home » L'intervista » Remy Malchirand di Manhattan Associates

Remy Malchirand di Manhattan Associates

Manhattan Associates è un’azienda tecnologica leader nel settore della supply chain e nel commercio omnichannel. Abbiamo incontrato Remy Malchirand, managing director Sud Europa, per fare il punto su come Manhattan sta lavorando in Italia.


 

Quali sono – dallo speciale punto di osservazione di Manhattan Associates – i trend in tema di evoluzione della supply chain?

Malchirand: Il primo trend è sicuramente la digitalizzazione della supply chain, con un ruolo importante svolto dalla diffusione dell’e-commerce. Un altro trend importante, interconnesso con l’e-commerce, è la ricerca di maggior efficienza e produttività: automazione e robotizzazione sono fondamentali per lo sviluppo della logistica. Come terzo punto certamente fondamentale è l’internazionalizzazione del flusso di merci, magazzini e venditori.

 


Quali sono i vostri progetti in Italia?

Malchirand: Grazie alle collaborazioni con i nostri clienti internazionali siamo riusciti a entrare in Italia in modo abbastanza naturale, perché ci chiedevano di servire anche questo mercato. Ora i progetti sono vari: le nostre soluzioni sono leader in tutto il mondo e siamo certi che le aziende italiane, di tutte le dimensioni sia PMI che grandi gruppi, troveranno numerosi e tangibili benefici adottando i nostri software, in ottica di efficentamento della supply chain e per l’internazionalizzazione tramite i processi omnichannel. Nel settore della logistica stiamo al momento collaborando con l’operatore Yusen Logistics; siamo poi molto attivi nel settore della moda, sia per quanto riguarda i produttori di fascia media che quelli di fascia più alta, come Lacoste, per citarne uno. Altri rivenditori al dettaglio con cui stiamo sviluppando soluzioni interessanti fanno parte del mondo della Grande Distribuzione Organizzata, come Esselunga e Leroy Merlin; le soluzioni proposte con questi clienti riguardano sia l’omnichannel che la gestione del magazzino. 


 

Parlando di innovazioni, invece, cosa dobbiamo aspettarci da Manhattan Associates?

Malchirand: L’innovazione, per noi, parte dalla ricerca. Non acquistiamo soluzioni di terzi, prendendo i loro pacchetti, ma investiamo risorse nelle nostre soluzioni. Manhattan nasce da un team di ingegneri il cui scopo è proprio quello di creare soluzioni innovative. Investiamo circa 50 milioni di dollari all’anno in ricerca e sviluppo. Buona parte delle innovazioni cui diamo vita (ovvero il 30% della nostra attività) parte dalle esigenze dei clienti. Molta della nostra attenzione è poi concentrata sulla gestione del magazzino, con focus sul WMS con ‘order management’, soluzioni che si occupano espressamente della gestione e in via prioritaria dell’evasione degli ordini. Per anni nei magazzini si è cercato di aumentare l’efficienza nell’elaborazione degli ordini utilizzando una metodologia di lavoro ‘a ondate’, raccogliendo ordini da inviare al centro di distribuzione in gruppi organizzati. Ma con la crescita d’importanza dell’e-commerce e in settori dove la domanda è imprevedibile, questo può però portare a picchi e vuoti di attività. Con le nostre soluzioni facciamo in modo che gli ordini vengano lavorati in base a priorità, con particolare attenzione ai costi e alla rapidità di consegna. Non dimentichiamo inoltre la gestione delle ore di lavoro del personale all’interno del magazzino stesso, per coordinare al meglio la forza lavoro manuale e automatizzata e poter predirre i picchi di lavoro. 


 

Secondo lei cosa dovrebbe cambiare nel modo di distribuire i prodotti?

Malchirand: Un cambiamento dovrebbe avvenire nei centri città: i magazzini molto spesso si trovano lontano dai clienti, che invece sono con i loro negozi in centro città. Con l’omnichannel le merci vanno consegnate frequentemente in centro, quindi bisogna attuare una revisione delle consegne in ottica ultimo miglio. Da rivedere anche il ruolo stesso dei negozi, al punto da ipotizzare lo ‘shipment from store’, ovvero la spedizione del prodotto direttamente dal negozio e non più dal magazzino. 


di Davide Ornati

02/07/2018, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Rhenus Air & Ocean, Orso nuovo CEO per il Sud Europa

26/10/2021

Il nuovo incarico dopo un percorso di oltre 20 anni in Cesped, dove ha ricoperto vari ruoli nell’area sales e operation fino a diventare general manager dell’air & ocean division.
read more..

Un libro bianco di FM Logistic sulla sostenibilità

26/10/2021

"Business as usual is dead. How can the supply chain enable new consumption models?" analizza le idee per una logistica che necessita di reinventarsi per promuovere un business rispettoso della sostenibilità ambientale e sociale.
read more..

Avanzamento di carriera: la formazione è fondamentale

25/10/2021

Lo sa bene il MIP – la Graduate School of Business del Politecnico di Milano, che rilancia a novembre la nuova edizione del Percorso Executive in Supply Chain Management,programma di alta formazione per manager e imprenditori.
read more..

Lombardia, crescono le stime sul PIL per il 2021 (+6,4%) e le nascite di nuove imprese

22/10/2021

La forte ripresa in atto e le attese positive sulla produzione sono tra i maggiori fattori a influenzare il rialzo (+6,4% per il 2021), nonostante crescano criticità sul fronte delle catene di approvvigionamento.
read more..
più letti

La Camera di Commercio apre sede a Interporto Padova

14/07/2020

Attivo da lunedì 13 luglio (orario 9-12,30 su appuntamento dal lunedì al venerdi) il nuovo sportello si trova esattamente in Galleria Spagna 16.
read more..

Webinar sulle nuove sfide nella supply chain dell’industria chimica post Covid-19

22/06/2020

Lo organizza il 25 giugno (ore 10,00) Federchimica e presenterà i risultati di un’indagine promossa per comprendere come la crisi sanitaria abbia cambiato la catena di fornitura e le eventuali opportunità di sviluppo che si potranno presentare.
read more..

“Italy Smart Export”: per le nostre esportazioni c'è futuro se c'è collaborazione pubblico-privato

24/09/2021

L'impegno è rendere “smart” le catene logistiche, sfruttando la digitalizzazione dei processi e l’innovazione della blockchain. E' quanto emerso da un importante convegno tenutosi a Trieste.
read more..

Immobiliare logistico: in Italia va a gonfie vele, con il Nord a fare da traino

16/08/2021

L’assorbimento di spazi non mostra cedimenti, nonostante la crisi pandemica. A crescere sono soprattutto le regioni settentrionali e in particolare il Nord Est, dove il Veneto mantiene intatto il suo appeal strategico, specie nell’area veronese.
read more..