Porti, il punto della situazione - di Giovanna Visco

Per la prima volta nella storia della Repubblica si sta procedendo alla pianificazione di un settore strategico e ricco di imprese senza la partecipazione diretta delle loro rappresentanze. Ecco quali sono i nodi da sciogliere.

Read more

Consumi e distribuzione, l'analisi di Coop

Nel 2014 la ripresa non solo non c'è stata, ma anche nel periodo natalizio le prime stime parziali parlano di una riduzione degli acquisti che di oltre 2 punti percentuali. Ma nel 2015 si dovrebbe intravedere la luce in fondo al tunnel.

Read more

Londra, città vincente per i retailer internazionali

Lo dice lo studio "Destination Europe 2015" di JLL che ritiene la capitale britannica come il centro europeo più attraente, sebbene anche altre città chiave del retail procedono a pieno ritmo. Nella classifica seguono Parigi, Mosca, Milano e Madrid.

Read more

CINA, LO SVILUPPO NEGATIVO di Giovanna Visco

Dopo le terribili immagini sull’inquinamento atmosferico delle megalopoli cinesi (nel 2010 ha determinato la morte di circa 1,2 milioni di persone), si diffonde l’evidenza di una nuova emergenza, costituita dal dilagante inquinamento delle acque.

Read more

Logistica conto terzi, la crescita rallenta ma continua

Il fatturato del settore nel 2012 ha registrato per la prima volta dal 2009 un rallentamento, ma aumenta dell'1,2% in termini reali; il trend si mantiene positivo nelle previsioni grazie all'incremento dell'export: 81 miliardi di euro nel 2015.

Read more

Mercato digitale in Italia, eppur si muove

Pur avendo perso il 3% nel primo semestre '14 (la perdita era al 4,3% nei primi sei mesi '13) , il settore dà segnali positivi per quanto concerne Sw (+3,2%), Cloud (+35,7%), contenuti e pubblicità digitale (+6,6%). Cresce la domanda di PC (+6,5%).

Read more

GDO, un settore ancora poco ”social”

E' quanto emerge dall'Osservatorio Brands & Social Media, che ha analizzato venti fra le principali insegne all’interno del mercato consumer italiano, solo alcune delle quali (Carrefour in testa) brillano per un uso attivo dei media "sociali".

Read more

Strade italiane a rischio per mancanza di investimenti

Dall’inizio della crisi le risorse destinare a costruzione e manutenzione delle arterie stradali sono scese del 49%; i consumi di asfalto dai 44 milioni di tonnellate del 2006 sono passati ai 22,5 previsti per il 2014, con pericolose conseguenze.

Read more