e quindi il contributo relativo all’anno 2019 deve ritenersi non dovuto). Tuttavia, la previsione di cui sopra non si estende sino a ricomprendere la possibilità di vedersi (anche) rimborsati i contributi (già) versati per le annualità dal 2010 al 2018, che anzi, se non pagati, potranno essere pretesi. 


Le nuove disposizioni stabiliscono inoltre la scomparsa del sistema del cosiddetto del doppio binario. Ma allora cosa succede per le operazioni già inserite nel SISTRI? In un comunicato pubblicato nel sito istituzionale del SISTRI si legge: "In base all’articolo 6 del decreto legge 14 dicembre 2018, n. 135, si comunica che a far data dal 1 gennaio 2019, il SISTRI non sarà più operativo e pertanto il sistema non sarà più operativo. Tutti gli utenti iscritti che abbiano esigenza di conservare i dati presenti sulle applicazioni SISTRI potranno disporre degli stessi entro e non oltre il 31 dicembre 2018, a far data dalla quale i dati non saranno più accessibili. Eventuali comunicazioni urgenti potranno essere indirizzate agli uffici della competente Direzione del Ministero dell’ambiente". 


Quindi, laddove entro il 31 dicembre 2018 non si sia provveduto a salvare tutti i dati presenti nel SISTRI – con particolare riguardo a quelli relativi al fascicolo azienda – l’unica strada ad oggi percorribile è quella di richiederli alla Direzione del ministero dell’Ambiente, con sopportazione di tutti i tempi burocratici del caso che si possono immaginare. Scopo del corso del prossimo 13 settembre, organizzato da Assologistica Cultura e Formazione in collaborazione con la società 2A Group, è fornire utili indicazioni su come agire per rispondere adeguatamente alle nuove disposizioni di legge e ai cambiamenti introdotti con il nuovo decreto.  Il corso si tiene nella sede di via Cornalia 19, a Milano, di Assologistica.


PER PROGRAMMA E ISCRIZIONI: 


03/09/2019, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

I trend della logistica della moda secondo Hannover Fairs

11/06/2021

L'ente organizzatore di Intralogistica Italia ha realizzato una tavola rotonda in collaborazione. con World Capital nel corso della quale sono stati presentati i risultati di una ricerca sulle tendenze tecnologiche del comparto.
read more..

Trasporto aereo delle merci in netta ripresa ad aprile 2021

11/06/2021

Secondo la IATA la domanda globale è aumentata del 12% rispetto ad aprile 2019 e del 7,8% rispetto a marzo 2021. La domanda destagionalizzata è ora superiore del 5% rispetto al picco di agosto 2018 pre-crisi.
read more..

Aiuti agli operatori ferroviari, arriva il sì dell'Unione europea

11/06/2021

La Commissione Ue ha dato il via libera alla misura italiana che prevede la riduzione dei canoni pagati per accedere all'infrastruttura ferroviaria da gennaio ad aprile 2021.
read more..

Brennero, ANITA interviene sulle limitazioni al traffico

11/06/2021

L'Associazione chiede una politica per il transito al valico non più decisa unilateralmente dal Tirolo, ma dagli Stati interessati dal corridoio Scan Med, asse sul quale transitano merci per un valore do 214 miliardi di euro l’anno.
read more..
più letti

Pedaggi autostradali, stop agli aumenti delle tariffe 2020

02/01/2020

Sono stati differiti dal decreto milleproroghe gli incrementi tariffari per la quasi totalità della rete autostradale nazionale.
read more..

Mercitalia Intermodal apre servizio tra Friuli e Piemonte

02/01/2020

Il collegamento ferroviario sarà operativo dal 13 gennaio fra l’Interporto di Cervignano del Friuli (Udine) e l’Interporto di Torino Orbassano.
read more..

Altri limiti settoriali dall'Austria al traffico pesante in transito

07/01/2020

Il divieto è stato esteso a nuove tipologie di merci, ovvero carta e cartone, prodotti a base d'oli minerali fluidi, cemento, calce e gesso, tubi e profilati cavi e anche cereali.
read more..

Ritenute e compensazioni in appalti e subappalti per il contrasto della somministrazione illecita di manodopera: la conversione in legge

07/01/2020

Con la legge di conversione del Decreto Legge n. 124 del 26.10.2019, in corso di pubblicazione, è ora definito il quadro normativo in tema di responsabilità solidale nell’outsourcing. Articolo a cura dell'avv. Piergiorgio Bonacossa.
read more..