home » Le notizie di oggi » UIR plaude all'iniziativa del MIT di un bando per 45 milioni di euro per gli interporti del Sud

UIR plaude all'iniziativa del MIT di un bando per 45 milioni di euro per gli interporti del Sud

L’annuncio del ministero dei Trasporti della prossima pubblicazione di un bando per il finanziamento di interventi di completamento della rete nazionale degli interporti, con particolare riferimento al Mezzogiorno, è certamente un fatto positivo. Rappresenta il segnale importante di una attenzione convinta del ministero guidato dall’on. De Micheli ed è un primo passo per una valorizzazione della rete interportuale italiana, quale asset fondamentale del Paese”. Lo sottolinea Matteo Gasparato, presidente della UIR (Unione Interporti Riuniti), l’associazione che riunisce tutti i 23 interporti italiani, in relazione all’annuncio che il ministero dei Trasporti ha avviato le procedure per la predisposizione di un bando pubblico per complessivi 45 milioni di euro. 

 

Le risorse messe a disposizione dal Fondo per gli investimenti e sviluppo infrastrutturale del Paese (2018-2022) sono destinate al completamento della rete nazionale degli interporti, con particolare riferimento al Mezzogiorno. Si tratta di una misura del cofinanziamento a fondo perduto o con finanza di progetto, tenuto conto che il contributo dello Stato (ai sensi di quanto previsto dall’art. 6 co. 5, punto d) della legge n. 204/1995 conversione del DL 98/1995) non può superare il 60% dell’importo per l’intervento.


Matteo Gasparato


Nell’assegnazione delle risorse si terrà conto, tra l’altro, della coerenza dell’intervento con gli strumenti di pianificazione (“Connettere l’Italia: fabbisogni e progetti di infrastrutture”); degli effetti dell’intervento sotto l’aspetto della sostenibilità ambientale-energetica e dell’intermodalità finalizzata all’eliminazione di “colli di bottiglia” e allo sviluppo della retroportualità; delle opere stradali e ferroviarie finalizzate al potenziamento dell’interconnessione fra hub portuali e interporti, nell’ambito dell’area interportuale; della fattibilità tecnico economica dell’intervento; della connessione alla rete TEN-T (Trans-European Networks – Transportation); dell'attuabilità del progetto in tempi certi, connessa al grado di maturità e condivisione del progetto (cantierabilità); dell'adeguamento fasci di arrivo/partenza, presa/consegna e carico/scarico agli standard europei e conseguente ampliamento dei piazzali, secondo tempistiche coerenti con l’upgrade delle linee afferenti al nodo; delle elettrificazione di raccordi e/o binari di presa/consegna e infine degli interventi sul segnalamento per velocizzare la manovra.


In piena pandemia un ruolo cruciale è stato svolto dagli interporti


Nei giorni scorsi Gasparato, che è anche presidente dell’Interporto di Verona, aveva inviato una lettera alla ministra dei trasporti Paola De Micheli, in cui aveva chiesto “di mettere mano presto alla Legge di riordino degli interporti, la cui regolamentazione risale a oltre 30 anni fa, anche per non perdere il vantaggio competitivo rispetto agli altri paesi europei”, ed evidenziato anche che  “se in piena “pandemia” il sistema della circolazione delle merci non ha collassato lo si deve anche perché è stato “puntellato” dal network delle strutture intermodali ed interportuali che hanno continuato a garantire l’operatività”. 

 

Oggi, gli interporti italiani complessivamente i dispongono di circa 32 milioni di mq di aree e magazzini al servizio della logistica. Circa 65 milioni sono le tonnellate movimentate, oltre 46.000 i treni partiti/arrivati all’anno. Pur potendo esprimere ancora notevoli potenzialità, la rete interportuale rappresenta oggi in Italia circa il 40% del valore aggiunto rispetto a quello attivato da tutte reti nazionali della logistica, compreso il mare. 

 

25/05/2020, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Una app in BLG Logistics favorisce i rapporti personali

02/07/2020

All’interno della piattaforma i dipendenti del Gruppo trovano ultime novità e comunicati stampa, interagendo con commenti, scambio di idee e domande su qualsiasi argomento.
read more..

Assologistica: l'autoproduzione nei porti deve rispettare norme e leale concorrenza

01/07/2020

L'Associazione ricorda quanto sia fondamentale che in un ambito come quello portuale, dove operano diversi soggetti, le regole siano puntuali e uniformemente applicate, anche per garantire elevati standard di sicurezza.
read more..

Il Tar del Lazio decide il reintegro di Zeno D'Agostino

30/06/2020

Il manager dovrà essere reintegrato nell'incarico di presidente dell'Autorità portuale del Mare Adriatico orientale; plauso della deputata Debora Serracchiani (Pd).
read more..

Martedì 7 luglio si tengono gli Stati Generali della moda

30/06/2020

Oltre 1.500 aziende e più di 50 speaker autorevoli si sono dati appuntamento per rilanciare l’intero settore in un momento di profondo cambiamento.
read more..
più letti

Confetra incalza il Governo su una burocratica snella

07/08/2019

Lo ha fatto il presidente Guido Nicolini intervento al Tavolo Imprese e Sviluppo del vice-premier Salvini.
read more..

Online il Conto Nazionale delle Infrastrutture e dei Trasporti 2017-2018

18/07/2019

Istituito nel 1967 con Legge dello Stato, il CNIT costituisce una fonte di dati di notevole utilità nell’ambito dell’informazione statistica ufficiale di settore.
read more..

LPR apre un nuovo centro servizi a Contrexéville

25/06/2019

SI trova nella regione dei Vosgi, in Francia, in prossimità degli stabilimenti di Nestlé Waters, cliente storico di LPR.
read more..

ZES (zone economiche speciali) AL CENTRO NORD, OCCORRE UN PIANO ORGANICO

10/06/2019

Lo ha sostenuto il ministro per il Sud nel recente incontro con una delegazione di Confindustria, nel corso del quale Barbara Lezzi ha dato anche la piena disponibilità a collaborare per la realizzazione della Zes a Venezia.
read more..