home » Le notizie di oggi » VOLTO NUOVO PER IL PORTO DI GENOVA NEL PROGRAMMA STRAORDINARIO

VOLTO NUOVO PER IL PORTO DI GENOVA NEL PROGRAMMA STRAORDINARIO

Nella sala Trasparenza della Regione Liguria, a Genova, alla presenza del vice ministro Edoardo Rixi e del presidente della Regione Giovanni Toti, è stato presentato il programma straordinario approvato dal commissario straordinario Marco Bucci su proposta del presidente dell’Autorità di sistema portuale Paolo Emilio Signorini. 


Il programma beneficerà per un periodo di 3 anni delle deroghe previste per la ricostruzione del ponte Morandi e verrà finanziato dalle cospicue risorse stanziate dalla cosiddetta «manovra Genova» (Leggi nn. 130, 136, 145 del 2018), oltre a quelle già a bilancio dell’Autorità e di altri soggetti pubblici e privati. Ha un costo complessivo di 1.061 milioni di euro, finanziato per 449,3 milioni di euro, di cui 202,3 milioni con la «manovra Genova»; 160,5 milioni con fondi a bilancio dell’AdSP; 72,3 milioni da altri soggetti pubblici e 14,2 milioni di euro da capitali privati. Il fabbisogno è pari a 612 milioni di euro, di cui 215 milioni di euro relativi al ribaltamento a mare di Fincantieri; 300 milioni di euro alla prima fase della diga foranea; 90 milioni di euro alla quota di Hennebique a carico dei privati e 7 milioni di euro quale cofinanziamento per l’intervento di adeguamento del parco Fuori Muro. 



Un momento dell'incontro di presentazione del programma straordinario per lo scalo di Genova


L’elenco degli interventi, disponibile sul sito del commissario straordinario e dell’Autorità di sistema portuale, è stato predisposto attraverso un lavoro congiunto tra AdSP, struttura del commissario straordinario e società di gestione dell’aeroporto di Genova. 


"Il programma straordinario degli investimenti che verranno effettuati sul porto di Genova ha come obiettivo garantire e potenziare la competitività dello scalo, con una serie di interventi che il porto di Genova aspetta da tempo - ha detto Toti -  Si tratta di un piano molto articolato che non riguarda solo banchine, dighe e sistemi di trasporto, ma investimenti che cambieranno il volto dello scalo genovese. Credo si sia fatto uno straordinario lavoro in questi mesi dopo il crollo del ponte Morandi: l’apertura della viabilità parallela, il recupero della ferrovia in tempi rapidissimi hanno garantito al nostro porto di chiudere con un sostanziale pareggio dopo due anni di espansione importante. Oggi facciamo un grande passo in più: lavoriamo per dare reale competitività al porto di Genova e per una sua sostanziale integrazione con la città. Oggi è una buona giornata perché mettiamo in fila una serie di risultati molto importanti con, all’orizzonte, una concreta opportunità di renderli fattibili in tempi rapidi". 


Per il presidente Signorini:"Genova è uno scalo molto importante nella realtà non solo nazionale e questo ruolo gli viene riconosciuto anche dall’Unione Europea. Con gli interventi contenuti nel programma straordinario presentato oggi, con la nuova diga foranea per la parte a mare e con gli investimenti sull’ultimo miglio ferroviario e stradale per la parte a terra, cambierà completamente superando i problemi di accessibilità e rilanciando la sua competitività. Si può prevedere di arrivare nell’arco dei prossimi anni alla movimentazione di oltre 4 milioni di teu che potranno diventare 6 con il completamento di terzo valico e gronda".

28/01/2019, © Euromerci - riproduzione riservata

lascia il tuo commento
Nominativo E-mail Testo Antispam Change Image

visualizza la versione PDF

social share
più recenti

Accordo Interporto Pordenone e Cis Nola-Interporto

22/09/2020

Siglata una rilevante collaborazione per l'avvio di una relazione ferroviaria merci sulla tratta Pordenone-Napoli-Nola, al fine di rispondere alle esigenze di un 3PL specializzato nell'ecommerce.
read more..

Settore non food, ecco la fotografia dell'Osservatrio di GS1

21/09/2020

Edizione speciale quella del 2020: oltre a raccontare l’evoluzione del largo consumo non alimentare nel 2019, analizza anche l’effetto del coronavirus sulle intenzioni di spesa degli italiani del 2020 e individua i cambiamenti del 2021.
read more..

Arriva anche in Europa la soluzione Geotab Truck

21/09/2020

Fornendo accesso quasi in tempo reale ai dati sul veicolo e sul conducente, offre una panoramica unica su elementi quali identificazione del conducente, download remoto automatico, stato del tachigrafo in tempo reale e analisi delle infrazioni.
read more..

Formazione e carriera: ecco la proposta del MIP di Milano

21/09/2020

Il 30 settembre si tiene la presentazione ufficiale della nuova edizione del Percorso Executive in Supply Chain Management della Business School del Politecnico di Milano.
read more..
più letti

Vladislav Lagun, trade lane manager di AsstrA

10/04/2019

Il dirigente ci spiega come - nonostante le cosiddette "guerre commerciali" tra gli Stati Uniti, l'Europa e la Russia - il provider di servizi di trasporto e logistica riesca ad accrescere il volume di spedizioni merci transatlantiche anno dopo anno.
read more..

Nuove soluzioni Hyster per carrelli più facili da condurre

18/01/2019

La società - specializzata nella produzione di macchine per la movimentazione dei materiali distribuite in Italia da CLS - prevede speciali accorgimenti per favorire la guida dei carrelli elevatori e la precisione di manovra da parte degli operatori.
read more..

Certificazione, ecco quanto è importante per AssrtA

09/05/2019

I certificati GOST, ISO, DIN, EN e altri documenti normativi sono un vantaggio competitivo e spesso un requisito necessario per le grandi multinazionali. A qualità, ambiente e sicurezza il gruppo dedica un dipartimento ad hoc.
read more..

Brambles utilizza solo legname da fonti sostenibili certificate

11/09/2020

La società multinazionale specializzata in soluzioni per la supply chain col marchio Chep ha raggiunto l'obiettivo (previsto per il 2020) di deforestazione zero.
read more..