home » Le notizie di oggi » TRACCIABILITA’ DEI RIFIUTI, CHE FARE DOPO L’ABOLIZIONE DEL SISTRI?

TRACCIABILITA’ DEI RIFIUTI, CHE FARE DOPO L’ABOLIZIONE DEL SISTRI?

Il 14 dicembre 2018 è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il cosiddetto Decreto Semplificazioni (D.L. n.135 del 14 dicembre 2018) che tra le altre cose, in materia ambientale, ha stabilito che dal 1° gennaio 2019 è soppresso il Sistema di Controllo della Tracciabilità dei Rifiuti (SISTRI). 


Per gli operatori del nostro settore significa innanzi tutto che i soggetti (precedentemente) obbligati SISTRI non devono più pagare questo contributo (e quindi il contributo relativo all’anno 2019 deve ritenersi non dovuto). Tuttavia, la previsione di cui sopra non si estende sino a ricomprendere la possibilità di vedersi (anche) rimborsati i contributi (già) versati per le annualità dal 2010 al 2018, che anzi, se non pagati, potranno essere pretesi. 


Le nuove disposizioni stabiliscono inoltre la scomparsa del sistema del cosiddetto del doppio binario. Ma allora cosa succede per le operazioni già inserite nel SISTRI? In un comunicato pubblicato nel sito istituzionale del SISTRI si legge: "In base all’articolo 6 del decreto legge 14 dicembre 2018, n. 135, si comunica che a far data dal 1 gennaio 2019, il SISTRI non sarà più operativo e pertanto il sistema non sarà più operativo. Tutti gli utenti iscritti che abbiano esigenza di conservare i dati presenti sulle applicazioni SISTRI potranno disporre degli stessi entro e non oltre il 31 dicembre 2018, a far data dalla quale i dati non saranno più accessibili. Eventuali comunicazioni urgenti potranno essere indirizzate agli uffici della competente Direzione del Ministero dell’ambiente". 


Quindi, laddove entro il 31 dicembre 2018 non si sia provveduto a salvare tutti i dati presenti nel SISTRI – con particolare riguardo a quelli relativi al fascicolo azienda – l’unica strada ad oggi percorribile è quella di richiederli alla Direzione del ministero dell’Ambiente, con sopportazione di tutti i tempi burocratici del caso che si possono immaginare. Scopo del corso del prossimo 13 settembre, organizzato da Assologistica Cultura e Formazione in collaborazione con la società 2A Group, è fornire utili indicazioni su come agire per rispondere adeguatamente alle nuove disposizioni di legge e ai cambiamenti introdotti con il nuovo decreto.  Il corso si tiene nella sede di via Cornalia 19, a Milano, di Assologistica.


PER PROGRAMMA E ISCRIZIONI: 


03/09/2019, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

BUONE VACANZE, nonostante tutto!

31/07/2020

Il 2020 ci ha riservato tante sorprese e sfide, ma l'estate piena ci invita a "staccare" dai tanti problemi e dalle difficoltà che stiamo affrontando.
read more..

L'assemblea pubblica annuale di Confetra sarà digitale

31/07/2020

Si terrà il 23 settembre e avrà per tema “Connessi o disconnessi? Il commercio globale, la logistica, l’industria, il lavoro: L’Italia e le sfide del mondo post covid”.
read more..

Beni anti covid-19, franchigia prorogata fino al 31 ottobre

31/07/2020

La Determinazione Direttoriale 28 luglio 2020 dell'Agenzia delle Dogane concede la possibilità di importare tali beni in esenzione da dazio ed Iva
read more..

Nuovo sviluppo a Colleferro per Scannell Properties

31/07/2020

A poche settimane dall’annuncio di un polo vicino all’aeroporto di Bologna, la società espande la sua presenza anche nel Centro-Sud con due immobili.
read more..
più letti

Traffico merci Tirrenia da record da/per la Sicilia

07/01/2019

La compagnia registra una crescita di oltre il 35%, pari a un incremento di più di 500mila metri lineari nel totale trasportato da e per l'isola.
read more..

Soluzioni Toshiba per rendere smart i processi della logistica

07/01/2019

Edge computing leggero e smart glass proposti dalla Casa nipponica migliorano produttività e qualità del nostro settore.
read more..

Polo Mercitalia dà vita a Mercitalia Maintenance

07/01/2019

La neonata società è specializzata nella manutenzione e revisione di carri ferroviari destinati al traffico merci.
read more..

Successo dei carrelli elevatori elettrici CAT a 48 Volt

07/01/2019

Elevata manovrabilità e design ergonomico sono alcune delle caratteristiche più apprezzate di queste macchine innovative.
read more..