Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
home » Approfondimenti » AUTOTRASPORTO, UNA NUOVA SENTENZA SUI COSTI MINIMI

AUTOTRASPORTO, UNA NUOVA SENTENZA SUI COSTI MINIMI

In precedenza ci siamo occupati delle ragioni che avevano spinto il tribunale di Cagliari, con sentenza n. 2049/2018, pubblicata in data 17 luglio 2018, a ritenere illegittima la determinazione delle tariffe per i compensi per il trasporto secondo i costi minimi di esercizio previsti dall’art. 83bis del dl n. 112/2008. 


La domanda era stata avanzata da un vettore in relazione a trasporti eseguiti tra il luglio 2012 e il dicembre 2013, ovvero nel periodo in cui il ministero, a seguito dell’abolizione dell’osservatorio, ne aveva riassorbito le competenze. In particolare, il tribunale di Cagliari aveva osservato che “ad onta della soppressione della Consulta, relativamente agli anni 2012 e 2013 abbiano continuato a trovare applicazione i valori determinati dall’osservatorio sulle attività di autotrasporto contenuti nel prot. n. 18/OS/CGA, posto che i già citati decreti dirigenziali hanno recepito i predetti criteri di calcolo formulati dall’osservatorio, senza apportare alcuna variazione”


I costi minimi, sebbene la loro determinazione sia formalmente riconducibile a una amministrazione statale (ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti), hanno continuato a essere, nella sostanza, determinati dall’osservatorio. Il tribunale ha, quindi, ritenuto che “anche alle tariffe vigenti nel 2012 e nel 2013 deve dunque estendersi la dichiarazione di illegittimità della Corte di Giustizia europea, la quale ne ha riscontrato la contrarietà al principio di libera concorrenza proprio in ragione della predisposizione da parte di soggetti rappresentativi di interessi privati”. 


In un recente caso, un altro giudice di merito, e segnatamente il tribunale di Ferrara, con sentenza n. 653/2018, pubblicata il 23 agosto 2018, è intervenuto in relazione alle differenze di compenso avanzate per trasporti eseguiti tra l’agosto 2013 e il novembre 2014, nei confronti di una società cooperativa di autotrasportatori. Quanto all’applicabilità della disciplina dei costi minimi alle cooperative, il tribunale ha stabilito che qualora la società agisca quale mandataria dei singoli soci, stipulando contratti di trasporto in nome proprio e per conto dei soci stessi, determinando i relativi corrispettivi nel rapporto con i terzi, e i soci fatturino i propri servizi alla società, la quale poi li ri-fattura ai terzi, la società cooperativa è responsabile per l’inesatto adempimento del mandato consistente nella violazione della normativa in tema di “costi minimi” di cui all’art. 83-bis del dl n. 112/2008


In presenza di questi elementi, le cooperative di autotrasporto sono quindi debitrici nei confronti dei soci delle eventuali differenze tra i corrispettivi pattuiti e quelli determinati in base alla suddetta normativa. Passando all’applicabilità al caso in esame della disciplina dei costi minimi, una volta individuato il soggetto astrattamente debitore per le differenze di corrispettivo, il tribunale ha stabilito che “la determinazione a opera del ministero non è di per sé - a differenza di quella dell’osservatorio - foriera di una violazione della normativa comunitaria.” 


Ciononostante, ha indicato che per effetto della sentenza del Tar Lazio n. 2655-2656 del 21 febbraio 2017, che ha annullato i provvedimenti ministeriali di determinazione dei “costi minimi” di cui all’art. 83-bis del dl n. 112/2008 per il periodo successivo alla cessazione dell’attività dell’osservatorio dell’autotrasporto, in relazione a tale periodo non possono essere richieste differenze tra corrispettivi pattuiti e quanto risultante dall’applicazione dei suddetti “costi minimi”. Il tribunale di Ferrara, nel respingere le pretese creditorie verso la cooperativa, ha concluso che l’illegittimità dei provvedimenti relativi ai costi minimi risiede nel fatto che “il ministero, sebbene legittimato ad adottarli, ha adottato una formula matematica contenuta in una delibera (quella dell’osservatorio), che però era stata annullata”, segnatamente dalla sentenza n. 2889 del 2015 del Tar Lazio. 



Avv. MARCO LENTI
Studio legale Mordiglia
Milano – via Agnello 6/1 
Tel. 02 36576390 16121 
Genova – Via XX Settembre, 14/17 
Tel. 010586841 
mail: mail@mordiglia.it www.mordiglia.it

09/01/2019, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

AsstrA-Associated Traffic e i (tanti) vantaggi della rotaia

18/04/2019

Il vice direttore operativo per il trasporto ferroviario del gruppo, Andrey Sulla, spiega perché il trasporto ferroviario è una valida alternativa alla strada.
read more..

Gruppo FS, il cda delibera prestiti obbligazionari

17/04/2019

Si tratta di un importo complessivo massimo di 1 miliardo e 750 milioni di euro; i proventi destinati anche all'acquisto di nuove locomotive per il traffico merci.
read more..

Kuehne + Nagel lancia la soluzione online KN Pledge

17/04/2019

Propone lead time garantito per il trasporto marittimo in container, coprendo tutte le combinazioni di consegna, da port-to-port a door-to-door.
read more..

A Mestre il primo gioco di ruolo sulle catene logistiche

17/04/2019

E' GIO.CA.LO – acronimo di GIOco della CAtena LOgistica - creato per formare i professionisti della logistica portuale e per permettere agli insegnanti di valutare la competenza degli studenti.
read more..
più letti

Servizio aftersales promosso dai clienti di OM STILL

02/01/2018

In Italia la Casa ha una rete assistenza di 800 tecnici e un magazzino con oltre 30 mila referenze a stock che può spedire i ricambi in 24 ore.
read more..

Aumenti pedaggi autostradali, scende in campo anche Zingaretti

03/01/2018

Il presidente della Regione Lazio, in un tweet, annuncia l'incontro con Delrio per dirimere la questione relativa al balzo del 12,89% della Strada dei Parchi (sulla A24 Roma-L'Aquila) e che tante proteste sta suscitando tra pendolari e trasportatori.
read more..

Voucher temporary export manager, in arrivo altre risorse

03/01/2018

Su decisione del ministro Calensa aumentano a circa 36 milioni di euro rispetto ai 26 inizialmente previsti; obiettivo: aumentare il numero di aziende italiane stabilmente esportatrici.
read more..

L'istituto di ricerca IKN Italy organizza il terzoi InnovAuto

03/01/2018

L'evento - focalizzato su innovazioni, nuovi modelli di business e bisogni dei consumatori del mondo automotive & feet e dell’Industria 4.0. - si tiene a Milano il 14 febbraio.
read more..