home » Focus magazzini » Inedito centro logistico S.F.R.E. a Casei Gerola

Inedito centro logistico S.F.R.E. a Casei Gerola

S.F.R.E. Services for Real Estate, società di Project & Construction Management, specializzata in immobili di logistica e light-industrial, ha varato il progetto di un nuovo sviluppo a Casei Gerola (Pavia) dove sarà realizzato un inedito polo logistico ad elevata sostenibilità, in un’area strategica già selezionata da primari operatori del settore.

S.F.R.E ha ricevuto l’incarico dal committente Invesco per gestire la progettazione Integrata, direzione lavori e BIM Management. Engineering 2k ha svolto il ruolo di general contractor, mentre CBRE di project monitoring.


Nel “Casei Gerola Logistics Park” saranno realizzate due unità con una SLP di 110.330 mq di spazi di Classe A. Un centro logistico flessibile e funzionale, con particolare attenzione agli ultimi dettami in materia di sostenibilità ambientale. Il nuovo hub logistico è ubicato in prossimità delle Autostrade A7 Milano/Genova e A21 Torino/Brescia, direttamente collegato ai principali capoluoghi del Nord-Ovest. Una location strategica connessa con i più importanti aeroporti e porti nazionali e facilmente accessibile da tutto il Nord Italia grazie anche alle intersezioni con la A4 e A1.



Casei Gerola Logistics Park ha l’obiettivo di ottenere la Certificazione LEED Platinum, il livello massimo secondo il protocollo più importante e autorevole in termini di efficienza energetica e sostenibilità. Inoltre, in tutte le fasi di progettazione, sono stati seguiti i criteri ESG per uno sviluppo sostenibile e responsabile.


Di forte impatto visivo le Green Wall dell’edificio, con arbusti e piante di medie dimensioni, nate da un concept di “compensazione”, ovvero la possibilità di neutralizzare le emissioni di CO2 generate dalle attività insediate, oltre a rendere la percezione visiva delle facciate più gradevole rispetto alla sola struttura geometrica. Queste straordinarie “quinte verdi” insieme alla mitigazione verde sono in grado di ridurre le emissioni di CO2 per una percentuale pari al 20% e sono l’immagine autentica di una logistica innovativa, che preserva anche le Biodiversità. Infatti piante, arbusti, cespugli, fiori ed erbe sono integrati con mangiatoie, nidi e bat box, come aiuto all’insediamento delle specie, tali da mitigare l’impatto ecologico dell’intervento.Grande attenzione anche al comfort ambientale, con apporto aero-illuminante mediante luce naturale integrata con luce artificiale modulabile in base all’organizzazione degli spazi interni, alla loro destinazione d’uso e al livello di occupazione. Sono stati utilizzati sensori per la regolazione locale del benessere degli ambienti interni e finiture a basso contenuto ed emissione di composti organici volatili.


 

Per quanto riguarda il tema dell’impatto ambientale in ottica di risparmio energetico, sono previste pompe di calore idroniche e pannelli fotovoltaici in copertura, oltre ad impianti idrico- sanitari collegati a sensori di presenza per evitare sprechi; la scelta di tutti i materiali, inoltre, è a kilometrozero.

Lo sviluppo verrà completato entro il 30/03/2022 per l'edificio WHB, e 31/12/2022 per il WHA.

Casei Gerola Logistics Park è un progetto di grande valore in ottica di una logistica del futuro sempre più green e attenta all’ambiente. Un hub flessibile e funzionale che si adatta perfettamente alle esigenze di numerosi operatori del settore, posizionato in uno degli snodi logistici più significativi del Nord Italia", dchiara Filippo Salis, fondatore di SFRE.



29/09/2021, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Rhenus Air & Ocean, Orso nuovo CEO per il Sud Europa

26/10/2021

Il nuovo incarico dopo un percorso di oltre 20 anni in Cesped, dove ha ricoperto vari ruoli nell’area sales e operation fino a diventare general manager dell’air & ocean division.
read more..

Un libro bianco di FM Logistic sulla sostenibilità

26/10/2021

"Business as usual is dead. How can the supply chain enable new consumption models?" analizza le idee per una logistica che necessita di reinventarsi per promuovere un business rispettoso della sostenibilità ambientale e sociale.
read more..

Avanzamento di carriera: la formazione è fondamentale

25/10/2021

Lo sa bene il MIP – la Graduate School of Business del Politecnico di Milano, che rilancia a novembre la nuova edizione del Percorso Executive in Supply Chain Management,programma di alta formazione per manager e imprenditori.
read more..

Lombardia, crescono le stime sul PIL per il 2021 (+6,4%) e le nascite di nuove imprese

22/10/2021

La forte ripresa in atto e le attese positive sulla produzione sono tra i maggiori fattori a influenzare il rialzo (+6,4% per il 2021), nonostante crescano criticità sul fronte delle catene di approvvigionamento.
read more..
più letti

STEF, fatturato del primo trimestre a 793,4 milioni

05/05/2020

Il buon andamento dell’attività durante i primi due mesi contrasta col forte rallentamento di marzo, dovuto alle misure di quarantena.
read more..

Cantieri navali, a rischio oltre 1 milione di posti di lavoro

15/04/2020

Lo sostiene l'associazione SEA Europe secondo la quale vi è il grosso rischio che l'Europa perda affari in Asia se l'UE non adotterà politiche settoriali e misure finanziarie su misura.
read more..

Mitigare il caro noli? Se ne parla in una tavola rotonda

16/06/2021

Spedizionieri, broker, EPC e armatori a confronto nell'evento moderato da Raoul de Forcade de Il Sole 24 Ore e organizzato in streaming da ANIMP il prossimo 18 giugno.
read more..

Mega-convegno Confirarma sull'economia del mare

26/05/2021

Si solgerà nelle giornate di sabato 29 e lunedì 31 maggio, a Venezia presso la Biblioteca dell’Istituto di Studi Militari Marittimi; lo si potrà seguire anche in streaming.
read more..